scarica l'app
MENU
Chiudi
15/02/2020

Bene il vetro «porta a porta» la differenziata oltre il 65%

Il Mattino

MADARO (ASIA): «BUONI RISULTATI CON IL NUOVO SISTEMA» CONCORSI IN STAND-BY IN ATTESA DEL TAR CAPONE IN SERVIZIO
I RIFIUTI/1
Il vetro fa viaggiare la differenziata. La nuova metodologia di prelievo domiciliare della frazione è tra le cause dell'incremento della quota salita a gennaio oltre la fatidica asticella del 65%. «Dal monitoraggio mensile - fa sapere l'Asia - scaturisce che a gennaio 2020, mese che ha visto l'avvio del servizio di ritiro porta a porta degli imballaggi in vetro, è risultato un trend positivo rispetto allo stesso periodo del 2019 con una significativa crescita dei quantitativi di raccolta degli imballaggi in vetro e della frazione organica e una diminuzione della frazione non differenziabile. Numeri che hanno consentito di superare il 65% di raccolta differenziata. Risultato favorito principalmente da due fattori: con l'eliminazione delle campane stradali si è drasticamente ridotto il fenomeno dell'abbandono incontrollato dei rifiuti non correttamente differenziati nei pressi delle stesse; con il servizio di porta a porta è diminuita la presenza di frazioni differenziabili e quindi valorizzabili nei sacchetti della frazione non differenziabile dei rifiuti. Anche l'attività di controllo svolta congiuntamente da Asia Benevento e dal corpo di Polizia municipale concorre a perseguire il miglioramento delle performance. Un obiettivo - conclude l'azienda di igiene ambientale - che sarà ottimizzato con la campagna di comunicazione avviata in questi giorni di concerto con il Comune sulla scorta del piano elaborato con il supporto del Conai. Ricordiamo che sul sito www.asiabenevento.it è presente il collegamento con il format della pagina istituzionale del Comune Segnalazione rifiuti abbandonati che è a disposizione dei cittadini per segnalazioni».
I RICORSI
Collaborazione che non hanno invece dato gli autori dei ricorsi presentati nelle scorse settimane contro le procedure concorsuali indette dall'Asia per l'assunzione di 54 operatori a tempo indeterminato. Bandi riguardanti 30 autisti professionali e 24 addetti allo spazzamento con patente B. Le procedure erano entrate nel vivo con la prima prova calendarizzata per il 7 febbraio e quindi per la giornata di ieri. Ma a bloccare l'iter è intervenuta una valutazione di opportunità effettuata dai vertici aziendali che hanno ritenuto di sospendere le operazioni in attesa del pronunciamento del Tar in sede cautelare in programma il 3 marzo. A sollevare eccezioni formali sugli atti finalizzati al reperimento di personale sono stati perlopiù lavoratori già in servizio all'Asia in via temporanea che non ritengono legittima la riserva esclusiva agli operatori ex Consorzi prevista dai bandi. Una via obbligata però secondo la legge regionale 14/2016 che ne fa espressamente previsione: zSi verifica di fatto un corto circuito tra norme nazionali generali e legge regionale che regola lo specifico settore - commenta l'amministratore Donato Madaro -. Chiaramente non ci sfuggiva quanto eccepito dai ricorrenti ma il quadro normativo è quantomai complesso. Ben venga dunque il pronunciamento chiarificatore della giustizia amministrativa».
IL DEBUTTO
Nessun intoppo invece per Fernando Capone, insediatosi nei giorni scorsi alla direzione tecnica dell'azienda. L'ex dirigente del Comune di Benevento, della Provincia di Avellino e del Comune di Ariano Irpino resterà in carica dodici mesi, rinnovabili per eguale periodo.
pa.boc.
© RIPRODUZIONE RISERVATA