scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/02/2021

Bando da due milioni Approvati 9 progetti ferraresi

La Nuova Ferrara

REGIONE
Bologna. La Regione Emilia-Romagna ha accolto, approvato e finanziato con due milioni di euro 204 progetti «in grado di favorire l'accesso a nuovi mercati e a nuovi canali di vendita, soprattutto digitali, e per rafforzare la parte di commercio estero all'interno dell'azienda».È la prima call dei due bandi regionali del programma Emilia-Romagna Go Digital che metteranno complessivamente a disposizione oltre cinque milioni di euro a sostegno di progetti dei consorzi e di singole imprese per promuovere l' export e per la partecipazione a eventi fieristici nel 2021. Secondo l'assessore allo sviluppo economico Vincenzo Colla «sono progetti che consentiranno di avere ricadute economiche e occupazionali anche in Emilia-Romagna. Ma soprattutto si tratta di un incentivo a recuperare terreno sui mercati internazionali, dopo lo stop dettato dalla pandemia. Proprio l'emergenza sanitaria, che blocca gli spostamenti e gli eventi in presenza, rende necessario per le imprese incrementare la propria presenza ed attività sui canali commerciali digitali». Le misure dei due bandi sono state destinate a Pmi e Consorzi per l'internazionalizzazione con sede in Emilia-Romagna per progetti realizzati nel periodo tra il primo gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021. In questa prima fase (che si è chiusa a dicembre scorso) sono 52 le domande ammesse nel bolognese per un contributo di oltre 500 mila euro, 9 quelle ammesse in provincia di Ferrara (quasi 88mila euro), 19 a Forlì-Cesena (190mila euro). Nel modenese sono 34 le domande finanziate con quasi 340mila euro, 24 a Parma (233mila), sei nel piacentino (quasi 60mila euro), 25 a Ravenna (circa 246mila euro), 29 a Reggio Emilia (283mila) e 6 a Rimini (60mila euro).Alla seconda fase si potranno presentare le domande a partire dalle ore 12 del primo giugno 2021 e fino alle ore 16 del 30 giugno 2021. Il bando destinato a piccole e medie imprese per progetti di promozione dell' export e per la partecipazione a eventi fieristici 2021 assegna un contributo del 100% del costo del progetto, fino a un massimo di 10 mila euro. Le tipologie delle spese che possono essere finanziate riguardano business to business (b2b) ed eventi (partecipazione a eventi promozionali o b2b fisici o virtuali realizzati da organizzatori internazionali); la partecipazione a fiere all'estero o in Italia con qualifica internazionale di natura fisica o virtuale. In quest'ultimo caso per fiere in presenza saranno ammessi i costi per affitto spazi, allestimento (incluse le spese di progettazione degli stand), gestione spazi, trasporto merci in esposizione e assicurazione delle stesse, ingaggio di hostess/interpreti; mentre per le fiere virtuali saranno ammessi i seguenti costi: iscrizione alla fiera e ai relativi servizi, consulenze in campo digital, hosting, sviluppo piattaforme per la virtualizzazione, produzione di contenuti digitali, accordi onerosi con media partners, spese di spedizione dei campionari. --© RIPRODUZIONE RISERVATA