scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/06/2021

Bando per i nuovi vertici Rt, spunta il nome di Prestileo Il braccio destro di Scullino figura fra i tre candidati al ruolo di amministratore Bando per i nuovi vertici Rt, spunta il nome di Prestileo Il braccio destro di Scullino figura fra i tre candidat

Il Secolo XIX - Andrea Fassione

Andrea Fassione / ImperiaSpunta il nome dell'ex city manager di Ventimiglia, ora dirigente part time dello staff del sindaco Gaetano Scullino, tra i pretendenti alla carica di amministratore unico di Riviera Trasporti. Marco Prestileo, secondo le indiscrezioni, ha risposto al bando di selezione della Provincia per subentrare al Cda uscente guidato da Riccardo Giordano (Pd). Una candidatura che non è passata inosservata, tanto che il nome del commercialista ventimigliese (ora anche liquidatore di Aiga) ha cominciato a circolare fino a diventare di dominio pubblico. Ma Prestileo non è il solo ad aspirare a dirigere una società in difficoltà finanziarie, la cui principale azionista, la Provincia, non ha ancora confermato il futuro riaffidamento "in house" del servizio di trasporto pubblico locale.Oltre al curriculum di Prestileo ce n'è anche uno di un membro del Consiglio di amministrazione in carica: si tratta di Andrea Piana, sanremese, ex An, anche lui con esperienze amministrative (è stato presidente proprio di Rt tra il 2008 e il 2011 e amministratore unico di Rt Piemonte nel 2009). Il terzo nome che filtra è invece quello di Marco Gusella, già funzionario del gruppo Arriva e, in passato, amministratore delegato di Riviera Trasporti Linea. Raggiunto per un commento, il presidente della Provincia Domenico Abbo non si sbilancia. «Non posso parlare di nomi perché c'è una procedura in corso - spiega - ma bisognerà anche valutare i requisiti dei candidati, ci lavorano gli uffici. Poi c'è anche una questione di "intuito personae", visto che la carica di amministratore unico è, anche, di tipo fiduciario. Bisogna vedere quale sarà il progetto». Non è nemmeno escluso che la Provincia torni sui suoi passi, rivedendo la scelta di concentrare l'organo in una sola persona e riproponendo una triade per il prossimo triennio. In quel caso, dovrà per forza esserci una donna. Attualmente la quota rosa è assicurata dalla dianese Paola Castelli. Il Cda in scadenza dovrà presentare entro fine mese il bilancio all'assemblea dei soci, dopo un 2020 e 2021 non facili causa pandemia. Il piano di ristrutturazione è in mezzo al guado: si attendono proposte congrue per la vendita dei depositi di Sanremo e Ventimiglia, operazione che doveva ridurre l'esposizione finanziaria. Al tempo stesso, la dote in conto capitale delle ex colonie di Nava è congelata fin quando non arriverà l'omologa al piano. Quanto agli scenari paventati nella delibera di Consiglio di fine 2020 (prosecuzione del servizio tpl "in house" oppure gara a doppio oggetto, dismissione quote o ancora ulteriore proroga), il presidente della Provincia Abbo prende tempo confermando che tutti gli scenari sono aperti, nonostante l'apprensione dei sindacati.