scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/02/2021

Bando case a 1 euro ecco chi ha vinto

La Gazzetta Del Mezzogiorno

.
L'assessore Viggiano: presto in vendita altre 25 LE OFFERTE LE ESCLUSIONI Sono state 18 le proposte pervenute agli uffici tecnici comunali Alcuni progetti non ammessi per l'assenza della certificazione energetica
FABIO VENERE l Case a 1 euro nel centro storico di Taranto, sta per partire la seconda fase. Nella tarda mattinata di ieri, infatti, è stata pubblicato sull'Albo pretorio il provvedimento con cui sono state rese note le decisioni della commissione incaricata di valutare le 18 offerte pervenute. Che, dunque, ha designato gli aggiudicatari del primo bando a cui, nei prossimi giorni, ne seguirà un altro. Lo ha annunciato, sempre nella giornata di ieri, in un video allegato al comunicato stampa l'assessore ai Lavori pubblici e al Patrimonio, Francesca Viggiano . In particolare, saranno 25 le unità immobiliari comunali della Città Vecchia, comprese in 10 lotti, da vendere ad 1 euro. L'iniziativa dell'Amministra zione comunale di Taranto, guidata dal sindaco Rinaldo Melucci , «ha suscitato l'interesse di investitori provenienti da ogni parte del mondo per la Città Vecchia ed è destinata a non esaurirsi», si ribadisce nella nota inviata alla stampa (che conferma, quindi, le anticipazioni della Gazzetta ). «Il progetto "Case a 1 euro"" spiega l'assessore al Patrimonio ci sta permettendo di riqualificare alcune porzioni del quartiere, con un processo di rigenerazione che coinvolge direttamente gli investitori. I vincoli che abbiamo posto nel bando, infatti, legano gli acquirenti all'im mobile e alla sua destinazione abitativa: nel medio periodo, il nostro intento è ripopolare quelle porzioni dell'Isola Madre oggi abbandonate». In effetti, secondo quel che filtra da ambienti vicini all'Amministrazione comunale, alcune proposte tra quelle presentate (pur essendo di buon livello tecnico) non hanno ricevuto il semaforo verde dal Municipio proprio perché nella documentazione presentata non era stata allegata la certificazione energetica. Requisito, questo, espressamente richiesto dal bando. La commissione ha così definito la seguente graduatoria: vi co Serafico ( Elena Gazzola e Alessandro Tessaro ); Postier la angolo via Di Mezzo (nes suna offerta valida); via Santa Chiara ( Vincenzo Fanelli & C tecnico incaricato: ingegner Campidoglio, 25 punti);; Pantar srl, tecnico incaricato, ingegner Nicola Bradascio e altri, totale: 25 punti; Elena Gazzola e Alessandro Tessaro, tecnico incaricato, architetto Alessandro Tessaro, 20 punti); ingegner Giovannino Nicolosi, 20 punti; via Di Mezzo particella catastale 1132 : proponente e tecnico architetto Valentina Spataro , 22 punti; via Di Mezzo, particella 1119 : proponente Anna Krivosheeva , tecnico incaricato, architetto Massimo Prontera e altri; 17.75 punti; Per le schede n. 2 e 3 (rispettivamente Postierla particella catastale 1156 e Po stierla particella n. 1161 ), invece, non è pervenuta alcuna proposta. Il progetto «Case a 1 euro», va evidenziato, rientra in una più ampia strategia messa in campo dal Comune. Il riferimento è all'esigenza di ripopolare i vicoli del centro storico, da un lato, con questa vendita simbolica di parte del patrimonio immobiliare comunale e, dall'altro, con il programma per favorire l'edilizia agevolata (il cosiddetto housing sociale) e, infine, con il bando Sisus per riqualificare l'ex convento di San Gaetano (Cantiere Maggese) e Palazzo Amati e con i fondi Cis per i palazzi storici. Riepilogando, infine, gli edifici posti in vendita ad 1 euro sono i seguenti: fabbricato vico Serafico 3; Postierla Immacolata 5 e 7; Postierla Immacolata 9 e 11; Postierla Immacolata angolo via Di Mezzo 198 e 200; via Santa Chiara 10, 12 e 14; edificio ubicato in via Di Mezzo ai numeri civici 164, 166 e 168 e, infine, concludono l'elen co stilato dai tecnici comunali l'immobile ubicato in via Di Mezzo n. 122 e quello in vico Trappeto n. 2. Ma per 3 di questi, non c'è stato alcun aggiudicatario.

Foto: IN VIA DI MEZZO Nella foto accanto a sinistra, uno degli immobili posti in vendita dal Comune di Taranto al prezzo simbolico di 1 euro


Foto: L'ASSESSORE Francesca Viggiano (Patrimonio)