scarica l'app
MENU
Chiudi
31/10/2020

Brennero, summit dopo lo stop all’appalto

Corriere del Veneto - Nicola Chiarini

●Il tunnel di base
BOLZANO Vertice ieri tra Paola De Micheli e Leonore Gewessler per una rapida ripresa dei cantieri del tunnel ferroviario del Brennero, dopo la revoca dell'appalto da un miliardo di euro ad Arge H51 per la tratta PfonsBrennero. La ministra italiana delle Infrastutture si è confrontata in videoconferenza con l'omologa austriaca, individuando come prioritaria la realizzazione nei tempi dell'opera transfrontaliera (il traguardo è al 2030), a fronte della insostenibilità del peso del traffico pesante su gomma, oggetto di misure di limitazione unilaterali da Vienna e Innsbruck, vissute con disagio da Roma. «Il Brennero è un corridoio strategico - ha affermato De Micheli - per l'economia italiana ed europea. I divieti settoriali adottati dal Tirolo sono in contrasto con la libera circolazione delle merci e stanno danneggiando numerose nostre aziende dell'autotrasporto». La novità di ieri arriva dopo la clamorosa svolta del giorno prima, in cui Bbt Se, la società che costruisce il tunnel di base del Brennero, ha revocato ad Arge H51 l'appalto del valore di circa un miliardo di euro per il lotto Pfons Brennero della galleria ferroviaria del Brennero. Lo ha deliberato il consiglio di sorveglianza della società italoaustriaca a partecipazione pubblica, costituita per realizzare la grande opera transfrontaliera che, con 8,3 miliardi d'investimento, collegherà Innsbruck a Fortezza, con un tracciato di circa 55 chilometri, servito da 230 chilometri di gallerie, tra tunnel propriamente detto, tratte d'accesso, raccordi. Bbt Se ha ritenuto esaurito il rapporto di fiducia con Arge H51 (di cui è capofila Porr, colosso austriaco delle costruzioni, che ha Hinteregger & Sohne Bau GmbH, Condotte Spa, Itinera Spa), cui è contestato uno sbaglio nella realizzazione della copertura esterna del tunnel che Porr, però, sostiene sia frutto di errati presupposti tecnici nell'appalto. La società ha fatto sapere di aver già avviato l'iter per arrivare il prima possibile alla nuova gara d'appalto. © RIPRODUZIONE RISERVATA