scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
04/06/2021

«Basta pagare affitti si costruiscano edifici interamente pubblici»

Messaggero Veneto - c.b.

EDILIZIA SCOLASTICA «Basta pagare affitti si costruiscano edifici interamente pubblici» EDILIZIA SCOLASTICA
Edilizia scolastica sotto la lente del sindacato Flc Cgil a Pordenone per quanto riguarda il piano triennale 2021-2023 varato dalla Regione e dall'Edr (Ente di decentramento) per 13 istituti superiori. «Un investimento che supera 33 milioni di euro per venti interventi, di cui sei lavori complessi - è l'analisi di Mario Bellomo, segretario Flc Cgil -. Le opere includono ampliamenti e nuovi edifici, oltre a manutenzioni straordinarie, adeguamenti funzionali, impiantistici e sismici a Maniago, Sacile, Brugnera, San Vito al Tagliamento, Pordenone. Chiediamo i controlli previsti dalle norme sugli appalti perché si tratta di denaro pubblico, progetti e scelte per le scuole». Il problema è quello degli affitti. «L'Edr paga affitti salati per le superiori a Pordenone e altrove - incalza Bellomo -. Va rivista questa fallimentare politica di spese che vanno avanti da decenni, come al Bronx in città per le aule del liceo Leopardi-Majorana».Denaro pubblico investito negli immobili privati. «Ci sono opere di messa a norma delle scuole e di adeguamento funzionale e impiantistico di immobili privati che sono state finanziate con fondi pubblici - punta il dito il sindacalista -. È necessario accertare che i terreni su cui sorgeranno i nuovi edifici previsti dal piano triennale siano tutti, nessuno escluso, di proprietà degli enti pubblici». Il caso è quello della sede del liceo Leopardi-Majorana nel quartiere Sacro Cuore: per il prefabbricato pesante costruito dall'ex Provincia con circa tre milioni di euro nel 2024 dovrà essere pagato l'affitto perché diventerà proprietà dell'Opera Sacra Famiglia. «Bisogna collaborare - invita Bellomo -. Il dialogo opportuno è quello tra l'Edr, i tecnici incaricati e le scuole. Troppo spesso l'edilizia scolastica si è uniformata ai requisiti normativi, ignorando del tutto la realtà quotidiana di chi insegna e chi apprende, nelle aule e in laboratorio».Una nuova scuola in città è programmata dall'Edr nel sito dell'ex Casa della fanciulla in via Poffabro a Pordenone con un investimento di 10 milioni e mezzo di euro. Il Piano triennale per l'edilizia scolastica indica il «parziale investimento» per l'edificio. «Ci sono questioni non ancora affrontate a Pordenone - conclude Bellomo - per le sedi del liceo Leopardi-Majorana e del liceo artistico Galvani che ha sedi a Cordenons e Pordenone». --c.b.© RIPRODUZIONE RISERVATA