scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/09/2020

Babbo Natale, addio senza nostalgia Sta arrivando il Festival d’inverno

Il Tirreno - Roberto Grazzini

Il sindaco annuncia che sarà presto pubblicato un bando che destinerà 150.000 euro. E le luminarie le pagherà il Comune la città degli eventi
Montecatini Il lungo ed accorato (specie nel finale) intervento del sindaco Luca Baroncini richiama la platea delle grandi occasioni nella sala consiliare di viale Verdi. In effetti, la scommessa di puntare sull'inverno quale scelta per rialzarsi dalla crisi non è affare da poco. «A novembre scorso - ha esordito il primo cittadino - avevamo pensato di allungare la destagionalizzazione dei flussi turistici, e cioè partire da novembre e andare avanti fino al termine di gennaio. C erano sponsor importanti e progetti validi. Poi a marzo è cambiato il mondo per colpa di questo maledetto virus. Tuttavia con la stagione compromessa quasi del tutto, abbiamo comunque deciso (coi fatti e non coi discorsi) di riprendere quel discorso lasciato a metà dall'emergenza e decidere di investire sul Festival dell'inverno. Nel momento più critico della Repubblica Italiana, col bilancio ridotto all'osso, siamo riusciti a trovare 150.000 euro che daremo a sostegno di chi si aggiudicherà il bando, che partirà nei prossimi giorni e sarà aperto fino alla terza settimana di settembre. Consideriamo strategica la promozione di un progetto di grande capacità di richiamo e di intrattenimento turistico con uno sviluppo temporale di quasi tre mesi. Di fatto la conferenza stampa odierna serve a presentare la delibera che consentirà agli uffici comunali competenti di predisporre un avviso pubblico finalizzato alla concessione di contributi a sostegno del Festival dell'inverno, che sviluppando in modo organico e integrato una serie di azioni a tema sia capace appunto di amplificare ed allargare il "range" natalizio per durata temporale».«Il progetto - puntualizza - deve contenere cinque linee d'azione. La prima riguarda le luminarie e le proiezioni di immagini luminose sui principali monumenti e palazzi cittadini, il cosiddetto videomapping. Un gioco di luci e ombre dinamico e in movimento davvero spettacolare a livello visivo, che coinvolgerà le persone. Riguardo le luminarie copriranno in pratica tutta la città e ci tengo a sottolineare che il consumo di energia elettrica sarà a carico dell'amministrazione comunale quale ulteriore sostegno, al pari della gratuità del suolo pubblico. La seconda linea d'azione riguarda l'organizzazione e coordinamento di eventi e iniziative di spettacolo e di intrattenimento a carattere multidisciplinare. E quindi, al punto tre, le attrazioni fisse ed in movimento. A seguire la realizzazione di mercatini a tema invernale con priorità alla zona Grocco e La Salute. Quinta ed ultima linea, il progetto dovrà essere sostenuto da un adeguato piano promozionale a rilevanza nazionale e comprendente i principali canali di comunicazione. Per cui almeno 40.000 euro del bilancio economico - finanziario di chi si aggiudicherà il bando dovranno essere veicolizzati a tali scopi».Le danze sono aperte. --Roberto Grazzini