scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
16/03/2021

” Bando borghi”, il Tar dà ragionea Conflenti

Gazzetta del Sud

Il ricorso presentato dal Comune
Alcune amministrazioni si sono opposte alla graduatoria regionale
CONFLENTI Il Tar dà ragione al Comune di Conflentie rigetta la sospensiva teaa bloccare il" Bando sui borghi". In particolare, il Comune di Figline Vegliaturo,così come altri, si era opposto ricorrendo al Tar per chiedere la sospensiva della procedura in itinere dopo la pubblicazione della graduatoria. Nella memoria di costituzione, il legale del Comune di Conflenti, avvocato Alfredo Gualtieri del Foro di Catanzaro, aveva evidenziato «l' infondatezza del ricorso in quanto basato su una prospettazione non solo molto" parziale", oltre che" di parte", quanto orientataa pretendere una palese illegittimità da parte della Regione," rimessa sulla giusta strada"a suon di diffide dopo la" tent azione" avuta (in periodo preelettorale) di distribuire"a pioggia"l' intero finanziamento messoa bando addirittura dopo aver già definito la procedura ad evidenza pubblica ed individuatoi beneficiari». Il Comune di Conflenti, rientrando nelle caratteristiche richieste dal Bando, aveva partecipato alla procedura trasmettendo, mediante piattaforma telematica la domanda di agevolazione. Con successivo decreto n. 1737 del 14.2.2019,è stata nominata la Commissione esaminatrice, con il compito di valutare le proposte di progetto inoltrate dai Comuni partecipanti ed ammesse alla procedura, utilizzandoi criteri ed i relativi punteggi stabiliti dall' art. 12 dell' Avviso pubblico. Correttamente, ad esito di tale fase, con decreto dirigenziale n. 4534 del 9.4.2019 il Dipartimento Urbanisticae Beni Culturali- Settore5- Centri Storici, Borghi, Beni Culturali, Aree, Museie Parchi Archeologici, ha decretato «di provvedere con successivo atto alla pubblicazione delle graduatorie provvisorie».È seguito un lungo quanto" sospetto"silenzi o, tantoè che il Comune di Conflenti «non ricevendo notizie sull' av venuta pubblicazione della graduatoria ha chiesto formalmente di conoscere la graduatoria dei Comuni ammessi al finanziamentoe invitato il Dipartimento competentea voler procedere alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale conformementea quanto già previsto». Tale" sollecito" siè reso necessario poiché anche al Comune di Conflenti erano pervenute" sospette" convocazioni" personali" in ambito regionale finalizzate all' avvio dell' attuazione degli interventi peri quali non risultavano, però, assegnatii finanziamenti con le modalità previste dal bando. «L'o rdinanza del Tar- ha detto il sindaco Serafino Paola- fa giustizia. Ora si spera chei Comuni possano essere convocati per la firma della Convenzionee avviare nel concretoi progetti di rilancio dei Borghi». «Ora si spera di essere convocati dalla Regione per firmare la convenzione» Serafino Paola