MENU
Chiudi
11/10/2018

Bim Infrastrutture e Gsp: aggregazione all’orizzonte

Il Gazzettino

IL BILANCIO
BELLUNO La canna del gas funziona: Bim Infrastrutture veleggia a pieno ritmo. La società della galassia Bim che si occupa della gestione della rete del metano (anche se il core business dovrà orientarsi altrove) ha approvato il report infra-annuale. Ricavi, proventi e patrimonio raccontano una società in piena forma. Pronta a sposarsi con Bim Gsp, verrebbe da dire. L'argomento è stato toccato dall'assemblea dei soci. Ma se sono rose, dovranno fiorire più avanti: al momento, tutto è fermo.
I DATI
Il report al 30 giugno 2018 dice che il primo semestre di quest'anno si è chiuso in maniera positiva per la società, con ricavi complessivi per 6,1 milioni di euro. Di questi, 3,2 milioni derivano dal settore metano, 1,9 milioni dall'idroelettrico per la vendita dell'energia elettrica prodotta (erano 1,3 milioni nel 2017). Favorevole, nel semestre in corso, l'andamento stagionale, che ha determinato una produzione di 11,3 milioni di kWh (erano 7,3 i milioni di kWh nello stesso semestre 2017). Considerevole il patrimonio netto della società, passato dai 34,8 del 2017 agli attuali 35,5 milioni di euro. «La società dimostra di essere sana e solida ha spiegato l'amministratore Bruno Zanolla -. È di fatto la cassaforte dei Comuni, detenendo la proprietà degli impianti in dotazione». Non solo: Bim Infrastrutture sta continuando sulla strada degli investimenti, effettuati per lo più per realizzare nuovi tratti di rete e allacciamenti gas metano e per interventi su micro-idroelettrico: per il semestre 2018 ammontano a 862mila euro.
GARA GAS
Il ramo gas a breve non rientrerà più nel business della società. Il Comune di Belluno, in qualità di stazione appaltante, ha provveduto alla pubblicazione del bando di gara per l'affidamento del servizio di distribuzione del gas metano nell'ambito della provincia di Belluno. Il bando ha avuto un ricorso avanti al Tar Veneto, respinto a gennaio 2018, e uno avanti il Consiglio di Stato, in discussione per la fine di ottobre. Allo stato attuale la procedura di gara risulta bloccata. Ma il ragionamento sul futuro di Infrastrutture è vivo. Tra le ipotesi, anche un'aggregazione con Bim Gsp.
DT

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore