scarica l'app
MENU
Chiudi
06/10/2020

Bonus, l ‘ incognita click day Domande per 462 milioni

Giornale di Sicilia

Regione, l ' avviso per assegnare i contributi alle imprese
Turano: «Nessuna modifica, ci sarà un bando bis»
Giacinto Pipitone PA L E R M O L ' ultimo click, ieri, ha portato il totale delle domande già inviate a 37.991. E soprattutto ha portato a calcolare che per finanziarle tutte servirebbero 462.482.422 euro, esattamente 3,7 volte il budget a disposizione della Regione. E così intorno al Bonus Sicilia la tensione è salita ancora, con la Confesercenti che è tornata a segnalare problemi alla piattaforma informatica che lunedì mattina gestirà il click day. E tuttavia l ' assessore alle Attività produttive, Mimmo Turano, annuncia che la Regione non tornerà indietro. Non sospenderà il bando da 125 milioni per erogare contributi a fondo perduto (da 6 mila a 35 mila) per le microimprese con meno di 10 dipendenti e meno di 2 milioni di fatturato che sono rimaste chiuse durante il l o c kd ow n . È il bando più atteso di questa fase in cui la Regione sta provando a finanziare la cosiddetta ripartenza. E Turano anticipa anche che non sarà modificato. Non saranno accolte le richieste delle 4 associazioni di categoria Confesercenti, Confartigianato, Claai e Cna che chiedono di cambiare i codici ateco che individuano i settori produttivi ammessi a chiedere il contributo: «Quelli inseriti nel bando conferma l ' assessore - sono parametri oggettivi, che rispecchiano le indicazioni nazionali inserite nei vari Dpcm di Conte. Modificarli significherebbe togliere questo elemento di neutralità e trasparenza». E ciò malgrado settori come quello degli enti di formazione, delle pasticcerie, delle lavanderie, degli autotrasportatori e dei centri di revisione siano fuori dalla corsa. Turano precisa anche che «è impossibile prevedere una sospensione del bando» perché non ci sarebbe poi il tempo di portare a termine entro l ' anno i finanziamenti. E tuttavia l ' as sessore si toglie dei sassolini dalle scarpe: «Le associazioni di categoria che oggi mi chiedono di sospendere le procedure sono le stesse che un mese fa mi attaccavano perché il bando non veniva pubblicato». Per chi oggi protesta c ' è però la prospettiva di un bando bis: «Stanziare solo 125 milioni per gli aiuti a fondo perduto - ricorda Turano - è stata una scelta dell ' Ars. Dunque spetta all ' Ars mettere sul piatto altre risorse. Poi noi saremo pronti a dare una chance a chi oggi resta escluso. Sì, ci può essere un altro bando presto». L ' incognita sul primo bando resta il click day. Finora sulla piattaforma siciliapei.regione.sicilia.it le aziende hanno potuto iscriversi e presentare la documentazione. E ciò dà la possibilità da lunedì di chiedere i soldi sperando di arrivare prima che si esauriscano. Ieri Confesercenti ha avvertito: «Riceviamo centinaia di segnalazioni da imprenditori e consulenti perché il portale ha problemi tecnici» ha detto il presidente Vittorio Messina aggiungendo che «occorre rivedere il metodo del click day perché non tiene conto del digital divide che penalizza i concorrenti di zone dove la linea non ha gli stessi parametri di quella che serve i grandi centri». Un allarme condiviso dal Pd che rilancia il no al click day con Michele Catanzaro. E tuttavia Turano rivela che «i tecnici assicurano che il portale è stato testato per reggere quest ' onda d ' urto di 38 mila domande. Finora non ci sono stati problemi anche perché abbiamo dato 15 giorni agli imprenditori per accreditarsi senza sovraccaricare il sistema. Vedremo lunedì... Io incrocio le dita». © RIPRODUZIONE R I S E RVATA

Foto: Attività produttive. L ' assessore regionale Mimmo Turano