MENU
Chiudi
28/11/2018

Battaglia legale, scuola a rischio stop

Il Giornale di Vicenza

TEZZE. la realizzazione del nuovo istituto S. Francesco potrebbe subire una battuta d'arresto per il ricorso dei progettisti secondi in graduatoria
Lo studio Amatori di Vicenza si è rivolto al Tar. I lavori sono affidati a Svegliado Associati di Cittadella Lago sicuro: « Noi siamo a posto»
Battaglia tra studi tecnici per l'aggiudicazione dei lavori architettonici e ingegneristici della nuova scuola media di Tezze. L'Amministrazione guidata da Valerio Lago deve affrontare infatti il ricorso al Tar presentato da una delle società che hanno partecipato alla gara d'appalto per il servizio di progettazione della nuova scuola secondaria di primo grado "San Francesco D'Assisi". Si tratta dello studio Amatori di Vicenza, che chiede l'annullamento di tutti gli atti relativi alla gara d'appalto, con la quale la centrale unica di committenza Tezze-Rosà ha affidato i lavori per i servizi ingegneristici e architettonici della nuova scuola allo studio Svegliado Associati di Cittadella, di cui fa parte anche l'ex presidente del consiglio di gestione di Etra, l'ingegner Stefano Svegliado. La cosa rischia dunque di stoppare temporaneamente i lavori, anche se tutto dipenderà da come si pronuncerà il giudice amministrativo. Al momento, in Comune stanno ancora attendendo la data dell'udienza. Il sindaco Valerio Lago, però, tira dritto per la sua strada. «Vedremo se il giudice deciderà di emettere la sospensiva sui lavori - afferma il primo cittadino di Tezze - Al momento non lo sappiamo, per cui lo studio incaricato andrà avanti con la progettazione. Non abbiamo intenzione di perdere tempo a causa di chi presenta ricorsi "al buio"».Il sindaco si riferisce al fatto che lo studio Amatori ha presentato il ricorso senza prima attendere tutta la documentazione.«Hanno fatto accesso agli atti - riferisce Lago - I miei uffici stavano recuperando tutti i documenti richiesti, ma lo studio si è rivolto al Tar senza prima avere le carte. Questo mi fa pensare quindi che abbiano presentato questo ricorso "di prassi", per provare ad accaparrarsi un incarico pari a circa 267 mila euro. Non conosco infatti i motivi specifici di questo ricorso. Noi abbiamo fatto la gara secondo le normative». Motivi del ricorso a parte, ora l'Amministrazione di Tezze dovrà difendersi. Sarà assistita dall'avvocato Antonio Greco di Padova, che riceverà un compenso pari a 11.435,06 euro. Una volta risolto il contenzioso giudiziario legato alla progettazione, i lavori per il nuovo istituto potranno procedere. «Si tratta di un intervento da quattro milioni di euro, destinato a dare una sede nuova di zecca agli studenti della scuola media di Tezze e a completare il polo scolastico esistente - chiude il sindaco Lago -. In prospettiva, comunque, valuteremo anche la necessità o meno, di abbattere la struttura del vecchio istituto». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore