scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
11/05/2021

Basilica di San Benedetto Già stanziati 15 milioni

Corriere dell'Umbria

Norcia E' arrivata l'ordinanza speciale che semplifica i procedimenti e accorcia i tempi di realizzazione. Nel primo quadrimestre dell'anno in Umbria autorizzati 460 cantieri
di Chiara Fabrizi NORCIA Deroga su fasi e procedimenti previsti dal Codice degli appalti,ma anche all'iter amministrativo previsto per l'approvazione dei progetti. Sono gli effetti dell'ordinanza speciale per la ricostruzione post sisma da 15 milioni di euro della basilica di San Benedettoa Norcia firmata giovedì dal commissario Giovanni Legnini che ha così dato il via libera "a misure incisive in deroga per ridurre i tempi di realizzazione di un cantiere - ha detto - impegnativo e simbolico" per l'intero Centro Italia sconquassato dal sisma del 2016. E' stato anche fotografato l'avanzamento della ricostruzione privata nel primo quadrimestre del 2021: l'Umbria nel periodo ha autorizzato circa 460 cantieri, raggiungendo quota 1.562, mentre al 31 dicembre scorso il bilancio superava di poco quota 1.100. I dettagli dell'ordinanza speciale per la basilica saranno illustrati in maniera specifica nelle prossimesettimane in un appuntamento che sarà organizzato direttamente a Norcia con le autorità coinvolte, vale a dire la Soprintendenza speciale, ministero dei Beni e delle attività culturali (Mibac) e dell'Eni, che beneficeranno dello snellimento dell'iter definito con l'atto. Per la basilica di San Benedetto, comunque, c'è già la quadratura finanziaria, come ha ricordato ieri lo stesso Legnini, ricapitolando il tesoretto da 15 milioni di euro a disposizione del maxi cantiere in fase di progettazione di cui 6 stanziati dall'Europa e 5 milioni da Eni, che ha firmato con il Mibac un accordo di sponsorizzazione, mentre i restanti 4 milioni sono appostati nella contabilità speciale del commissario. Impossibile per Legnini stabilire, specie nel caso della basilica di Norcia, l'impatto che l'ordinanza speciale avrà sul cronoprogramma per la ricostruzione della basilica, ma in generale le deroghe contenute nei provvedimenti in deroga "riteniamo - ha detto il commissario - che possano anche dimezzare i tempi di intervento". Quella di San Benedetto, comunque, non sarà l'unica ordinanza speciale di cui beneficerà il cratere umbro del sisma:"Una è prevista per Cascia ed è in lavorazione, mentre Norcia è il Comune che sta valutando se procedere con un provvedimento unico o differenziarlo in base ai borghi interessati, e la terza sarà per Preci e riguarderà sia l'abbazia e il cimitero di Sant'Eutizio, opera molto molto complessa che stiamo già istruendo, più tutte le opere del Comune di Preci".

Foto: Basilica di San Benedetto Il sisma del 2016 l'ha ridotta così