scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
20/02/2021

Biblioteca, in 101 per l’appalto Lo vince una ditta di Caserta

Messaggero Veneto - Sigfrido Cescut

L'apertura del cantiere a marzo, la consegna dell'opera entro ottobre 2022 Oltre 2 milioni di lavori. L'impresa ha praticato un ribasso del 19,47 per cento AVIANo Biblioteca, in 101 per l'appalto Lo vince una ditta di Caserta L'apertura del cantiere a marzo, la consegna dell'opera entro ottobre 2022 Oltre 2 milioni di lavori. L'impresa ha praticato un ribasso del 19,47 per cento AVIANo
Sigfrido Cescut / AVIANOAffidati i lavori per la realizzazione della nuova biblioteca civica di Aviano, in via Stretta. Ad aggiudicarsi l'appalto con procedura aperta, gestito dalla Centrale unica di committenza di Sacile, l'impresa Isa Ingegneria e Servizi associati, una srl di Casagiove in provincia di Caserta. Praticando un ribasso d'asta del 19,47 percento l'impresa costruirà il nuovo edificio da adibire a biblioteca per due milioni e 17 mila euro, con 72 mila euro di oneri per la sicurezza e il dieci percento di Iva, per un totale di 2.297.584 e spiccioli.GARA AFFOLLATAUna volta terminata, la biblioteca avianese con le sue pertinenze, fra le quali una sala da 200 posti, dovrebbe costare 3 milioni e 400 mila euro. I finanziamenti regionali sono stati garantiti con un preciso calendario dei lavori, che ne prevede l'avvio a breve, il 31 marzo, e la conclusione entro il 31 ottobre del prossimo anno. La gara per l'appalto è stata particolarmente affollata: vi hanno partecipato 101 ditte provenienti da tutt'Italia. L'appalto è stato assegnato applicando la media delle offerte ricevute, in base al codice nazionale degli appalti. Una volta perfezionato l'iter procedurale e ricevute dal Comune le garanzie fideiussorie, dovrebbe aprire il cantiere.I DUE PROGETTiLa nuova biblioteca e l'area scolastica delle elementari potranno usufruire del polmone verde rappresentato dal parco di villa Menegozzi. Ciò è stato possibile per la determinazione dell'amministrazione Del Cont nel mantenere l'opzione per acquisire l'area verde, sino al pronunciamento del Consiglio di Stato a favore del Comune. La nuova biblioteca sorgerà al posto del vecchio edificio delle scuole medie, abbattuto da alcuni mesi. La minoranza di centrosinistra inizialmente aveva proposto di localizzare la struttura a fianco della Casa dello studente in viale San Giorgio, con un progetto che prevedeva un investimento di un milione e ottocentomila euro.IL NODO AUDITORIUMPur potendo usufruire del retrostante parco Menegozzi, per la nuova biblioteca di via Stretta è stata evidenziata una carenza di parcheggi. Non solo. Da parte delle opposizioni consiliari e della cittadinanza sono state mosse critiche alla ristrettezza dell'auditorium - capace di soli duecento posti - ai costi e e alle tempistiche. «Il progetto iniziale della biblioteca in viale San Giorgio, costando la metà, avrebbe potuto essere realizzato, in tempi rapidi, ancora all'inizio del mandato amministrativo» sottolinea il centrosinistra, osservando che «resta ancora possibile la scelta di dotare la struttura di vetrate fotovoltaiche». Una soluzione d'avanguardia reclamata dal consigliere Pd Angela Tassan Mangina, la quale garantirebbe una maggiore resa energetica. --© RIPRODUZIONE RISERVATA