scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/06/2021

BANDI E FONDI COMUNITARI

ItaliaOggi Sette

SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO DEL BANDO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 COOPERAZIONE Contenuto: sono aperti diversi bandi di cooperazione che cofinanzia progetti di cooperazione. La Commissione europea infatti cofinanzia iniziative anche a favore degli Stati extraeuropei.È aperto un bando a favore di progetti in Bielorussia (rif. Solidarity with the Civil Society in Belarus- ID: EuropeAid/171256/DD/ACT/BY) che ha un budget di tre milioni di euro. Inoltre è aperto un bando per progetti alle Isole Salomone (rif. Strengthening Civil Society Organizations and Human Rights in Solomon Islands- DCI II + EIDHR - ID: EuropeAid/171322/DD/ ACT/Multi) con un importo totale di due milioni e centomila euro con scadenza al 28 luglio. Con la medesima scadenza si può partecipare a un bando per progetti di cooperazione Papua Nuova Guinea (rif. Support to Civil Society Organizations' Development Work in the FieldID: EuropeAid/171604/DH/ACT/PG) con un importo di 960 mila euro. Mentre con il programma europeo EIDHR è aperto un bando per progetti da realizzarsi in Ghana (rif. Tackling Gender Concerns in Ghana-ID: EuropeAid/171687/DD/ACT/GH) con un importo di un milione di euro. Di recente l'UpM ha presentato il suo primo rapporto sull'integrazione nella regione euromediterranea, tra i dati emersi il commercio rappresenta il 35% del Pil della regione mediterranea, il mercato commerciale interregionale è uno dei più importanti del mondo. Il rapporto sull'Integrazione Regionale della UpM, commissionato dall'UpM e sviluppato dall'Ocde evidenzia raccomandazioni politiche e suggerimenti per favorire l'integrazione regionale e fa il punto circa i progressi realizzati e mette in evidenza due importanti sfide: l'infrastruttura inadeguata per il trasporto e la connettività energetica; oltre alla mancanza di una visione comune sulla mobilità umana come motore dello sviluppo e dell'innovazione nella regione mediterranea. A chi rivolgersi: webgate.ec.europa.eu SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO BANDO SOCPL GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 Contenuto: è aperto un bando che cofinanzia (rif. SOCPL-2021-INFO-WK) progetti per misure di informazione e formazione a favore delle organizzazioni dei lavoratori. Si intende rafforzare la capacità delle organizzazioni dei lavoratori di affrontare, a livello europeo e transnazionale, i cambiamenti nel mercato occupazionale e le nuove sfide correlate al mondo del lavoro e al dialogo sociale. Sono particolarmente incoraggiate misure che riguardino diverse questioni tra cui la modernizzazione del mercato del lavoro, creazione di posti di lavoro e collocamento professionale, occupazione nelle pmi, nuove forme di lavoro, qualità del lavoro, anticipazione, preparazione e gestione del cambiamento e dei processi di ristrutturazione, digitalizzazione dell'economia e della società, incluso l'Intelligenza Artificiale, transizione verso un'economia più verde e climaticamente neutra e sostenibilità, flessicurezza e competenze, mobilità professionale all'interno dell'Unione Europea, migrazione, occupazione giovanile, salute e sicurezza sul lavoro, modernizzazione dei sistemi di protezione sociale, conciliazione fra vita lavorativa e familiare, parità di genere, lotta alla discriminazione, invecchiamento attivo, inclusione attiva e lavoro dignitoso, conseguenze occupazionali, sociali ed economiche della crisi da covid 19 e il ruolo delle organizzazioni dei lavoratori/delle parti sociali nel farvi fronte. Si punta a un rafforzamento della contrattazione collettiva e al coinvolgimento delle parti sociali nel Semestre europeo. Si possono cofinanziare misure che contribuiscano ad affrontare le sfide occupazionali, sociali ed economiche individuate nel Pilastro europeo dei diritti sociali. Il bando cofinanzia per esempio l'organizzazione di conferenze, seminari, tavole rotonde, studi, sondaggi, pubblicazioni, corsi di formazione, sviluppo di strumenti di formazione, creazione di reti, sviluppo e scambio di migliori pratiche.I progetti possono essere presentati singolarmente da una organizzazione delle parti sociali rappresentativa dei lavoratori a livello europeo stabilita in uno degli Stati membri dell'Unione Europea oppure da un consorzio che deve essere costituito da un coordinatore e almeno un co-beneficiario di due Stati diversi. I cobeneficiari o partner del consorzio possono essere organizzazioni senza fini di lucro, università e istituti di ricerca, autorità pubbliche e organizzazioni internazionali. Ogni progetto deve avere una durata tra i dodici e i ventiquattro mesi. Possono essere coperti i costi ammissibili sino al 90% con un importo compreso tra i 150 mila e i 500 mila euro. Il bando ha un importo totale di 5 miliardi e 930 mila euro. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders/ opportunities SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HTITOLO EUROPAID GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 Contenuto: è aperto un bando che cofinanzia progetti inerenti l'ambiente. È gestito da un apposito Strumento per la stabilità e la pace: peace building in contesti di conflitto correlato ai cambiamenti climatici della Commissione europea. Il bando si intitola Conflitti e cambiamento climatico: una nuova sfida e opportunità per azioni di Peace building (Conflict and climate change: a new challenge and opportunity for peace building) e supporta le comunità e/o le autorità per prevenire o mitigare i conflitti derivanti dai cambiamenti climatici e dalle misure di adattamento agli stessi. Possono essere cofinanziati progetti a livello locale, nazionale e regionale. Gli obiettivi sono diversi tra cui rafforzare le strutture di governance a livello locale, nazionale e regionale per affrontare i rischi collegati sia ai conflitti sia al clima, contribuire al rafforzamento della resilienza delle comunità locali per meglio rispondere e far fronte ai cambiamenti climatici e ai conflitti, migliorare la comunicazione e la collaborazione tra le comunità e le discipline, dagli esperti di scienze del clima e di gestione delle risorse naturali agli attori della costruzione della pace e dello sviluppo; rafforzare il ruolo della società civile e l'empowerment delle comunità locali colpite dai cambiamenti climatici e dai conflitti. Sono stati stanziati sei milioni di euro e i progetti selezionati saranno prioritariamente in zone geografiche in cui i cambiamenti climatici e/o le strategie di adattamento ai cambiamenti climatici minaccino maggiormente la stabilità e la pace quali Medio Oriente, Africa occidentale, Corno d'Africa, Asia centrale. Possono essere coperte iniziative sino al 95% delle spese ammissibili. Possono presentare domanda organizzazioni internazionali, ong, associazioni no-profit e aziende private. Se il proponente ha sede legale in uno Stato diverso da quello nel quale intende intervenire, deve avere almeno un co-applicant in loco. A chi rivolgersi: webgate.ec.europa.eu SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO EDEN GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 Contenuto: è aperto un bando per l'iniziativa denominata EDEN della Commissione europea grazie alla quale viene selezionata la destinazione di eccellenza del 2022 in termini di turismo sostenibile. Si rivolge a città di piccola dimensione, fra i 25 mila e i 100 mila abitanti e, per gli Stati fino a un milione di abitanti sono ammissibili anche le città più piccole, a partire da cinquemila abitanti, di tutti gli Stati ammissibili al programma europeo denominato Cosme. Possono candidarsi realtà urbane che abbiano adottato strategie di successo per promuovere il turismo sostenibile attraverso pratiche di transizione verde. Si intende con il termine pratiche di transizione verde per la promozione del turismo sostenibile iniziative quali la gestione o protezione delle risorse naturali nel pieno rispetto dell'ambiente e della biodiversità, l'attuazione di misure di efficienza delle risorse o consumo più sostenibile (per es. rifiuti, acqua, energia), l'introduzione di misure volte a ridurre la stagionalità del turismo, l'implementazione di un meccanismo per misurare la sostenibilità della destinazione turistica, l'attuazione di misure finalizzate all'adattamento climatico, il coinvolgimento delle comunità locali attraverso il turismo, compresa l'inclusione sociale che portino i turisti in relazione i visitatori con la gente del posto nel condividerne storia, gastronomia, protezione della natura. Oppure possono essere premiate città che abbiano una performance economica equilibrata del turismo, compresa la condivisione dei ricavi con le comunità locali,o che abbiano incentivato la diversificazione delle economie locali e abbiano previsto la restituzione delle entrate dal turismo allo sviluppo locale. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/growth/tourism SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 INTERREG EUROPE Contenuto: si può partecipare a un bando del programma Interreg Europe per attività supplementari. Possono aderirvi solo i beneficiari dei 258 progetti finanziati nella programmazione 2014-2020 per poter realizzare uno scambio di esperienze sull'impatto della crisi da covid-19 sulle tematiche affrontate, per migliorare ulteriormente le loro politiche di sviluppo regionale viste le nuove sfide attuali. I progetti finanziati con il primo e secondo bando di Interreg Europe possono ottenere il finanziamento per un anno supplementare di attività di scambio di esperienze incluse azioni pilota per affrontare la crisi da covid-19, mentre i progetti finanziati dal terzo e quarto bando possono ottenere un finanziamento aggiuntivo per proseguire quanto già in essere. A chi rivolgersi: www.interregeurope.eu/projects/apply-for-funding SETTORE GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 EURO-MEDITERRANEO Contenuto: sono aperti dei bandi europei inerenti PRIMA il partenariato congiunto per la ricerca e l'innovazione nell'area del Mediterraneo. Possono partecipare a questo bando diciannove Stati euro-mediterranei ovvero undici Stati dell'Unione Europea (Cipro, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Malta, Portogallo, Slovenia, Spagna) e otto Stati extraeuropei (Algeria, Egitto, Giordania, Israele, Libano, Marocco, Tunisia, Turchia). Il bando ha un budget di 35,54 milioni di euro e cui il Miur italiano stanzia sette milioni di euro. Ogni progetto può ottenere sino a cinquecentomila euro e gli ambiti sono diversi si va da progetti inerenti la gestione delle risorse idriche per esempio per ovviare ai problemi di scarsità d'acqua nel Mediterraneo attraverso una governance idrica adattiva; a progetti cofinanziabili nel settore dell'agricoltura con agevolazioni per realizzare pratiche agro-ecologiche rispettose della biodiversità, oppure progetti innovativi per adattare i piccoli sistemi agricoli ai cambiamenti climatici e incrementare il profitto degli agricoltori. Inoltre possono essere cofinanziati progetti per incrementare la catena del valore agroalimentare quali lo sviluppo di tecnologie che aiutino le piccole aziende agricole alle sfide globali e alle crisi come quella da covid 19. Possono presentare domanda aziende, centri di ricerca privati e pubblici, università, ma anche associazioni quali end-users. A chi rivolgersi: https://prima-med.org/call - www.ricercainternazionale.miur.it/era SETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HTITOLO COOPERAZIONE HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 COOPERAZIONE Contenuto: è aperto un bando del programma europeo denominato Giustizia che è in vigore dal 2021 al 2027. Il programma comunitario è sostenuto dal Fondo Giustizia, Diritti e Valori attivo per il periodo 2021-2027. Si punta a dare sostegno allo sviluppo di uno spazio europeo di giustizia, basato sullo Stato di diritto e sul riconoscimento e la fiducia reciproci, promuovendo la cooperazione giudiziaria nel campo del diritto civile e penale, la formazione giuridica e un eguale accesso alla giustizia per tutti i cittadini degli Stati membri dell'Unione europea. Si può fare domanda entro il 9 settembre per un bando in particolare che (rif. Bando JUST-2021-JACC) cofinanzia progetti volti a rafforzare i diritti delle persone sospettate o accusate di reato e i diritti delle vittime. Ogni progetto può essere coperto sino al novanta per cento dei costi ammissibili e ottenere al massimo un importo di 75 mila euro. Il bando ha un importo totale di sei milioni e duecentomila euro. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/funding-tenders SETTORE ANTICIPAZIONE GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 1 EURO-MEDITERRANEO Contenuto: si può rispondere a quattro nuovi bandi del partenariato congiunto per la ricerca e l'innovazione nell'area del Mediterraneo che è gestito dalla Fondazione PRIMA. Un bando ha un budget di otto milioni e 25 mila euro per progetti gestione sostenibile delle risorse idriche e del suolo per combattere il degrado del suolo e la desertificazione e promuovere il ripristino degli ecosistemi. La scadenza è il 9 settembre 2021. Un altro bando ha medesimo importo e copre sino al 70% i costi per azioni di innovazione agricoli e ambientali, con scadenza al 9 settembre. Mentre un terzo bando ha un importo totale di otto milioni di euro e 400 mila euro e cofinanzia progetti innovativi che possano portare all'adesione alla dieta mediterranea come regime alimentare sostenibile; i progetti possono concernere aspetti ambientali, sociali e sanitari. Un quarto bando ha un importo di 8 miliardi e centomila euro, copre sino al 70% dei costi a progetti innovativi che possano sfruttare le conoscenza di Nexus WEFE (Nexus management Water-Energy-Food-Ecosystems (https:// wefnexus.org/event/2021-water-energy-food-ecosystemswefe-nexus-science-advances-conference/) nella regione Mediterranea. Il Nexus Water-Energy-Food-Ecosystem (WEFE) è il sistema all'intersezione di interessi economici, sanitari ed ecologici in cui avviene il confronto di diverse pratiche di mercato, governance, cultura e conoscenza. Ne consegue che il raggiungimento della sostenibilità, la riduzione delle disuguaglianze, la promozione della cooperazione e il contenimento dei conflitti e dei flussi migratori nella regione mediterranea richiedono l'implementazione simultanea di obiettivi interconnessi, molti dei quali sono incorporati nell'Agenda 2030 e negli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG). Con questo bando si vuole passare dalle parole ai fatti concreti ovvero a cofinanziare progetti reali sorretti da questi principi di realizzazione. A chi rivolgersi: / https://prima-med.org/ SETTORE INNOVAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TOOLS S ETTORE COOPERAZIONE ANTICIPAZIONE HH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 Contenuto: si può aderire ad un bando per l'Azione preparatoria intitolata «Aumentare l'accesso agli strumenti educativi in aree e comunità con scarsa connettività o accesso alle tecnologie» (rif. Commissione europea - Funding & Tender Portal del 6/5/2021). Il bando è gestito dalla Commissione europea ed ha un budget totale che ammonta a due milioni e 370 mila euro. Si punta a cofinanziare progetti atti ad affrontare le disuguaglianze nell'accesso all'istruzione digitale, riducendo il divario digitale degli alunni che vivono in zone remote e in comunità con scarsa connettività e accesso limitato o nullo a dispositivi, strumenti e contenuti educativi digitali. Viene data priorità a progetti che abbiano più realtà di diversi Stati membri dell'unione Europea coinvolte e scuole primarie, secondarie e professionali dell'unione Europea situate in diversi tipi di aree remote. Possono aderire al bando persone giuridiche con sede legale negli Stati dell'unione Europea e nei Paesi Efta (Associazione europea per il libero scambio che comprende la Svizzera, il Liechtenstein, l'Islanda e la Norvegia) quali autorità pubbliche, istituti di istruzione incluso università, imprese, centri di ricerca, ong. Ogni progetto deve avere minimo un consorzio di tre soggetti di tre diversi Stati ammissibili e deve durare massimo ventiquattro mesi. Possono essere coperti i costi sino a un massimo del 90%. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/info/fundig-tenders/opportunities GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 2 SMART TOURISM Contenuto: ci si può candidare per ricevere da parte della Commissione europea il premio, giunto alla sua terza edizione intitolato «Capitale europea del turismo smart». Potranno ottenerlo due città europee capaci di distinguersi per accessibilità, sostenibilità e digitalizzazione e per l'attenzione al patrimonio culturale e alla creatività. Il premio intende incoraggiare le città a sviluppare soluzioni innovative ed inclusive per un turismo sostenibile e accessibile. Nelle edizioni precedenti hanno vinto Helsinki e Lione nel 2019 e per l'edizione 2020 le città di Malaga e Göteborg. Ogni centro urbano che si candida deve presentare un programma di attività che intende sviluppare, in caso di vittoria, per migliorare attrattività turistica secondo le specifiche linee guida del bando. Ai progetti e alla loro realizzazione sono coinvolte pmi, startup, associazioni territoriali. A chi rivolgersi: https://smart-tourismcapital.e.europa.eu SETTORE INNOVAZIONE ANTICIPAZIONE HHHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 4 INNOVAZIONE Contenuto: ci si può candidare a un premio europeo gestito dalla Commissione Europea, insieme allo European Innovation Council e all'Agenzia Esecutiva per le Piccole e Medie Imprese (Easme) nell'ambito del programma Horizon Europe (2021-2027). Si tratta dell'EU Prize for Women Innovators. Vengono elargiti quattro premi a quattro donne innovatrici che siano alla guida di imprese con un forte impatto sull'ecosistema dell'innovazione grazie a prodotti o servizi concepiti a beneficio dell'intera collettività. Ci si può candidare se si è residenti in uno Stato membro dell'Unione Europea oppure in uno Stato associato al programma Horizon Europe ed essere fondatrici o co-fondatrici da almeno due anni dell'impresa per la quale si presenta la candidatura. Vengono dati tre premi di 100 mila euro ciascuno sono assegnati nella categoria principale. Un quarto premio di 50 mila euro viene assegnato a una innovatrice imprenditrice con età massimo di trent'anni e quindi giovanissima. Si ricordano inoltre progetti europei di qualità quali SENDER - Sustainable consumer Engagement and Demand Response, che ha come obiettivo generale quello di sviluppare e testare la prossima generazione di applicazioni di servizi di Demand Response (DR) per migliorare la gestione degli scambi energetici e della stabilità delle frequenze, ma anche per potenziare l'automazione e la convenienza domestica. Il progetto mira a un grado molto elevato di replicabilità sviluppando tecnologie per la creazione di digital twins dei consumatori sulla base dei risultati e delle esperienze di tre implementazioni pilota previste in Austria, Finlandia e Spagna. Nell'ambito del progetto il CRS4 con sede in Sardegna, sfruttando l'esperienza maturata in altre iniziative europee, svilupperà uno strumento di previsione probabilistica per i carichi domestici e per la generazione da fonti rinnovabili (rif. https://www.crs4.it/it/ projectdetails/70bd0d81-f354-11ea-b597-506b8d36975d - -https://cordis.europa.eu/project/id/957755). Il progetto ha un budget di 301.750 euro è cofinanziato dal programma europeo Horizon 2020 e finirà il 30 settembre 2024. Si ricorda che la Regione Sardegna ha un bando aperto che rilascia voucher per startup che sono incentivi per la competitività delle startup innovative con scadenza al 31 dicembre 2021. Riferimenti: https: //eic.ec.europa.eu/eic- fundingopportunities/eic-prizes/eu-prize-women-innovators_en - https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/ portal/screen/support/helpdesks/contact-form SETTORE INNOVAZIONE ANTICIPAZIONE HHH TITOLO GRADO DI DIFFICOLTÀ L. 3 INNOVAZIONE Contenuto: ci sono diversi fondi europei a cui attingere ma occorre saperli gestire. «Non si capisce il fatto che per il Mes sanitario ci siano remore di utilizzo quando per esempio per i fondi Sure non vi siano dubbi. Sono ambedue prestiti. Il Mes ha istituito il Pandemic Crisis Support (Sostegno alla Crisi pandemica), basato sulla sua linea di credito Enhanced Conditions (ECCL) disponibile per tutti gli Stati dell'area euro. Ogni Stato membro può chiedere prestiti fino a un massimo del 2% del proprio prodotto interno lordo, calcolato alla fine del 2019. Per l'Italia ciò equivale a un massimo di circa 37 miliardi di euro di prestiti» dice il prof. Michele Poerio, presidente di Federspev e segr. gen. Confedir. La Commissione europea ha emesso, a marzo 2021, nell'ambito dello SURE, un'obbligazione a 15 anni in una unica tranche per un valore di 9 miliardi di euro con scadenza a giugno 2036 per proteggere posti di lavoro, lavoratori e per ridurre i gravi effetti socioeconomici della pandemia da covid 19. Lo strumento SURE (Support to miti- gate Unemployment Risk in an Emergency) dell'Unione Europea ha un totale complessivo di cento miliardi di euro e senza dotazioni prestabilite per i singoli Stati membri. Si tratta della quinta emissione obbligazionaria a quindici anni nell'ambito di questo strumento L'Italia arriverà a ottenere circa 27,4 miliardi di euro, a oggi ha ottenuto un sostegno finanziario per il mantenimento dell'occupazione di 24,82 miliardi di euro. «Mentre con il programma comunitario EU4Health (5,1 miliardi di euro) si punta a una Unione europea della salute resiliente in grado di rispondere alle lacune messe in evidenza dalla pandemia e all'urgente necessità di modernizzare ed armonizzare, facendo dialogare tra loro,i diversi sistemi sanitari dell'Unione europea», dice il dott. Danilo Mazzacane, segr. gen Goal, società scientifica oculisti ambulatoriali. I fondi serviranno anche dice il dott. Renato Mantegazza, presidente di AIM (www.miastenia.it) associazione che fa parte degli ERN «a potenziare le iniziative di successo come le 24 ERN - Reti di riferimento europee (European Reference Networks o ERN) virtuali di cui dal marzo 2017 fanno parte oltre 900 unità di assistenza sanitaria altamente specializzate provenienti da oltre 300 ospedali degli Stati dell'Unione europea che con associazioni di pazienti, IRCCS, centri di ricerca hanno creato gruppi consultivi virtuali di medici specialist, ricercatori, in diverse discipline utilizzando una apposita piattaforma informatica (https://ec.europa.eu/health/ern_it) e strumenti di telemedicina per riesaminare la diagnosi e le cure di un paziente». Inoltre ci sono i fondi di Horizon Europe, il nuovo programma quadro di ricerca e innovazione per il periodo 2021-2027, con una dotazione finanziaria di 95,5 miliardi di euro. Da ricordare il ruolo fondamentale dell'Acceleratore del CEI che sostiene le pmi, le start-up e le imprese spin-out. L'Acceleratore prevede un nuovo sistema di candidature favorevole agli innovatori, in cui le start-up e le pmi possono presentare domanda di finanziamento in qualsiasi momento con un iter semplificato. Il budget per il 2021 è di un miliardo di euro e viene fornito un finanziamento misto che combina capitale proprio, prestiti convertibili, tra 0,5 e 15 milioni di euro. Il nuovo Fondo del CEI a favore delle startup innovative e del le pmi è un fondo azionario con una dotazione iniziale di tre milioni. Euro; ben 495 milioni euro sono destinati alle innovazioni rivoluzionarie in linea con il Green Deal europeo e per le tecnologie digitali e sanitarie strategiche. Il nuovo regime CEI di finanziamento della transizione ha 100 milioni di euro per il 2021. Diversi poi gli aiuti settore per settore come la misura di aiuto di 511 milioni di euro all'Italia a sostegno degli operatori del trasporto ferroviario di passeggeri a lunga percorrenza su linee commerciali che li risarcisce dei danni subiti a causa delle misure di emergenza adottate dall'Italia durante la prima ondata della pandemia. Senza contare i quaranta milioni di euro da destinare alle attività di ricerca e sviluppo dell'impresa italiana biotecnologica ReiThera S.r.l. connesse al covid 19. «Regione Lombardia ha sempre aderito a diversi bandi europei. Abbiamo diversi progetti in corso di realizzazione (programmi Horizon2020, CEF, Interreg), e numerosi progetti in corso di valutazione nell'ambito dei nuovi programmi di innovazione ( Horizon Europe, Digital Europe, CEF) e di cooperazione territoriale (Call INTERREG) e i progetti internazionali di innovazione cross domain (es. interoperabilità, sicurezza, big data, e-procurement, ecc.). I progetti attualmente in atto in ambito Welfare sono i seguenti: BD4QoL, CEF-TC 2015-2, HSMonitor, UNICOM, JADECARE, X-eHealth, SMARTBEAR, WHOW. Regione Lombardia per la gestione del welfare e della salute soprattutto in ambito vaccini e sanità ha fatto del suo meglio e i dati reali lo attestano. Oggi la Lombardia è la regione che vaccina più di tutte», dice Gianluca Comazzi, consigliere Regione Lombardia. A chi rivolgersi: ec.europa.eu - https://ec.europa.eu/ health/ern_it - https://eic.ec.europa.eu/investment-opportunities_en - https://ec.europa.eu/health/funding/ eu4health_it