scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/08/2021

Bacino anti-alluvione Via alla gara d’appalto

Il Mattino di Padova - Roberto Rafaschieri

sarà realizzato a brusegana
PADOVACon grande tempismo rispetto ai recenti e straordinari fenomeni atmosferici, è iniziata la gara per l'assegnazione dell'appalto dei lavori per il bacino di laminazione di Brusegana. Il progetto esecutivo è stato approvato a fine luglio. Si tratta di un appalto che parte da un importo base di 560 mila euro, di cui 20 mila inerenti alla sicurezza e quindi non soggetti al ribasso. È di 685 mila euro l'importo complessivo dell'opera, interamente finanziata con fondi statali. Le proposte verranno valutate secondo criteri "automatici" e "discrezionali". I primi riguardano l'offerta economica, la riduzione dei tempi di esecuzione, e il possesso di alcune specifiche certificazioni relative alla sicurezza e all'ambiente. Verranno valutati in modo meno rigido la gestione delle fasi di lavorazione, l'esperienza e il profilo professionale del direttore del cantiere, ed eventuali proposte migliorative legate ad aspetti logistici e strutturali dei lavori, come l'entrata e uscita dal cantiere, la segnaletica, la ripulitura del sottobosco nelle aree circostanti, e la tecnologica di trivellazione impiegata. Il progetto prevede la realizzazione di una grande vasca di laminazione tra corso Australia e via dei Colli, dotata di accessi di caricamento provenienti da diversi scoli, e di strutture di svuotamento a partire da un impianto di sollevamento verso il Bacchiglione. Il cantiere dovrebbe partire entro la fine dell'anno, ed essere smantellato nel giro di sei mesi. «È un'altra occasione importante per investire nella salvaguardia idraulica», ha detto il vicesindaco con delega ai lavori pubblici Andrea Micalizzi. «Abbiamo completato le fognature e le condotte a Ponte di Brenta, lavorato su via della Biscia, sempre a Brusegana, e ora stiamo per affidare i lavori per l'importante bacino di laminazione». L'ultimo aggiornamento del Piano di gestione del rischio di alluvione, e i sempre più frequenti fenomeni atmosferici straordinari, hanno messo in luce come il problema non sia demandabile. «Continuiamo e continueremo a investire in sicurezza idraulica nel territorio - aggiunge Micalizzi - ma ogni singolo intervento di trasformazione urbana deve salvaguardare le caratteristiche di permeabilità del suolo». --Roberto Rafaschieri