MENU
Chiudi
11/01/2019

«Barellamento, privatizzazione flop»

QN - Il Resto del Carlino

LA FSI (Federazione sindacati indipendenti), sindacato autonomo rappresentativo a livello nazionale e firmatario di contratto nazionale, aderente alla confederazione Usae, ritiene opportuno fare una prima valutazione dell'appalto sul barellamento che da oltre un anno è utilizzato all'interno dell'Ausl di Imola. L'appalto è stato inutile in quanto l'Azienda si ritrova comunque a ricercare risorse per il trasporto degenti anche utilizzando contratti di somministrazione e figure professionali che non possono strutturalmente effettuare lo stesso lavoro degli operatori socio-sanitari. L'appalto ha comportato un peggioramento della qualità del servizio, non potendosi avvalere dell'esperienza e delle conoscenze del personale interno. L'appalto ha reso indisponibili posti di lavoro (quelli della centrale operativa) occupabili da personale aziendale con limitazioni non altrimenti ricollocabile. L'appalto ha comportato maggiori costi per l'azienda in termini gestionali, di risorse per il lavoro straordinario ed un notevole peggioramento delle condizioni lavorative per il personale dipendente dell'Ausl di Imola. Data la predetta esperienza fallimentare chiediamo la reinternalizzazione del servizio e l'assunzione del personale necessario utilizzando la recentissima graduatoria relativa alla procedura concorsuale per gli operatori socio-sanitari. Così facendo sarà anche possibile affiancare al personale infermieristico delle diverse unità assistenziali, il personale di supporto necessario alla costruzione di équipe che garantiscano il rispetto delle funzioni e delle competenze dei diversi profili. Alessandro Lugli, segreteria territoriale Fsi-Usae

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore