MENU
Chiudi
17/07/2018

Bergamo-Treviglio, si va avanti «Va integrata la procedura»

Corriere della Sera - Pietro Tosca

Il progetto
L'assessore Terzi: aspettiamo un segnale importante dalla Provincia
Il progetto della Bergamo-Treviglio, il collegamento veloce tra la Bassa e il capoluogo, va avanti. Lo ha spiegato l'assessore regionale alle Infrastrutture Claudia Terzi ai costruttori bergamaschi dell'Ance. «Ho raccolto da loro innanzitutto la preoccupazione -- dice l'assessore - per la mancanza di un collegamento tra le Valli e la pianura, un'opera che sia sostenibile ed economica. Ho confermato loro l'interesse della Regione nella realizzazione della Bergamo-Treviglio».

L'autostrada da costruire in project financing, proponente la società Autostrade bergamasche, però è ferma al palo da tempo nonostante nel 2012 la conferenza dei servizi si fosse espressa positivamente. Allora mancavano le risorse per un'opera concepita nel 2002 come Ipb, interconnessione tra Brebemi e Pedemontana. Nel 2016 la maggioranza delle azioni di Autostrade bergamasche è finita in mano al gruppo Vitali che ha rimesso in moto l'iter rivedendo il progetto con le richieste dei Comuni di minore consumo di suolo e l'allungamento del tracciato (in strada normale) fino a Bergamo. Nel settembre 2017 poi è arrivato l'annuncio che il fondo australiano Macquaire coprirebbe il costo di costruzione con un finanziamento di 300 milioni. La palla a questo punto è passata alla Regione, ma il sopraggiungere delle elezioni e le prese di posizione del presidente della Provincia Matteo Rossi, contrario all'autostrada, hanno congelato di nuovo il tutto. A ottobre l'assessorato regionale alle Infrastrutture, assessore Alessandro Sorte, ha scelto di chiedere un parere all'Anac, l'Agenzia nazionale anticorruzione, sul lungo iter per assicurarsi che tutto fosse in regola. Una lettera partita a marzo e la cui risposta è arrivata qualche settimana fa sollevando qualche preoccupazione. «La procedura non è decaduta come sostiene qualcuno - tranquillizza la Terzi -, l'Anac dice invece che va aggiornata e integrata. In particolare va inserito il piano economico finanziario». Rimane il problema del consenso. «L'appello degli imprenditori - dice la Terzi - faccia riflettere gli enti locali perché sappiano guardare oltre i loro confini in una logica di territorio. Da questo punto di vista aspettiamo un segnale importante dalla Provincia». Della stessa opinione anche Sorte: «Era giusto - spiega - interpellare l'Anac dopo il cambio del codice degli appalti nel 2016. Alla luce della risposta per me ci sono tutte le condizioni per procedere».


Un quadro che rimane comunque complesso e in cui si aggiungono altri due elementi. Da un lato il completamento della Pedemontana: se si rinunciasse al tratto Agrate-Osio, la Bergamo-Treviglio, nata come collegamento a Brebemi, decadrebbe dal punto di vista della concessione. C'è poi la possibile richiesta da parte di Autostrade bergamasche alla Regione di una copertura sul rischio traffico, proprio come concesso a Pedemontana. Una sorta di assicurazione nel caso in cui le previsioni di traffico non fossero rispettate: risorse pubbliche difficili da giustificare in un progetto privato. Intanto dal territorio il sindaco di Treviglio Juri Imeri alza la voce per un'opera ritenuta indispensabile. Non a caso venerdì mattina si è tenuto un summit in municipio con la Terzi. Sul tavolo la richiesta di rimettere in moto l'autostrada che per Treviglio fungerà anche da tangenziale ovest. Una viabilità di scorrimento veloce sempre più necessaria dopo che sono ripresi i lavori della tangenziale di Cassano che con il suo nuovo ponte sull'Adda rischia di rovesciare il traffico pesante fino in centro città. Il Comune poi ha messo in cantiere la realizzazione di un ring a senso unico nella circonvallazione del centro storico, una mossa che rischia di avere ripercussioni su tutta la viabilità del centro abitato e una nuova arteria che bypassasse la città in direzione nord-sud sarebbe una manna dal cielo. «Siamo a favore della Bergamo-Treviglio - chiarisce Imeri -. La conferenza dei servizi si è tenuta nel 2012 e dovremmo trovarci a discutere l'appalto, invece siamo ancora al progetto preliminare. Spero che Autostrade bergamasche si trovino al più presto per dare una risposta operativa. Ci troviamo in un limbo insopportabile durato fin troppo. Troverei assurdo ripartire nell'iter come è assurdo che qualcuno dica che il voto della conferenza di servizi non è più valido perché questo o quell'altro Comune hanno cambiato amministrazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

La scheda

Il sindaco
di Treviglio
Juri Imeri
(nella foto sopra)
spiega
di essere
a favore
della Bergamo-Treviglio.
«La conferenza dei servizi
- dice -
si è tenuta
nel 2012
e dovremmo
trovarci
a discutere
l'appalto,
invece siamo
al progetto preliminare»


Foto:

Palazzo Lombardia

Ieri l'assessore regionale
alle Infrastrutture Claudia

Terzi
ha confermato
ai costruttori
bergamaschi
dell'Ance
l'interesse
della Regione
nella
realizzazione
della Bergamo-Treviglio

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore