scarica l'app
MENU
Chiudi
06/06/2019

Bando da 19,6 milioni per gestire la piscina

Il Mattino di Padova - Nicola Cesaro

Al via la gara per la concessione ventennale della struttura Valore calcolato sugli ultimi bilanci e i 150mila accessi annui este
Nicola Cesaro ESTE. Il bando di gara per la gestione della piscina comunale di Este è stato ufficialmente trasmesso alla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea e da ieri è pubblicato anche nel sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Valore della concessione: 19,46 milioni di euro, di cui 1,46 per i lavori di ampliamento dell'impianto. La cifra non equivale a somme che il Comune dovrà versare o incassare, bensì alle entrate stimate per ogni anno di attività. È una stima legata ai bilanci degli ultimi anni. Ci sarà tempo fino al prossimo 18 luglio per aderire al bando che prevede, tra le altre cose, la gestione della struttura per vent'anni. LA GARALa gara non sarà seguita direttamente dagli uffici del Comune di Este, ma dal Centro unico di committenza della Federazione dei Comuni del Camposampierese, come previsto dal codice degli appalti pubblici. Spiega l'assessore allo Sport, Sergio Gobbo: «Dopo oltre quarant'anni di attività e a vent'anni dall'ultimo intervento di ampliamento e restauro, è avviata la gara per l'affidamento della nuova concessione che dovrà ottemperare anche ai lavori di riqualificazione e ampliamento dell'impianto sportivo. Si tratta di un progetto ambizioso per un intervento strutturale importante che ha tenuto conto delle istanze raccolte da chi vi lavora e da chi vi pratica sport sia a livello agonistico che amatoriale. Sarà garantita la continuità del servizio e delle gare durante l'avvicendamento delle gestioni così come durante i cantieri». Secondo l'assessore al Patrimonio, Luca Menini, «lo studio fattibilità tecnico-economica è stato redatto in modo da costituire una proposta appetibile per un privato che intenda investire in questo tipo di attività garantendo un servizio di qualità». PISCINA E LAVORID'altro canto la piscina comunale ha un bacino d'utenza molto ampio e registra ogni anno 150 mila accessi. L'ampia vasca esterna le rende fruibile anche d'estate. Già da anni, tuttavia, era evidente la necessità di interventi di adeguamento degli impianti idrotermosanitari, di bagni e docce, serramenti, ma anche interventi edili e di manutenzione straordinaria della vasca interna esistente. Chi si prenderà in carico la gestione ventennale della piscina dovrà provvedere a questi lavori, ma soprattutto a realizzare una nuova vasca per acquafitness e riabilitazione e a fornire l'impianto di una nuova palestrina e di una sala riunioni. La nuova vasca sarà divisa in due quote: una con profondità di 80 cm per i primi approcci con l'acqua dei bimbi e una con profondità di 120 cm per acqua fitness, come idrobike e acquagym, collegate da una struttura di risalita, utile per attività di riabilitazione in vasca. Sarà inoltre ampliato il parcheggio per arrivare ad un totale di 190 posti auto. Il cronoprogramma dei lavori, ribadiscono dal Comune, è stato studiato in modo che i lavori non intralcino in alcun modo le attività dell'impianto. La durata dei lavori toccherà i tre anni. Da settembre il nuovo gestore potrebbe entrare in servizio nella piscina .--