scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
27/04/2021

Bando per il trasporto scolastico Depositate in Comune tre offerte

Corriere dell'Umbria

In lizza l'uscente Cmt, che teme per il futuro dei suoi trenta dipendenti, Troiani e una società frusinate
di Massimo Colonna TERNI K Tre nomi in corsa per il bando del trasporto pubblico scolastico, mentre non si placano le proteste di lavoratori e sindacati. Di contro l'amministrazione comunale difende l'avviso pubblico, definendolo "a tutela di tutti". Ieri negli uffici delComune sono state aperte le offerte: tre quelle ammesse, della Cmt, di Autoservizi Troiani e di Turismo Fratarcangeli, società del Frusinate.Ora siavvia lafase di analisi delle offerte presentate per arrivare poi al vincitore. Il bando in questi giorni è finito nel mirino dei sindacati, in particolare Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, e Ugl trasporti: "C'è il rischio concreto di un peggioramento del servizio - spiegano in una nota - visto che la base d'asta per il bando, a chilometro anziché a corpo, come è attualmente, vede un ribasso di partenza di circa il quaranta per cento". I sindacati dei lavoratori dei trasporti evidenziano come già in altri comuni della Regione che hanno intrapreso un percorso analogo, i gestori stessi hanno incontrato difficoltà a svolgere il servizio, con danni evidenti per i lavoratori coinvolti e soprattutto per l'utenza, ovvero alunni e alunne. "Chiediamo dunque che il Comune faccia una valutazione più attenta, tenendo conto anche delle caratteristiche di una città come Terni, doveil chilometraggio è inproporzione ridotto rispetto a realtà più piccole. Pur non essendo contrari all'effettuazione delle gare, siamo invece assolutamente contrari alla logica del massimo ribasso che, come sempre, ricade su lavoratori e utenza". Giovedì una delegazione di lavoratori (sono trenta quelli dell'uscente Cmt) ha incontrato il sindaco Latini. "La gara - ha spiegato il primo cittadino - è il frutto di una decisione politica del 2019 e si è resa necessaria in quanto il servizio di trasporto scolastico è oggi garantito in virtù di un precedente contratto del 2005, ante codice degli appalti, proseguito per 11 anni dopo la naturale scadenza. Non sarebbe stato possibile agire diversamente nel rispetto della legge e della normativasull'anticorruzione e sulla trasparenza. Il nuovo appalto tutela l'interesse pubblico, avendo come importo a base d'asta unprezzo in lineacon quanto previsto attualmente dai comuni in ambito regionale, tutela i lavoratori, garantendo la clausola sociale al fine di promuovere la stabilità occupazionale, tutela l'ambiente, efficientando il parco vetture, tutela la qualità del servizio, premiando la manutenzione, la pulizia e la sicurezza degli automezzi, prevedendo un sistema di trasporto tracciabile in base alla tecnologia Gps e tutela le famiglie introducendo le fasce Isee per la tariffazione. I lavoratori sono tutelati anche dalla previsione dell'applicazione del contratto nazionale di lavoro della categoria autoferrotranvieri".

Foto: Appalto Il contratto per il trasporto scolastico attualmente in vigore risale al 2005. La gara è stata predisposta a seguito di una decisione politica del 2019