scarica l'app
MENU
Chiudi
20/06/2019

BARONISSI Paola Florio Un nuovo avviso di conclusi…

Il Mattino

BARONISSI
Paola Florio
Un nuovo avviso di conclusione delle indagini preliminari, che vale anche quale informazione di garanzia, è stato inviato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore e notificato al sindaco Gianfranco Valiante, all'esecutivo della precedente amministrazione, con l'aggiunta del nome di un ex consigliere e dei tecnici esterni, in riferimento alla questione della scuola di Sava, attualmente chiusa per inagibilità. Le indagini sono state ampliate per ulteriori accertamenti. Oltre a Valiante (sindaco appena rieletto al secondo mandato), Anna Petta (riconfermata sua vice), Marco Picarone (neo assessore), Luca Galdi, Serafino De Salvo, Maria De Caro (tutti e tre eletti consiglieri di opposizione) e Maurizio De Simone (responsabile del settore patrimonio, ambiente e lavori pubblici del Comune), sono stati aggiunti anche i nomi dei tecnici esterni: Luca Ceruso, Giovanni Postiglione, Clemente Massaro e Bruno Giordano, incaricati, prima della progettazione esecutiva per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e riqualificazione dell'edificio scolastico Santa Maria delle Grazie di Sava, e successivamente di elaborare il progetto definitivo dei lavori di abbattimento e ricostruzione dello stesso stabile. In particolare, questo secondo incarico sarebbe stato assegnato «senza una specifica determina contenente la stima del valore del contratto e senza svolgere la procedura ad evidenza pubblica come previsto dalla legge per i contratti superiori a centomila euro».
LA PARENTELA
Inoltre, il rapporto di parentela tra il tecnico esterno Bruno Giordano e l'ex consigliere di maggioranza e presidente della commissione urbanistica (successivamente diventato assessore all'urbanistica, mobilità e pianificazione progettuale al posto di Luca Galdi) e oggi neo assessore alle attività produttive, commercio, artigianato e imprese, oltre ad eventi e protezione civile, Giuseppe Giordano, rispettivamente genero e suocero, rappresenterebbe una turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. In sintesi: il sindaco Gianfranco Valiante e gli altri componenti dell'ex esecutivo sono indagati per abuso d'ufficio; i tecnici esterni e Giuseppe Giordano, invece, sono indagati per turbata libertà del procedimento; mentre il responsabile del settore patrimonio, ambiente e lavori pubblici del Comune è indagato per violazione del codice degli appalti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA