MENU
Chiudi
30/09/2018

«Bando per piazza Garibaldi Così rinasce il centro dopo il sisma»

QN - Il Resto del Carlino

- CONCORDIA - AL VIA il via il bando per la nuova piazza Garibaldi, stesso nome della piazza di Finale, da mesi al centro di vibrate polemiche, ma non mancano nemmeno a Concordia dove la minoranza contesta al sindaco Luca Prandini di parlare «erroneamente di progetto frutto del percorso partecipato di Comune e cittadini». Per Riccardo Zanini (lista civica Concordia Riparte), «è assurdo parlare di partecipazione quando su una popolazione di 8mila abitanti si presentano agli incontri una quarantina di persone. Noi siamo critici su quel progetto di cui non sappiamo nulla o quasi». Fatto sta, però, che lo scorso 26 settembre è stato pubblicato il bando di gara per l'affidamento dei lavori di realizzazione della nuova piazza Garibaldi. La stazione appaltante è l'Unione dei Comuni della Bassa reggiana, con cui Concordia ha stipulato una apposita convenzione. Il costo complessivo dell'intervento è di 1milione e 460 mila euro di cui 1 milione e 250 mila di contributo regionale, 176 mila di Atersir, e 34mila di risorse comunali. I soggetti interessati dovranno presentare le proposte economiche entro il 25 ottobre 2018 (tramite raccomandata o a mano all'ufficio Protocollo dell'Unione Bassa Reggiana) entro le 12 del 25 ottobre. «Arriviamo a questo momento dopo un lungo lavoro iniziato tra il 2013 e il 2014 - spiega il sindaco Luca Prandini - con i due percorsi partecipati che il Comune ha voluto per decidere le scelte strategiche del Piano di ricostruzione e la rivitalizzazione del centro storico. Con il crollo di palazzo Mari durante il terremoto, la piazza offre così una nuova prospettiva del paese». L'amministrazione decise di promuovere nel 2016 un concorso di idee cui parteciparono 54 studi tecnici. L'incarico venne affidato allo studio Km 426 di Viadana, nel Mantovano. Secondo l'amministrazione comunale «il progetto vincitore utilizza un linguaggio architettonico che richiama gli elementi tipici della morfologia urbana di Concordia, e si inserisce nella maglia a schiera di via della Pace, aprendosi e riorganizzando i volumi per diventare piazza di collegamento fra il centro storico e il nuovo polo scolastico». Secondo le minoranze, «abbiamo visto - commenta Zanini - solo il primo progetto, questo sarebbe il secondo e non è stato presentato in Commissione». v. bru.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore