scarica l'app
MENU
Chiudi
11/08/2020

BANDI E FONDI REGIONALI E STRUTTURATI

ItaliaOggi Sette

SETTORE AGRICOLTURA REGIONE LOMBARDIA Contenuto: : è aperto un bando dei fondi europei Psr 2014-2020 (Feasr) - Operazione 1.1.01 - Misura 1 - Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione e formazione. È gestito dalla Direzione Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi di Regione Lombardia con decreto (rif. decr. n. 7832 del 2 luglio 2020 - Burl - serie ordinaria n. 28 - 8 luglio 2020). Si possono presentare domande per la cosiddetta Operazione 1.1.01 - Formazione e acquisizione di competenze del Programma di Sviluppo Rurale 2014 - 2020 della Lombardia che prevede uno stanziamento di 200 mila euro per percorsi di coaching e uno stanziamento di 900 mila euro per progetti di formazione e acquisizione di competenze. La scadenza è il giorno 16 novembre. Riferimenti: www.regione.lombardia.it -https:// www.psr.regione.lombardia.it/wps/portal/PROUE/ FEASR/Bandi/DettaglioBando/Agevolazioni/operazione-1.1.01-bando-2020-presentazione-domande SETTORE COMMERCIO ELETTRONICO REGIONE LOMBARDIA Contenuto: è aperto un bando a favore dell'e-commerce che elargisce contributi a fondo perduto. Gestito dalla Regione Lombardia riguarda tutte le micro, piccole e medie imprese lombarde. Si possono ottenere sino a 10 mila euro a copertura del 70% delle spese ammesse e sostenute. Ogni impresa può presentare una sola domanda con un investimento minimo di 4 mila euro.« L'e-commerce è una grande opportunità per le imprese lombarde e non è certo in contraddizione con la vendita al dettaglio che va sostenuta e valorizzata. La Lombardia deve però garantire a tutte le zone del suo territorio una connettività adeguata: il piano per la banda larga sconta ancora ritardi che vanno recuperati», dice il consigliere di Regione Lombardia Fabio Pizzul. La misura intende incentivare l'accesso a piattaforme cross border (B2B e/o B2C) e/o sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile). Lo scopo è di garantire uno sbocco commerciale non limitato al mercato domestico dei prodotti delle imprese lombarde. In totale il bando ha un importo di due milioni e 618 mila euro. Riferimenti: http://www.unioncamerelombardia. it/?/menu-di-sinistra/Bandi---contributi-alle-imprese/ Bandi-aperti/E-commerce-2020---Nuovi-mercati-perle-imprese-lombarde - https://www.bandi.servizirl. it/procedimenti/new/bandi/bandi/attivita-produttive-commercio/sostegno-attivita-imprenditoriali/ commerce-2020-UC2020013064 - http://webtelemaco.infocamere.it SETTORE INNOVAZIONE REGIONE LOMBARDIA Contenuto: si può partecipare al bando Itwiin 2020 aperto per imprenditrici, professionisti e ricercatrici. Vengono elargiti diversi premi per invenzione, innovazione, creatività, capacity building, Alta Formazione. Possono candidarsi donne di nazionalità italiana o residenti e operanti sul territorio nazionale entro il 2 ottobre 2020 che lavorino in campi scientifici, ingegneristici, tecnici e tecnologici, con particolare riferimento a Salute e Life Sciences, Ict, Energia, Ambiente, ma anche Arte e Artigianato, Moda, Design, Formazione. Diverse sono le associazioni che valorizzano le donne imprenditrici tra queste Wileurope che ha un Talent program in cui senior aiutano donne junior a fare formazione e comprendere i meccanismi del gender nel mondo del lavoro. Ewmd che lavora in rete a livello internazionale e fa corsi di coaching e seminari su vari temi del mondo del lavoro. Mentre per il settore scientifico l'associazione internazionale Bewin in cui donne ricercatrici e professioniste nel settore della divulgazione scientifica organizzano seminari su temi scientifici e tecnologici e realizzano progetti europei. Riferimenti: https://www.itwiin.org/ - https://www. itwiin.org/it/bando.html - https://italy.ewmd.org/ewmd_ milano.php - https://www.wileurope.org/ SETTORE INVESTIMENTI REGIONE LOMBARDIA Contenuto: La Camera di commercio di Bergamo ha stanziato 680 mila euro per l'assistenza e la consulenza a favore delle aziende della Provincia. Sono escluse le attività comprese nel settore primario. Sono ammesse a presentare la propria candidatura, per la realizzazione degli interventi di assistenza e consulenza, le organizzazioni di categoria rappresentative delle imprese, in forma singola o in forma associata, aventi sede legale e operativa nella Provincia di Bergamo. Le iniziative agevolate devono mirare al sostegno dei processi di consolidamento, sviluppo e accrescimento competitivo delle imprese quali per esempio progetti per nuovi approcci strategici ai modelli imprenditoriali, ai processi produttivi, all'organizzazione e alla definizione di piani di marketing orientati allo sviluppo commerciale; oppure attività di trasferimento tecnologico, sfruttamento, tutela e/o valorizzazione delle tecnologie anche attraverso i diritti di proprietà intellettuale. La Camera di commercio elargisce per i progetti approvati alle imprese un contributo, sotto forma di voucher, pari al corrispettivo richiesto dai soggetti accreditati per gli interventi di consulenza e formazione. Possono fare domanda micro, piccole e medie imprese con sede legale in Italia e almeno una sede legale o operativa nella Provincia di Bergamo entro il 31 dicembre. Riferimenti: https://www.bg.camcom.it/bandi/bando-sviluppo-dimpresa-2020 SETTORE INVESTIMENTI REGIONE VENETO Contenuto: si può aderire a un bando della Giunta Regionale del Veneto (rif. Delibera n.618 -19 maggio2020- B.U.R. n.80 -29 maggio 2020) che prevede un intervento straordinario a favore della liquidità di imprese e professionisti colpiti dall'emergenza Covid-19 con sede operativa in Veneto. Sono stati stanziati trenta milioni di euro e sono previsti finanziamenti agevolati erogati da intermediari finanziari convenzionati con Veneto Sviluppo di importo compreso tra 5 mila e 50 mila euro e con durata minima di dodici mesi e massima di 72 mesi. Viene elargito anche un contributo a fondo perduto fino a 2 mila euro a copertura delle spese istruttorie. Si può inoltrare la domanda entro il 31 dicembre 2020. Non viene richiesta alcuna documentazione relativa alle spese sostenute con le somme elargite. Le domande dovranno essere inoltrate a Veneto Sviluppo S.p.A. per il tramite dei soggetti finanziatori convenzionati che effettueranno le istruttorie per la concessione dei finanziamenti. Riferimenti: https://www.venetosviluppo.it SETTORE INVESTIMENTI REGIONE PUGLIA Contenuto: sono previsti tre interventi di aiuto alle imprese grazie all'iniziativa denominata Prestiti Lift -Un sostegno per la tua impresa della Regione Puglia. Si tratta di Microprestito Lift (rif. Determinazione Puglia Sviluppo n. 15 - 29 maggio 2020) con un importo di 256 milioni di euro sotto forma di mutui quinquennali a tasso zero e senza garanzie, che offre tra i 5 mila e i 30 mila euro, a favore di microimprese operative e di lavoratori autonomi iscritti al registro delle imprese; Lift Plus ( rif. Determinazione n. 491 - 1 giugno 2020) con un ammontare di 150 milioni di euro per le micro, piccole e medie imprese e i professionisti che operano principalmente nei settori del commercio, dell'artigianato, del manifatturiero, dei servizi; e infine di Lift Plus (rif. Determinazione n. 492 - 1 giugno 2020) con un budget di cinquanta milioni di euro per micro, piccole e medie imprese che operano nei comparti del turismo. Si può fare domanda entro il 31 dicembre con modalità a sportello sino a esaurimento delle risorse. Riferimenti: www.regione.puglia.it SETTORE INVESTIMENTI REGIONE PIEMONTE Contenuto: è aperto un bando della Regione Piemonte (rif. Determinazione n. 119 - 26 maggio 2020 - B.U.R. n. 23 - 4 giugno 2020) denominato «Misura Emergenza Covid-19 Contributi per operazioni finanziarie connesse a esigenze di liquidità». Vengono elargiti a micro, piccole, medie imprese e i lavoratori autonomi piemontesi comprese anche le forme di autoimpiego di artigiani e commercianti senza dipendenti aiuti per coprire i costi relativi a finanziamenti bancari o di altri intermediari finanziari ottenuti, a partire dal 17 marzo 2020, a seguito dell'emergenza sanitaria Covid-19. La Regione eroga contributi a fondo perduto fino a un massimo di 7.500 euro per abbattere i costi del finanziamento. Si possono inoltrare le domande sino al 29 gennaio 2021. Sono stati stanziati in totale 7.319.150 euro, di cui 3 milioni di euro riservati ai lavoratori autonomi. Riferimenti: http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/attivita-economico-produttive/ servizi/861-bandi-2014-2020-finanziamenti-domande. SETTORE INVESTIMENTI REGIONE TUTTE Contenuto: le imprese possono accedere a due forme di garanzie (rif. Decreto Liquidità - dl 8 aprile 2020 - n. 23) da parte dello Stato in favore di banche che effettuino finanziamenti. Si tratta della garanzia Sace per le imprese più grandi e il Fondo di garanzia per le pmi, mirato alle imprese e ai professionisti fino a 499 dipendenti. Si può ottenere una copertura dell'importo del finanziamento sulla base del numero dei dipendenti e del volume del fatturato e precisamente le aziende con meno di 5 mila dipendenti in Italia e un fatturato inferiore a 1,5 miliardi di euro potranno ottenere una copertura pari al 90% dell'importo del finanziamento richiesto e per queste è prevista una procedura semplificata per l'accesso alla garanzia; le imprese con oltre 5 mila dipendenti e un fatturato fra 1,5 e 5 miliardi di euro possono ottenere una copertura pari all'80% dell'importo del finanziamento e al 70% se hanno un fatturato sopra i 5 miliardi. L a g a r a n z i a d e l Fo n d o c e n t r a l e d i g a ranzia delle pmi è stata ampliata sino al 31 dicembre 2020 sino a un importo di 5 milioni di euro e riguarda tutte le imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499 e rimane gratuita sino al 31 dicembre 2020. Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato la circolare n. 127757, del 29 aprile 2020, con cui ritiene necessario riconoscere, alle imprese beneficiarie delle agevolazioni Nuova Sabatini, in virtù della grave, oggettiva e generale situazione di difficoltà del sistema produttivo nazionale, una proroga di 6 mesi. La nuova Sabatini è stata modificata più volte dal legislatore in questi anni viene finalizzata alla concessione ed erogazione dei contributi e dei finanziamenti per l'acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature ad alto valore tecnologico da parte delle pmi; l'agevolazione riguarda anche l'acquisto di beni immateriali, tra cui software, sistemi, piattaforme e applicazioni; accresce la competitività del sistema produttivo e migliorare l'accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese per l'acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature. Riferimenti: www.fondidigaranzia.it SETTORE INVESTIMENTI REGIONE BASILICATA, CALABRIA, CAMPANIA, PUGLIA, SICILIA Contenuto: si può partecipare a un bando Mise con uno stanziamento di 265 milioni per investimenti innovativi di pmi e reti d'impresa nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. È gestito dal Ministero dello Sviluppo economico e si possono inoltrare domande di agevolazione per l'acquisto di macchinari innovativi. Si intende sostenere la competitività e la trasformazione tecnologica dei sistemi produttivi nei territori interessati, attraverso l'acquisto di macchinari, impianti e attrezzature innovative. Le risorse per gli investimenti agevolativi sono finanziati dal Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020 Fesr e saranno rese disponibili alle imprese attraverso l'apertura di due distinti sportelli,a ciascuno dei quali sarà destinato un ammontare pari a 132 milioni e mezzo di euro. Le domande vengono valutate e gestite a sportello da Invitalia. Riferimenti: https://www.mise.gov.it SETTORE INVESTIMENTI REGIONE TUTTE Contenuto: si possono ottenere contributi per la salute e la sicurezza nel settore agricolo grazie a un bando dell'Inail-Isi Agricoltura a cui possono accedere le pmi. Sono stati stanziati 65 milioni di euro. Si tratta di incentivi a fondo perduto per l'acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori e macchinari sicuri e meno inquinanti. Il budget è di 45 milioni stanziati dall'Inail e venti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali suddivisi in budget regionali e ripartiti in due assi di finanziamento ovvero uno da 53 milioni di euro, destinato alla generalità delle micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli; l'altro da 12 milioni di euro riservato ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria. L'aiuto finanziario va da un minimo di mille euro a un massimo di 60 mila euro ed è cumulabile con i benefici concessi per far fronte all'emergenza sanitaria ed economica da Covid-19. Riferimenti: https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/ incentivi-alle-imprese/bando-isi-agricoltura-2019-2020. html. SETTORE INVESTIMENTI REGIONE TOSCANA Contenuto: è aperto un bando liquidità della camera di commercio di Perugia che mette a disposizione 500 mila euro per sostenere le imprese colpite dall'emergenza pandemica. Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa iscritta nel registro delle imprese della Camera di commercio di Perugia. Può essere elargito un contributo camerale a fondo perduto che copre al massimo il 50% delle spese sostenute per l'ottenimento della garanzia su prestiti rilasciate dai Confidi per ottenere un credito per l'emergenza Covid-19, per un massimo di 500 euro di contribuzione. Si può fare domanda entro il 3 novembre 2020. Si ricorda che la Regione Toscana ha stanziato tre milioni di euro e procedure semplificate per la riapertura del bando per la internazionalizzazione delle imprese toscane. Si intende agevolare investimenti innovativi rivolti a Stati esterni all'Unione Europea, consistenti nell'acquisizione di servizi all'internazionalizzazione avanzati e qualificati per le pmi toscane. Gli aiuti sono per servizi all'internazionalizzazione, partecipazione a fiere e saloni internazionali, promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di uffici o sale espositive all'estero, servizi promozionali, supporto specialistico all'internazionalizzazione e supporto all'innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati. Riferimenti: http://www.pg.camcom.gov.it - www.regione.toscana.it SETTORE INVESTIMENTI REGIONE LOMBARDIA Contenuto: le aziende possono fare riferimento a una nuova misura denominata Linea di investimenti aziendali Fast. Ha l'obiettivo di sostenere nuovi investimenti da parte delle imprese per rendere la produzione esistente più efficiente, adattandola ai nuovi protocolli sanitari, e per supportare la riconversione dei processi produttivi. Possono essere coperte spese legate ai protocolli di sicurezza Covid 19 e un contributo in conto capitale sino a un massimo del 15% delle spese ammissibili. La nuova linea viene attivata sulla medesima dotazione della misura Al Via pari a 133 milioni e mezzo di euro, di cui 82 milioni di euro per il Fondo di garanzia e 51 milioni e mezzo per il contributo in conto capitale. Gli investimenti possono essere compresi tra un minimo di 100 mila euro e un massimo di 800 mila euro. I beneficiari sono gli stessi individuati sulla Misura Al Via per le Linee Sviluppo aziendale e Rilancio aree produttive. I progetti devono essere realizzati nel termine massimo di otto mesi con una possibilità di proroga fino a due mesi aggiuntivi e devono essere avviati in data successiva alla presentazione della domanda. Gli interventi devono essere realizzati entro il termine massimo del 30 maggio 2023 e rendicontati entro quaranta giorni dalla conclusione del progetto. Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda di contributo sulla Linea Investimenti aziendali Fast. Per tutte le linee della misura Al Via (Sviluppo aziendale, Rilancio aree Produttive e Investimenti aziendali FAST) viene prorogata l'apertura dello sportello al 30 giugno 2021. Finlombarda spa è organismo intermedio e svolge la funzione di erogazione del contributo in conto capitale. Si ricorda anche che Finlombarda Spa, società finanziaria di Regione Lombardia, rende disponibili 100 milioni di euro per finanziare in «pool» con altri intermediari finanziari i programmi di investimento dall'elevato fabbisogno finanziario delle imprese lombarde. La dotazione iniziale sarà in grado di attivare nuovi investimenti per almeno 500 milioni di euro. L'iniziativa finanzia i costi del piano di investimenti (capex), della gestione operativa (opex) e il rifinanziamento del debito esistente delle imprese lombarde con un organico inferiore ai 3 mila dipendenti (Pmi e midcap). Finlombarda partecipa con un proprio «ticket» fino a un massimo di 15 milioni di euro per ciascuna operazione con finanziamenti di medio-lungo termine («amortizing», «balloon», «bullet») e «revolving». Le imprese interessate potranno richiedere la partecipazione di Finlombarda al pool dei finanziatori tramite l'intermediario finanziario capofila. Riferimenti: www.finlombarda.it/ SETTORE SICUREZZA REGIONE LOMBARDIA Contenuto: si può aderire a un bando di Unioncamere e della Regione Lombardia che hanno stanziato 19 milioni e 180 mila euro per le micro, piccole imprese con almeno una sede operativa in Lombardia. Viene elargito un contributo, a fondo perduto, parametrato alle sole spese ammissibili al netto di Iva (tranne nei casi in cui la stessa non sia in alcun modo recuperabile), in misura pari al 60% per le piccole imprese e al 70% per le micro aziende con un importo massimo di concessione di 25 mila euro. L'investimento minimo deve essere pari a duemila euro per poter fare domanda. Sono ammissibili interventi relativi a acquisto di macchinari per la sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali; quali acquisto di strumenti di aerazione, sia tramite apparecchi di filtraggio e purificazione dell'aria, sia attraverso sistemi di aerazione meccanica alternativi al ricircolo; acquisto di strumenti di igienizzazione per i clienti/utenti; realizzazione di interventi strutturali o temporanei e l'acquisto di arredi atti a garantire il rispetto delle misure di distanziamento sociale prescritte dalla normativa sia tra i lavoratori che tra i clienti/utenti; sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali; predisposizione di strumenti di comunicazione (segnaletica); interventi formativi sulle prescrizioni e sui protocolli da adottare nell'ambito dell'esercizio di attività anche in complementarietà con le iniziative che saranno attivate da altri soggetti pubblici quali Inail. Tra le spese che possono essere coperte per esempio ci sono le spese per dispositivi di protezione individuale rischio infezione Covid-19 quali mascherine chirurgiche o filtranti, guanti in nitrile o vinile, occhiali, tute, cuffie, camici, soluzione idroalcolica igienizzante mani e altri dispositivi; ma anche costi per tamponi per il personale dipendente o altri strumenti diagnostici comunque suggeriti dal medico competente. Si possono presentare le domande entro il 10 novembre 2020. Riferimenti: http://webtelemaco.infocamere.it - www. unioncamerelombardia.it SETTORE SPORT REGIONE LOMBARDIA Contenuto: entro il giorno 8 ottobre è possibile fare domanda per accedere a contributi regionali a fondo perduto in conto capitale per la riqualificazione e valorizzazione dell'impiantistica sportiva di proprietà pubblica sul territorio lombardo. Possono partecipare al bando soggetti con sede legale e/o operativa in Lombardia quali enti pubblici, in qualità di proprietari e/o gestori di impianti sportivi pubblici di uso pubblico o dell'area su cui verrà realizzato l'intervento, e in particolare Province, Comuni, Unioni di Comuni, Città metropolitane, Comunità montane, Enti Pubblici non economici ed economici; concessionari o titolari della gestione di impianti sportivi di proprietà di enti pubblici e di uso pubblico quali Federazioni sportive nazionali, Discipline Sportive Associate, enti di Promozione Sportiva, Associazioni benemerite, pmi, Associazioni e Società sportive dilettantistiche, altri soggetti aventi nel proprio statuto/atto costitutivo finalità sportive, ricreative e motorie. Nel caso di imprese, devono essere in attività ed essere iscritte al Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio di competenza. I soggetti beneficiari (micro e piccole imprese del settore dello sport) ai quali siano stati assegnati contributi regionali sulla misura Safe Working - Io riapro sicuro, non possono chiedere un contributo regionale sul presente Bando qualora trattasi delle stesse spese ammissibili. Il bando, prevede l'assegnazione di contributi per il sostegno delle spese d'investimento per la realizzazione di interventi relativi a impianti sportivi pubblici nei Comuni lombardi, sia esistenti che di nuova realizzazione, finalizzate alla ripresa in sicurezza dello svolgimento delle attività sportive negli impianti esistenti, che sono stati oggetto di chiusura obbligatoria in conseguenza dell'emergenza sanitaria Covid-19, ma anche all'ampliamento delle strutture e dell'offerta sportiva. In particolare il bando ha una Linea 1 , con un budget di 7 milioni e mezzo di euro, che cofinanzia interventi caratterizzati da urgenza e indifferibilità per la ripresa delle attività sportive, in conseguenza all'emergenza sanitaria Covid-19 ; mentre la Linea 2 , con un importo totale di 7 milioni di euro, cofinanzia la realizzazione di nuovi impianti sportivi o di interventi di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza, riqualificazione, ampliamento e valorizzazione del patrimonio impiantistico sportivo regionale. Il contributo è a valere sulle risorse regionali è a fondo perduto e può elargire un importo pari al massimo al 50% delle spese ammissibili e un importo massimo di 30 mila euro per i progetti inerenti la Linea 1 e di 150 mila euro per i progetti rientranti nella Linea 1. Potrà essere richiesto anche un ulteriore finanziamento opzionale dai soggetti beneficiari del contributo regionale direttamente all'Istituto per il Credito Sportivo (ICS), per la quota di progetto non coperta da contributo regionale, senza limite di importo, in modalità di concessione di un mutuo ordinario a tasso agevolato con abbattimento della quota d'interesse da parte di ICS; oppure nella formula di concessione di un mutuo light, con procedure di istruttoria e perfezionamento semplificate; o ancora con un accesso al Fondo di Garanzia per l'impiantistica sportiva nella massima misura ammissibile dell'80% dell'ammontare del finanziamento concesso. La domanda di partecipazione al bando deve essere inoltrata solo in forma telematica, per mezzo del Sistema Informativo Bandi online. La procedura valutativa è a sportello. Si segnala anche un bando di Fondazione Cariplo e Regione Lombardia insieme per sostenere le organizzazioni sportive dilettantistiche lombarde. Il budget complessivo è di oltre 3,7 milioni di euro. Il bando, totalmente rinnovato rispetto agli anni precedenti, non solo raddoppia ampiamente la dotazione finanziaria a disposizione della società sportive lombarde passando dal 1,6 milioni degli scorsi anni a 3,7 milioni del 2020 ma permetterà di ricevere un contributo massimo fino a 10 mila euro a tutte le realtà che entreranno in graduatoria. Riferimenti: https://www.bandi.regione.lombardia.it/procedimenti - www.bandi.servizirl. it/procedimenti/welcome/bandi - numero verde 800.131.151/ SETTORE SVILUPPO REGIONE LIGURIA Contenuto: il fondo strategico regionale ligure cofinanzia interventi volti al rafforzamento patrimoniale delle pmi liguri per affrontare l'emergenza Covid-19 (rif. delibera 15 Maggio 2020 - Legge regionale n. 34/2016). Possono beneficiarne tutte le piccole e medie imprese in forma di società di capitale, operanti sul territorio della Regione Liguria, che abbiano un valore della produzione fino a 5 milioni di euro; un reddito operativo sul fatturato non inferiore al 4% e un rapporto di indebitamento bancario sul fatturato uguale o inferiore al 60%; necessitino di un sostegno finanziario in seguito all'impatto negativo del Covid 19; intendano sostenere un'azienda ligure in crisi (distressed). La soglia minima di investimento delle risorse pubbliche dello strumento è di 25 mila euro per ciascuna impresa beneficiaria. Solo per le operazioni distressed all'investimento del fondo deve corrispondere un uguale investimento dei soci oppure di un istituto di credito. Allo strumento finanziario è assegnata una dotazione iniziale di risorse finanziarie pari a 14 milioni e mezzo di euro. Gli interventi si configurano come sottoscrizione di aumenti capitale e/o strumenti finanziari partecipativi. Riferimenti: Ligurcapital S.p.A - www.ligurcapital.it SETTORE TURISMO REGIONE LOMBARDIA Contenuto: si può partecipare a un bando di Regione Lombardia nel settore del turismo all'interno dei fondi Por Fesr 2014-2020 - Asse III - Azione III.3.B.2.3 di sostegno alla competitività delle strutture ricettive alberghiere e delle strutture ricettive non alberghiere all'aria aperta. Possono essere cofinanziati progetti per realizzazione e riqualificazione di strutture ricettive alberghiere e di strutture ricettive non alberghiere all'aria aperta, interventi di qualificazione dell'offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica e organizzativa dell'Asse prioritario III «Promuovere la competitività delle piccole e medie imprese» del Programma Operativo Regionale (POR) 2014-2020 di Regione Lombardia a valere sul Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (Fesr). Lo stanziamento totale ammonta a 17 milioni di euro. Possono inoltrare domanda micro, piccole e medie imprese, ditte individuali, che esercitino attività ricettiva alberghiera quali alberghi o hotel; residenze turistico-alberghiere; alberghi diffusi; condhotel; ricettiva non alberghiera all'aria quali villaggi turistici, campeggi e aree di sosta. Si possono ottenere massimo 200 mila euro e l'investimento minimo totale ammissibile non deve essere inferiore a 80 mila euro. Possono essere coperti i fondi sino a un massimo del 50% dei costi ammissibili. L'agevolazione viene erogata al soggetto beneficiario al massimo in due tranche con un anticipo e un saldo. Si possono presentare le domande entro il 15 ottobre. Riferimenti: www.bandi.servizirl.it - www.regione.lombardia.it - n. Verde: 800.131.151