scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
07/04/2021

BANDI E FONDI REGIONALI E STRUTTURATI

ItaliaOggi Sette

SETTORE INNOVAZIONE REGIONE LOMBARDIA Contenuto: è aperto un bando di Regione Lombardia. L'Asse I supporta il sistema lombardo della ricerca e innovazione valorizzando ambiti, domini tecnologici ed eccellenze regionali e incentivando i meccanismi di trasferimento tecnologico per creare esternalità positive sul sistema imprenditoriale. Il bando fa riferimento alla Azione I.1.B.1.1: Linea Innodriver - sostegno per l'acquisto di servizi per l'innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese. Innodriver è strutturato su tre Misure. La Misura A è volta a stimolare l'innovazione tecnologica di processo e di prodotto, supportando la collaborazione tra pmi e i centri di ricerca registrati nel sistema Questio. La Misura B accompagna le imprese alla partecipazione a programmi di ricerca, sviluppo e innovazione europei, promuovendo esperienze di successo nei paesi dell'Ue e favorendo la nascita e l'aggregazione di imprese. La Misura C riguarda la brevettazione. Il nuovo bando concerne nello specifico la misura C, volta a sostenere i processi volti all'ottenimento di brevetti/modelli europei/internazionali. Riferimenti: www.bandi.regione.lombardia.it SETTORE INTERNAZIONALIZZAZIONE REGIONE MARCHE Contenuto: le pmi possono partecipare a un bando della Camera di Commercio delle Marche che elargisce ha stanziato 800 mila euro per favorire la partecipazione alle manifestazioni fieristiche, anche attraverso apposite piattaforme digitali. Possono presentare domanda micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale nel territorio della Regione Marche. Possono essere coperti costi solo per le fiere inserite in un apposito elenco a carattere internazionale che si svolgono in Italia o all'estero, a carattere nazionale previste nelle Marche, e fiere digitali (rif. http: //www.calendariofiereinternazionali. it). I costi ammissibili sono per esempio per le fiere in presenza noleggio spazi espositivi e allestimento; per quelle digitali per esempio attività di interpretariato; assistenza tecnica. Possono essere coperti anche i costi per la partecipazione a corsi di formazione per la preparazione ai mercati internazionali; partecipazione a iniziative promozionali e di marketing a pagamento previste dal programma della fiera prescelta dall'elenco indicato. Per quanto riguarda le fiere virtuali sono coperti per esempio anche i costi di iscrizione alle piatteforme virtuali e di utilizzo di ogni altro strumenti previsto. Il contributo camerale ammonta a un massimo di 2.500 euro. Si può inol trare la domanda tra il 9 luglio 2021 e il 27 luglio 2021. Si ricorda inoltre che per rilanciare l'export italiano e supportare la transizione al digitale delle pmi italiane, Invitalia ha stanziato 50 milioni di euro con il voucher Internazionalizzazione 2021, rivolto alle micro e piccole imprese di tutte le regioni che vogliano espandersi all'estero. Il voucher copre le spese per contratti di consulenza dei TEM riconosciuti dal ministero degli esteri. Riferimenti: https: //www.marche.camcom.it/ fai-crescere-la-tua-impresa/bandi-e-contributi/bando-fiere-primo-semestre-2021 - www.invitalia.it SETTORE INVESTIMENTI REGIONE LOMBARDIA Contenuto: si può beneficiare dei fondi AL VIA che supportano il rilancio degli investimenti delle pmi lombarde nella fase della ripartenza tramite la concessione di finanziamenti a medio lungo termine, assistiti da una garanzia regionale gratuita e abbinati a un contributo a fondo perduto in conto capitale. La nuova Linea Investimenti Aziendali Fast finanzia anche gli investimenti legati all'adeguamento ai nuovi protocolli sanitari e di sicurezza in seguito all'emergenza Covid-19. Finlombarda Spa opera come organismo intermedio nell'erogazione del contributo in conto capitale per le domande presentate a partire dall'apertura dello sportello. Sono stanziati 340 milioni di euro da Finlombarda e dagli intermediari convenzionati per i finanziamenti e 82 milioni di euro per le garanzie e 55,5 milioni di euro per i contributi a fondo perduto in conto capitale a valere sull'Asse III del Por Fesr 2014-2020 di Regione Lombardia. Possono presentare domanda per tutte le linee di intervento le pmi operative in Lombardia da almeno ventiquattro mesi di vari settori quali attività manifatturiere, costruzioni, trasporto e magazzinaggio, servizi di informazione e comunicazione, attività professionali, scientifiche e tecniche, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese agromeccaniche. Si segnala la Linea Sviluppo Aziendale che finanzia gli investimenti per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo tramite la concessione di finanziamenti con importo compreso tra 50 mila e 2,85 milioni di euro, durata compresa tra 3 anni e 6 anni (di cui massimo 18 mesi di preammortamento); la Linea Rilancio Aree Produttive che finanzia gli investimenti per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo legati a piani di riqualificazione e/o riconversione territoriale di aree produttive tramite la concessione di finanziamenti con importo compreso tra 50 mila e 2,85 milioni di euro, durata tra 3 anni e 6 anni di cui massimo diciotto mesi di preammortamento; la Linea Investimenti Aziendali Fast che finanzia gli investimenti in programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo compresi quelli legati all'adeguamento ai nuovi protocolli sanitari e di sicurezza in seguito all'emergenza da Covid-19 tramite la concessione di finanziamenti con importo compreso tra 85 e 760 mila euro, durata tra 3 e 6 anni di cui massimo 18 mesi di preammortamento. I finanziamenti sono erogati per una quota compresa tra il 20 e il 70% alla sottoscrizione del contratto di finanziamento e per la restante quota a conclusione del progetto. Il tasso di interesse nominale annuo finale dei finanziamenti è determinato dai soggetti co-finanziatori in seguito a istruttoria economico-finanziaria. Per le Linee Sviluppo Aziendale e Rilancio Aree produttive, il contributo a fondo perduto in conto capitale è compreso tra il 5% e il 15% dell'investimento ammissibile in base alla tipologia di progetto, al regime di aiuto selezionato dall'impresa richiedente, alla dimensione dell'investimento e/o alla dimensione di impresa. Per la Linea Investimenti Aziendali Fast e sino al temine di validità del regime di aiuto del Quadro Temporaneo, il contributo a fondo perduto in conto capitale è pari al 15% dell'investimento ammissibile; al termine di validità del Quadro Temporaneo il contributo a fondo perduto in conto capitale è compreso tra il 5% e il 15% dell'investimento ammissibile a seconda della dimensione dell'impresa, del regime di aiuto selezionato dall'impresa richiedente, alla dimensione dell'investimento e/o alla dimensione di impresa. La garanzia regionale gratuita è rilasciata a favore dell'impresa richiedente a copertura di massimo il 70% dell'importo di ciascun finanziamento. Le agevolazioni sono concesse in alternativa, a scelta del beneficiario, nel rispetto del regolamento de minimis oppure nel rispetto del regolamento di esenzione per la Linea Sviluppo Aziendale e Linea Rilancio Aree Produttive. La quota di contributo a fondo perduto concessa nell'ambito della Linea Investimenti Aziendali Fast è inquadrata nel Quadro temporaneo fino a scadenza, mentre la quota di garanzia nel regime de minimis. I progetti devono essere realizzati in Lombardia e collegati alla Strategia di Specializzazione Intelligente (S3 - Aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato, mobilità sostenibile) di Regione Lombardia. La durata è di 15 mesi per i progetti presentati sulla Linea Sviluppo Aziendale, 18 mesi per la Linea Rilancio delle Aree Produttive, otto mesi per la Linea Investimenti Aziendali Fast fatta salva la possibilità di proroga fino a due mesi aggiuntivi. Le spese ammissibili sono diverse a seconda delle linee. Per la Linea Sviluppo Aziendale sono incluse spese per acquisto macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive, acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware), acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione, opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all'introduzione di criteri di ingegneria antisismica (non oltre il 20% del totale delle spese ammissibili). Mentre per le spese della Linea Rilancio Aree Produttive sono incluse per esempio acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive; acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware); acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione; opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all'introduzione di criteri di ingegneria antisismica o acquisto di proprietà/diritto di superficie in relazione a immobili destinati all'esercizio dell'impresa non oltre il 50% del totale delle spese ammissibili. Mentre per Linea Investimenti Aziendali Fast sono incluse le spese quali acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive; acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware); acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione; opere murarie, opere di bonifica, impiantisti ca; sistemi software; interventi strutturali all'impianto di aerazione della struttura finalizzate al miglioramento della sicurezza sanitaria; rimodulazione e ri-progettazione del layout degli spazi di/per lavoro connessi alle esigenze normative in ambito sanitario; spese di consulenza non oltre il 15% del totale delle spese ammissibili. La Giunta di Regione Lombardia ha incrementato con 4 milioni di euro il finanziamento delle imprese con il Bando Al Via - Linea Investimenti aziendali Fast. Riferimenti: www.siage.regione.lombardia.it - numero verde 800.131.151 -https://www.finlombarda.it/ finanziamenti-e-servizi/finanziamenti/imprese/investimenti-in-sviluppo-aziendale/al-via SETTORE SICUREZZA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Contenuto: è aperto un bando della Camera di commercio di Piacenza con un budget totale di 425 mila euro; è finalizzato a sostenere progetti per garantire la sicurezza sanitaria nei luoghi di lavoro. Possono presentare domanda aziende, anche in forma cooperativa, consorzi con sede legale o unità operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Piacenza. Possono essere coperte spese di acquisto, installazione e posa di impianti e attrezzature che permettano di proseguire l'attività produttiva quali sistemi di controllo della temperatura corporea, sistemi per regolare l'afflusso in azienda; igienizzazione e sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro; acquisto di soluzioni disinfettanti; acquisto di dispositivi di protezione individuale (mascherine, guanti, divisori); costi per l'aggiornamento dei protocolli operativi interni; spese per i servizi di verifica e sorveglianza per un controllo fisico negli accessi e nella permanenza del pubblico e dei dipendenti. Si possono ottenere massimo 10 mila euro. Riferimenti: https: //www.pc.camcom.it/ SETTORE SPORT REGIONE LOMBARDIA Contenuto: si segnala che Finlombarda Spa e Credito Sportivo per il rilancio degli investimenti in Lombardia negli ambiti dello Sport e della Cultura comunicano l'adesione dell'Istituto a Credito PPP, prodotto dell'area «Corporate Banking» della finanziaria regionale. Credito PPP mette a disposizione delle imprese lombarde di ogni dimensione un plafond di 200 milioni di euro di Finlombarda Spa per finanziare gli investimenti in opere e servizi pubblici realizzati da imprese aggiudicatarie di concessioni e contratti di partenariato pubblico-privato. Finlombarda Spa interviene in pool con gli intermediari finanziari convenzionati con una quota massima di 24 milioni di euro e fino a un massimo di 20 anni. Finlombarda Spa è la società finanziaria di Regione Lombardia e intermediario finanziario vigilato da Banca d'Italia. Nell'assolvere al compito istituzionale di concorrere all'attuazione dei programmi di sviluppo economico del territorio, Finlombarda Spa progetta, realizza e gestisce prodotti e servizi finanziari a valere su risorse proprie, regionali e comunitarie a sostegno delle imprese e dei professionisti lombardi. Finlombarda Spa affianca Regione Lombardia nella strutturazione di operazioni finanziarie in ambiti strategici per l'attrattività e la competitività del territorio. L'Istituto per il Credito Sportivo, banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello Sport e della Cultura, è leader nel finanziamento all'impiantistica sportiva grazie alla tradizione e all'esperienza consolidata in oltre sessant'anni di attività. Riferimenti: www.finlombarda.it SETTORE SVILUPPO REGIONE LOMBARDIA Contenuto: è aperto un bando della Regione Lombardia con una misura straordinaria riservata alle operazioni di finanziamento rivolta alle micro, piccole e medie imprese della ristorazione e delle attività storiche e di tradizione. L'importo ammonta a 22 milioni di euro. Si tratta di contributi per l'abbattimento del tasso di interesse applicato ai prestiti concessi dalle banche. Inoltre è previsto un ulteriore contributo a copertura del costo della garanzia, compresi i costi di istruttoria per le pratiche presentate tramite i consorzi garanzia collettiva fidi (Confidi), che si impegnino ad applicare tariffe calmierate sulle operazioni oggetto di agevolazione. Possono beneficiare dei fondi aziende di vari settori tra cui ristorazione, gelaterie, pasticcerie, bar e altri esercizi simili senza cucina, attività storiche e tradizionali. Le domande possono essere inoltrate direttamente dall'impresa o attraverso un confidi. Si ricorda che anche per il 2021 Fondazione Cariplo ha lanciato il bando Coltivare valore per sostenere pratiche di agricoltura sostenibile in ottica agroecologica e sociale, come strumento di presidio e risposta ai rischi territoriali di carattere ambientale e come occasione di sostegno e inclusione sociale delle persone in condizioni di svantaggio. Coltivare Valore è un bando a due fasi promosso dall'Area Ambiente e dall'Area Servizi alla Persona, finalizzato alla tutela dell'ambiente e allo sviluppo economico locale attraverso pratiche di agricoltura sostenibile e sociale. L'agricoltura sociale rappresenta di fatto una delle politiche attive del lavoro in grado di aumentare l'occupabilità delle fasce deboli. I progetti dovranno inoltre obbligatoriamente essere realizzati all'interno del territorio della Lombardia o delle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola; adottare tecniche agricole sostenibili ispirate ai principi e processi agroecologici (es. il riciclo degli elementi nutritivi, l'impiego di colture di copertura, i sistemi policolturali, le rotazioni colturali, la lotta biologica ecc.). Il budget a disposizione è pari a 2.750.000 euro. Eventuali costi ammortizzabili non potranno essere superiori al 50% dei costi totali di progetto. Riferimenti: http: //www.unioncamerelombardia.it -https://www.fondazionecariplo.it/it/bandi/ambiente/ coltivare-valore-2020.html SETTORE SVILUPPO REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Contenuto: è aperto un bando della Regione Friuli Venezia Giulia che elargisce contributi per l'assunzione di disoccupati e precari. Le domande possono essere presentate fino al 31 agosto 2021. Possono presentare domanda imprese e loro consorzi; associazioni e fondazioni; soggetti esercenti le libere professioni in forma individuale, associata o societaria; cooperative e loro consorzi. Gli aiuti sono per assunzioni a tempo indeterminato e inserimenti in cooperative; assunzioni a tempo determinato; stabilizzazioni di lavoratori precari. Non è necessario che i lavoratori assunti (cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in regola con la vigente normativa in materia di immigrazione) siano residenti nella Regione Friuli Venezia Giulia da minimo cinque anni alla data di presentazione della domanda. Possono essere incentivate assunzioni a tempo indeterminato e inserimenti in cooperative. Il contributo regionale varia a seconda della misura considerata. Gli importi variano da 5 mila a mille euro in media in base ai parametri. In caso di assunzioni di almeno dieci lavoratori con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e/o determinato di durata non inferiore a dodici mesi effettuate sul territorio regionale, l'importo viene aumentato, per esempio se si assumono più di cinquanta persone l'importo viene aumentato del 30%. Il contributo viene elargito anche per stabilizzazioni di lavoratori precari in rapporti a tempo indeterminato. Le domande possono essere inviate entro il 31 agosto 2021. Riferimenti: https://loginfvg.regione.fvg.it/loginfvg/spid/index.jsp - http://www.regione.fvg.it SETTORE SVILUPPO REGIONE TUTTE Contenuto: le pmi possono utilizzare tre strumenti agevolativi integrati per ricapitalizzarsi, due di natura fiscale come crediti di imposta e uno finanziario con un fondo che sottoscrive obbligazioni emesse da piccole e medie imprese. Il fondo patrimonio pmi sottoscrive obbligazioni emesse da società che vengono rimborsate decorsi sei anni dalla sottoscrizione, che rappresentano capitale di debito e quindi non alterano l'assetto proprietario della società emittente.I due crediti di imposta possono essere utilizzati anche per sostenere lo sforzo dei soci conseguente agli obblighi di ricapitalizzazione della società nel caso di riduzione del capitale sociale per perdite e nel caso di riduzione del capitale al di sotto del limite legale. Le norme di attuazione di queste due misure agevolative sono riferite dal decreto del Mef del 10 agosto 2020. Queste tre misure agevolative integrate fra loro sono indirizzate a società di capitali o cooperative, società per azioni, in accomandita per azioni, a responsabilità limitata anche semplificata, società cooperative sia a mutualità prevalente che non, cooperative sociali, società europee disciplinate dal Reg. Ce 2157/2001 e società cooperative europee disciplinate dal Reg. Ce 1435/2003 con sede legale in Italia. Il credito di imposta è riconosciuto dall'Agenzia delle entrate previa verifica della correttezza formale dei dati indicati nell'istanza, secondo l'ordine cronologico di presentazione delle istanze e fino all'esaurimento delle risorse disponibili. Riferimenti: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/ id/2020/08/24/20A04603/sg SETTORE SVILUPPO REGIONE PIEMONTE Contenuto: le pmi possono richiedere i fondi elargiti dalla Regione Piemonte che ha prorogato i termini di presentazione delle domande relative al bando su interventi integrati per l'acquisizione di aziende in crisi, di impianti produttivi chiusi o a rischio di chiusura. Si può fare domanda entro il 31 dicembre 2021. Possono beneficiare dell'agevolazione pmi anche grandi aziende con unità operativa in Piemonte. Nel caso di investimenti da parte delle pmi, il contributo decade nel caso l'attività economica o una sua parte venga delocalizzata dal sito incentivato in favore di unità produttiva situata al di fuori dell'ambito territoriale del predetto sito, in ambito nazionale, dell'Unione europea e degli Stati aderenti allo Spazio economico europeo, entro cinque anni dalla data di conclusione dell'iniziativa o del completamento dell'investimento agevolato e il contributo decade nel caso nei cinque anni il beneficiario, fuori dei casi di giustificato motivo oggettivo, riduca con livello superiore al 50% gli addetti all'unità interessata. Il bando agevola l'acquisizione di un'azienda in crisi, di un ramo d'azienda o di un impianto, di uno stabilimento produttivo o di un centro di ricerca localizzati in Piemonte già` chiusi o che, se non fossero acquisiti, chiuderebbero per cessazione dell'attività. Possono essere coperte per esempio spese quali acquisto o ristrutturazione immobili, acquisto del suolo, spese di progettazione connesse, opere murarie, infrastrutture specifiche, macchinari e impianti, attrezzature, consulenza per raccolta e verifica informazioni finanziarie e patrimoniali, due diligence. Per l'occupazione viene elargita una sovvenzione a fondo perduto, fino a un massimo di 6.300 euro per ogni acquisizione di contratto, fino a un massimo di 400 mila euro per beneficiario. Si possono presentare le domande entro il 31 dicembre 2021. Riferimenti: www.finpiemonte.info -https: //www. finpiemonte.it/bandi/dettaglio-bando/aziende-in-crisi-2019 SETTORE SVILUPPO REGIONE TOSCANA Contenuto: è aperto un bando della Camera di commercio della Toscana per favorire la ripartenza delle attività produttive. Per progetti a favore dell'internazionalizzazione delle aziende sono stati stanziati 50 mila euro e possono fare domanda micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa nelle Province di Livorno o Grosseto. Possono essere elargiti fondi per servizi di analisi e orientamento per l'accesso ai mercati internazionali; potenziamento dei canali marketing; ottenimento o rinnovo delle certificazioni; protezione marchi d'impresa; sviluppo competenze interne con l'utilizzo di un temporary export manager; sviluppo di canali e strumenti di promozione all'estero, anche basati su tecnologie digitali quali realizzazione di virtual matchmaking, avvio e sviluppo della gestione di business online; realizza zione di campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua estera per e-commerce. Possono essere coperte le spese anche per la partecipazione a fiere o eventi con finalità commerciale all'estero e a fiere internazionali in Italia per esempio per la realizzazione di spazi espositivi virtuali o fisici. Le imprese possono ottenere sino a un massimo di duemila euro. La scadenza è il primo dicembre 2021. Mentre è aperto un bando per il settore del turismo con un importo di ottantamila euro. Possono presentare domanda micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa nelle province di Livorno o di Grosseto. Possono essere coperte spese quali acquisto o noleggio di software, programmi e sistemi informatici per la gestione della vendita diretta di servizi turistici e prenotazioni; acquisto modem/router per impianti wifi messi a disposizione dei clienti a titolo gratuito; servizi di consulenza in tema di supporto al digitale; percorsi formativi riservati agli operatori turistici per l'acquisizione di competenze su marketing digitale, innovazione ed e-commerce. Si possono ottenere al massimo 5 mila euro e la scadenza è il primo dicembre 2021. R i f e r i m e n t i : h t t p s : / / w w w. l g. c a m c o m . i t / pagina2592_bandi-della-cameradi-commercio-dellamaremma-e-del-tirreno.html SETTORE SVILUPPO REGIONE TUTTE Contenuto: possono aderire a Selfiemployment donne inattive, Neet e disoccupati senza limiti di età. Si tratta di nuovi incentivi ovvero finanziamenti a tasso zero fino a 50 mila euro per avviare una piccola attività imprenditoriale in tutta Italia e in qualsiasi settore. Li possono richiedere anche donne inattive e disoccupati di lunga durata, senza limiti di età, oltre ai Neet iscritti al programma Garanzia Giovani. Neet (Not in Education, Employment or Training), vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda si sono iscritti al programma Garanzia Giovani entro il 29° anno di età, non sono impegnati in altre attività lavorative e in percorsi di studio o di formazione professionale, donne inattive, vale a dire donne maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupate in altre attività lavorative, disoccupati di lunga durata, vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupati in altre attività lavorative, hanno presentato da almeno 12 mesi una dichiarazione di disponibilità al lavoro (Did).Le donne inattive e i disoccupati di lunga durata non necessitano di essere iscritti a Garanzia Giovani. Il Fondo rotativo nazionale Selfiemployment è cambiato per dare l'opportunità di mettersi in proprio «anche a chi, a causa dell'emergenza Covid, ha perso il lavoro o rischia di perderlo nei prossimi mesi e a quelle donne che potranno così riappropriarsi della loro dimensione lavorativa, dopo averla messa da parte per esigenze familiari».Inoltre, vengono introdotte soluzioni finanziarie e operative più vantaggiose rispetto alla precedente edizione di Selfiemployment, in particolare documentazione più agile e snella per la presentazione della domanda; allungamento del periodo richiesto (da 60 a 90 giorni) per la costituzione della nuova società/ditta individuale; allungamento del periodo (da 6 a 12 mesi) per l'inizio della restituzione del finanziamento Microcredito e Microcredito esteso; per i Piccoli Prestiti, il primo Sal (fatture non quietanzate) passa da un massimo del 50 al 70% del finanziamento. Sono stati inoltre riaperti gli sportelli, che erano stati chiusi in precedenza per insufficienza di risorse per i residenti nelle regioni Marche, Toscana, Umbria e Molise. L'intervento finanzia al 100% progetti di investimento con un importo compreso tra 5 mila e 50 mila euro. È possibile richiedere tre diverse tipologie di finanziamenti ovvero microcredito, da 5 mila a 25 mila euro; microcredito esteso, da 25.001 a 35 mila euro e piccoli prestiti, da 35.001 a 50 mila euro. Si tratta di finanziamenti agevolati senza interessi, senza garanzie, rimborsabili in sette anni con rate mensili che partono dopo 12 mesi dall'erogazione del prestito. Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising, come per esempio turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi, servizi alla persona, servizi per l'ambiente, servizi digitali multimediali, informazione e comunicazione, attività per risparmio energetico ed energie rinnovabili, servizi alle imprese manifatturiere e artigiane, commercio al dettaglio e all'ingrosso, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Sono esclusi i settori della pesca e dell'acquacoltura, della produzione primaria in agricoltura che beneficiano di altri fondi. Possono essere coperte spese quali acquisto di strumenti, attrezzature e macchinari, hardware e software, opere murarie, spese di gestione quali: locazione di beni immobili e canoni di leasing; utenze; servizi informatici, di comunicazione e di promozione; premi assicurativi; materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti; salari e stipendi. Si può presentare domanda online sulla piattaforma informatica di Invitalia, l'incentivo è infatti gestito da Invitalia nell'ambito del Programma Garanzia Giovani, sotto la supervisione dell'Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL). Riferimenti: https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/nuovo-selfiemployment/ modulistica SETTORE START UP REGIONE TUTTE Contenuto: è aperto un bando denominato Call 4 Ideas, lanciata dalla start up 3Bee che premia progetti innovativi in grado di abbattere l'impatto esercitato dalle attività dell'uomo sul Pianeta. Possono partecipare tutti gli innovatori, dai 18 anni in su, per stimolare il talento e la propensione al cambiamento. In palio ci sono tre premi per un ammontare totale di 6.500 euro. 3Bee sviluppa sistemi di monitoraggio per la salvaguardia e la protezione delle api in partnership con Le Village by Crédit Agricole di Milano, ecosistema che sostiene e accelera l'innovazione delle giovani aziende, di cui 3Bee fa parte. Possono essere selezionati progetti di impatto tramite collaborazione con imprese e territorio o tramite azioni quotidiane del singolo, oppure tramite azioni collettive della comunità. La Call for Impactability è aperta a tutti i cittadini con più di 18 anni, l'importante è che i pro getti elaborati, singolarmente o in gruppo, abbiano la capacità di generare un impatto positivo e concretamente trasformativo sulla società in cui viviamo. Per candidarsi basta rispondere a dieci brevi domande e allegare un video di massimo un minuto. La Call for Impactability è un trampolino di lancio per idee cariche di innovazione e non richiede la presentazione di un prototipo concreto. Tra tutti i progetti ricevuti, dieci passeranno alla semifinale che si svolgerà online. 3Bee ha messo in palio tre premi in denaro, rispettivamente del valore di 5 mila, mille e 500 euro e un riconoscimento stampa. Riferimenti: https://www.3bee.com/impactcall/