scarica l'app
MENU
Chiudi
05/11/2020

Barriere architettoniche Nuove norme negli appalti

La Gazzetta Del Mezzogiorno

OSTUNI RIGUARDA I LAVORI STRADALI
OSTUNI Il Municipio della «Città bianca» l OSTUNI. L'Amministrazione comunale, con atto di Giunta n. 206 del 22 ottobre scorso, ha disposto di «inserire d'ora in avanti, nei capitolati di appalto relativi a lavori di asfalto o manutenzione del manto stradale, tra gli obblighi a carico dell'impresa appaltatrice la voce: "si ricorda e si sottolinea che è fatto obbligo all'impresa appaltatrice, impegnata nell'esecuzione del rifacimento o nella manutenzione del manto stradale, di raccordare a regola d'arte e senza che resti alcuno scalino, tutte le rampe e gli scivoli pedonali nel tratto interessato dall'intervento dall'appal to»; vigilare affinché sia rispettato tale obbligo da parte dell'impresa appaltatrice e di comunicare alla Cooperativa sociale Bandiera Lilla l'avvenuto impegno della Giunta Comunale» al fine della sua iscrizione nel Registro R.ar.e Questa la disposizione data al dirigente del settore Urbanistica, ing. Federico Ciraci che attuerà l'attività di coordinamento tra le istanze della pianificazione di settore e gli obblighi normativi delle imprese appaltatrici regolati dai Lavori Pubblici nei capitolati d'appalto. Il Comune ha avviato la redazione del piano per l'Eliminazione delle Barriere Architettoniche (Peba) al fine di «pianificare sistemi continui di spazi pubblici aperti e costruiti accessibili a tutti e che, a tal fine ed in linea con l'obiettivo 11 dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile che auspica il potenziamento di un'urbanizzazione inclusiva e sostenibile, è anche necessario promuovere un approccio progettuale integrato tra pianificazione urbanistica, interventi di trasformazione e di manutenzione ordinaria e procedimenti amministrativi attinenti alle mutazioni dello spazio urbano». La Cooperativa sociale «Bandiera Lilla» di Savona, ha indetto l'iniziativa denominata «R.a.r.e. - Registro rAmpe RaccordatE» avente per obiettivo la corretta realizzazione dei raccordi delle rampe e scivoli esistenti con il manto stradale al fine di migliorare le condizioni di mobilità dei cittadini con particolare attenzione verso la mobilità delle persone in carrozzina e questa iniziativa «è direttamente finalizzata a migliorare la qualità della vita di un numero elevato di cittadini tra cui le persone con disabilità in prima istanza, ma anche di persone anziane, genitori con passeggino, persone con difficoltà temporanea di deambulazione». Ora, se il Comune aderisce all'iniziativa esplicitando nel capitolato d'appalto dei lavori di asfaltatura il richiamo a tale obbligo e provvede a controllare nel dettaglio il rispetto di tale obbligo, la Cooperativa «Bandiera Lilla» inserirà il nome di Ostuni nel registro R.a.r.e. che raggruppa, appunto, gli Enti che scelgono di sottolineare e richiamare l'attenzione delle imprese su tale obbligo. Un'iniziativa che rientra tra le finalità istituzionali dell'Ente locale della «Città bianca» ed è aderente ai principi della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità ratificata dallo Stato Italiano con legge n° 18 del 3 marzo 2009, con particolare attenzione al principio di accessibilità.