scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
18/06/2021

Braccianti sfruttati a giudizio un agricoltore

La Gazzetta Del Mezzogiorno

L ' inchiesta anti caporalato nel 2019 a Castellaneta
l Si chiude con due assoluzioni, un rinvio a giudizio e un patteggiamento il processo nato da un ' inchiesta anticaporalato del 2019. Nel mirino degli investigatori finì un ' azienda agrico la di Castellaneta, il cui titolare ora è a processo con l ' accusa di attività di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Stando alle indagini coordinate dal pm Daniela Putignano, era una cinquantenne di Monteiasi, che ha patteggiato a dieci mesi, la reclutatrice della forza lavoro. «Approfittando dello stato di bisogno», si legge nel capo d ' ac cusa, la donna reclutava braccianti stranieri, gli proponeva contratti regolari ma poi pretendeva la restituzione di una parte del salario giornaliero e inoltre si faceva pagare anche il trasporto verso le campagne, che avveniva su un bus di proprietà di suo cognato. Per quei lavoratori impiegati nei vigneti niente ferie e straordinari, secondo le contestazioni della procura e anche violazioni in materia di sicurezza e igiene (non erano neanche sottoposti a visite mediche). Sott ' accusa erano finiti anche il proprietario e il conducente del bus con cui erano accompagnati i braccianti stranieri nei campi. I loro difensori, avvocati Salvatore Maggio e Andrea Salinari, hanno dimostrato che i due non erano al corrente degli accordi economici con i datori di lavoro, si limitavano a occuparsi dei trasferimenti dei braccianti. Proprio sul caporalato, la Fondazione Con il Sud ha lanciato un nuovo bando per il contrasto dello sfruttamento dei lavoratori stranieri, mettendo a disposizione 2 milioni di euro per sostenere progetti di contrasto e prevenzione di sfruttamento e caporalato. In particolare, il bando interessa i lavoratori stranieri nei settori agricolo, industriale e terziario, promuovendo il lavoro regolare come strumento di integrazione sociale, anche con il coinvolgimento diretto delle aziende. Il Bando è online su fondazioneconilsud.it e scade il 17 settembre. [V.Ric.]

Foto: LE ACCUSE DELLA PROCURA Nel mirino degli investigatori finì un ' azienda agricola di Castellaneta, il cui titolare ora è a processo con l ' accusa di attività di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro