scarica l'app
MENU
Chiudi
01/10/2019

Bando per le neo imprese Il sindaco Meluzzi: «Così aiutiamo i giovani»

QN - Il Resto del Carlino

FONTANELICE
- FONTANELICE - SCOMMETTERE sulle idee per rilanciare il futuro dell'Appennino. E' questo il 'filo rosso' che lega il bando pubblico per neo-imprese extra agricole e i comuni della Vallata. La gara, verrà presentata oggi, alle 17,30 nel Comune di Fontanelice dove avrà luogo un incontro aperto alla cittadinanza. Denominato nello specifico 'Aiuto all'avviamento e investimenti in neoimprese extra-agricole in zone rurali', il bando si rivolge a chiunque voglia dare vita a imprese individuali o microimprese nei territori della valle del Santerno, (senza dimenticare però il comune di Dozza). Il 'tesoretto' di risorse messe a disposizione per tutti i comuni ammonta complessivamente a 324.880,98 Euro. C'è tempo fino al 19 novembre per presentare la propria candidatura e il proprio progetto d'impresa. «Con questo nuovo bando - commenta il presidente del Gal (Gruppo azione locale dell'Appennino bolognese), Tiberio Rabboni -, offriamo un aiuto concreto alle persone che hanno un progetto imprenditoriale in testa ma non possono contare su tutte le risorse necessarie alla sua realizzazione - e aggiunge -. Il lavoro in montagna si incrementa anche in questo modo». L'INCONTRO, rivolto a tutti i cittadini della Valle del Santerno e del comune di Dozza e sostenuto dai cinque sindaci, sarà un'occasione per fornire informazioni e dettagli a tutte gli imprenditori in erba che parteciperanno. «Non solo i primi cittadini - commenta Gabriele Meluzzi, sindaco di Fontanelice -, ma anche i rappresentanti di categoria locali sono consapevoli delle opportunità derivanti da questo bando. Un'occasione importante per tanti giovani che hanno in mente di sviluppare un'idea, ma spesso non possiedono le risorse necessarie per avviarla». g. t.