scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/02/2021

Bonus affitti, il pasticcio va in Regione

La Nuova Sardegna - di Davide Pinna

La giunta ha avviato le procedure solo l'11 dicembre, i tempi per il bando si sono dilatati e si è chiesto un atto non più valido ALLOGGI»IL BANDO CONTESTATO
di Davide PinnawORISTANOForse la retromarcia non è ancora stata inserita, ma il Comune ha quantomeno pigiato la frizione.La vicenda, raccontata ieri dalla Nuova, è quella legata al bando comunale per i contributi per i canoni di locazione. Un provvedimento atteso da centinaia di famiglie oristanesi, che sperano di aver quantomeno un aiuto parziale per pagare l'affitto.Un residente intenzionato a compilare la domanda ha segnalato l'impossibilità di partecipare alla procedura, perché fra i documenti richiesti c'è l'attestazione Isee relativa al 2020, nonostante il bando sia stato pubblicato a gennaio del 2021. «Tutto normale - aveva spiegato l'assessora ai Servizi sociali Carmen Murru, dopo essersi consultata con gli uffici - iIl bando riguarda gli affitti del 2020 e perciò si richiede l'Isee di quell'anno». Il problema è che chi ha richiesto l'Isee dello scorso anno si è visto negare il documento dai Caf, che nel 2021, non possono più emettere, come da logica, quello dell'anno scorso. E del resto lo stesso ministero del Lavoro spiega, nel proprio sito, che l'attestazione 2020 è valida solo sino al 31 dicembre di quell'anno.Ora, però, sembrerebbe che dagli uffici del Comune sia partita una richiesta di chiarimenti rivolta alla Regione, l'ente che insieme al ministero delle Infrastrutture stanzia le risorse necessarie per il bando. Lo afferma la consigliera Pd Maria Obinu: «Sono allibita dalla risposta dell'assessora letta sul giornale. Avrebbe dovuto porre il quesito non solo ai propri uffici, ma anche alla Regione, cosa che invece è accaduta solo dopo il nostro interessamento».Se sarà davvero marcia indietro, con rettifica del bando, o se le cose resteranno invariate, lo si capirà solo dopo le risposte della Regione. In ogni caso, se anche la richiesta dell'attestazione Isee 2020 fosse legittima, resta il problema del pericolo di esclusione per tutti coloro che non possono presentarla, dato che il requisito è stato reso pubblico quando ormai era impossibile richiedere il documento. La Giunta comunale ha fornito gli indirizzi al dirigente per la redazione del bando l'11 dicembre scorso, quando era ormai molto difficile pubblicare l'avviso entro il 31 dicembre 2020 e, dunque, entro la scadenza per la richiesta dell'attestazione Isee per quell'anno. Un ritardo che si è verificato anche in altri comuni della Sardegna. Bosa, per esempio, ha pubblicato il bando, il 25 gennaio, ma nel Comune della Planargia viene richiesto espressamente l'Isee 2021. Considerando che c'è chi rischia di perdere un sussidio fondamentale, meglio fare chiarezza al più presto. Se ne parlerà nella commissione Servizi sociali convocata per giovedì.