scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/04/2021

Bilancio degli aiuti pandemici Per la Dad valanga di domande

L'Arena di Verona

OPPEANO. Il Comune ha erogato fondi a famiglie, ad associazioni e agli operatori sanitari
Per la Didattica a distanza c'erano 10mila euro ma ne sono serviti 24
L'amministrazione comunale ha fatto la propria parte, aiutando le categorie che sono state maggiormente colpite dalla pandemia, assegnando i contributi relativi ai bandi comunali che sono stati aperti sulla didattica a distanza (Dad), per gli operatori socio-sanitari e per le associazioni di volontariato. A breve saranno erogati fondi anche alle imprese produttive. Complessivamente sono stati impegnati ben 187.832 euro.«Si tratta di sostegni concreti ai residenti colpiti dall'emergenza sanitaria legata al Covid 19», spiega il sindaco Pierluigi Giaretta, «ci è parso quanto mai opportuno dare una risposta economica agli oppeanesi in difficoltà in questo duro momento».Nel dettaglio, al bando per la Dad hanno partecipato 94 famiglie, ben oltre le aspettative, e sono stati erogati ad esse 24.332 euro. Al bando comunale a favore dei lavoratori del settore socio-sanitario hanno partecipato 74 residenti e sono stati erogati complessivamente 22.500 euro. Le associazioni che hanno presentato istanza sono state 12 e a loro sono andati 10.000 euro.Complessivamente dunque, per i settori sociale e culturale sono stati erogati 56.832 euro. A breve verranno liquidati anche i contributi alle imprese, per ulteriori 131.000 euro. In merito al bando per gli operatori sanitari, si tratta di un contributo forfettario e simbolico di 300 euro per ogni infermiere, medico, operatore sanitario, operatore delle Rsa e volontario del servizio emergenza ambulanze, residente nel Comune, che abbia prestato servizio attivo nelle strutture sanitarie, nelle case di riposo e sulle ambulanze durante il periodo dell'emergenza.«Per la Dad, invece, si è pensato a supportare le famiglie nell'acquisto di materiale didattico e di supporto alla didattica a distanza», spiega sempre il sindaco, «funzionale alle nuove esigenze legate all'epidemia, a favore degli studenti della scuola primaria, media e superiore». «Per questo bando erano stati previsti 10.000 euro, che sono stati integrati con ulteriori 14.300 euro, per raggiungere complessivamente 24.300 euro: segno che c'era molto bisogno di adeguarsi per seguire le lezioni a distanza», precisa l'assessore all'Istruzione Emanuela Bissoli.Grande importanza anche per il bando relativo ai contributi straordinari ad associazioni di volontariato o promozione sociale, finalizzato a sostenere le attività dei sodalizi connesse con l'emergenza sanitaria. L'obiettivo è stato fornire un supporto comunale per fronteggiare le spese di carattere straordinario, come ad esempio per acquistare gel igienizzanti, dispositivi di protezione personale, beni di consumo e servizi. «Ringrazio le nostre associazioni, sempre attive e partecipi alle iniziative del territorio», evidenzia l'assessore Luca Faustini. Infine, il bando a favore delle imprese locali prevede l'erogazione di contributi a fondo perduto, nella misura fissa di mille euro per impresa, lavoratori autonomi e liberi professionisti che hanno dovuto affrontare la chiusura obbligatoria e le limitazioni a seguito delle misure restrittive adottate per limitare il contagio. «Le somme ai soggetti aventi diritto, dopo aver effettuato gli appositi controlli previsti, verranno erogate entro questo mese di aprile», promette il consigliere comunale Alessandro Montagnoli.