scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/02/2021

Bando imprese femminili 1,5 milioni a fondo perduto

L'Arena di Verona

FONDI REGIONALI. Domani un webinar informativo di Confartigianato
Il lavoro femminile è stato messo a dura prova dall'emergenza Covid 19. La Regione corre in soccorso delle imprenditrici, riproponendo il bando per l'erogazione di contributi in conto capitale alle attività a prevalente o totale partecipazione rosa, con diverse novità. «Ad esempio», afferma Elena Favero, presidente di Confartigianato Donne Verona, «il fondo di un milione e mezzo di euro e contributi a fondo perduto per l'acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature di fabbrica, mobili, opere edili, murarie, impiantistiche, software, brevetti, licenze ecc., fino al 40% della spesa, mentre la soglia del precedente bando era del 30%».La componente di genere nell'artigianato veneto è di rilievo: sono 36.867 le imprenditrici artigiane, sulle 88mila imprese femminili totali (22% dell'artigianato). «In provincia di Verona, 6.704, sulle 17.758 a conduzione femminile (pari al 21% del comparto)», afferma Favero.Confartigianato Veneto ha proposto quest'anno alla Regione di ampliare la platea delle possibili beneficiarie, di incrementare le voci di spesa e la percentuale del contributo a fondo perduto.Settori dell'imprenditoria artigiana a forte presenza femminile come la sartoria, l'abbigliamento, il calzaturiero, le preparazioni alimentari d'eccellenza, per il canale horeca (Hotel, ristoranti, bar e catering) e tutte le altre produzioni rivolte al turismo hanno subito pesanti battute d'arresto. «Ora, daremo la massima diffusione all'opportunità e accompagneremo le aziende nella presentazione delle domande, per via telematica», promette il presidente della Confederazione, Roberto Iraci Sareri.Anche nel commercio, turismo e terziario la componente femminile è rilevante. Per veicolare le opportunità del bando, Confcommercio Veneto punta su Terziario Donna, guidata a livello provinciale e regionale da Roberta Girelli.Domani, alle 14, si svolgerà un webinar in cui Confcommercio Verona presenterà l'iniziativa e le modalità di accesso. Il link per la partecipare va chiesto scrivendo ad areasoci@confcommercioverona.it entro le 18 di oggi.«Questo bando», precisa Girelli, «riconosce il ruolo dell'imprenditoria femminile, in forte sviluppo negli ultimi anni negli ambiti del commercio, dei servizi e delle professioni. Bene, rispetto agli anni scorsi, l'abbassamento della soglia della spesa minima e che possano essere portate in rendicontazione anche le spese relative ai canoni di utilizzo e leasing, forme sempre più diffuse. Come pure la possibilità di rendicontare campagne social». Per ulteriori informazioni è possibile scrivere e a info@confiditer.it, oppure telefonare allo 045.956764.