scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
16/07/2021

Aziende in crisi, contributi per 150 mila euro

Corriere dell'Umbria

Da mille a 8 mila euro per dare una mano a quelle attività che sono state colpite da restrizioni e chiusure
Assessore Baglioni: "Non è una misura assistenziale ma un piccolo aiuto per i nostri commercianti" L'auspicio Destinatari "Vogliamo dare nuova speranza, il segnale che nessuno è solo" Rivolti ai negozi al dettaglio esclusi alimentari e Compro oro
di Aldo Spaccatini TODI K "È stato pubblicato il bando che consentirà alle attività commerciali del Comune di Todi, che hanno subito chiusure o restrizioni a causa della pandemia, di poter ricevere un contributo a fondo perduto da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 8.000". E' l'annuncio dell'assessore al bilancio Elena Baglioni. La misura è rivolta a tutte le attività commerciali al dettaglio (ad esclusione di quelle alimentari), alle attività dei servizi ricettivi e di ristorazione, alle attività inerenti i servizi alla persona fra cui parrucchieri, barbieri ed estetisti, alle agenzie di viaggio ed alle palestre; sono esclusi gli esercizi di compro oro, le sale per scommesse e gli esercizi commerciali che detengono al loro interno apparecchi di intrattenimento per il gioco d'azzardo. "Si tratta di una misura importante - prosegue l'amministrazione - per alleviare,seppur parzialmente, i danni economici che questa pandemia ha prodotto nel tessuto economico della città e per dare un segno tangibile di vicinanza a chi opera ed investe a Todi; siamo riusciti, ancorauna volta, a trovare risorse importanti nel proprio bilancio da destinare a chi produce e scommette nella nostra città. "Questa non vuole essere una misura meramente assistenziale - precisa l'assessore - ma piuttosto il volàno per le nostre attività, un piccolo aiuto che possa consentire ai nostri commercianti di rimettersi in piedi e ricominciare a correre più forti di prima". In questo anno e mezzo di pandemia, prosegue Elena Baglioni, "ho avuto modo di ascoltare tante volte inostri commercianti, gli operatori del turismo, gli imprenditori e al termine di ogni incontro la richiesta era sempre la stessa: noi vogliamo lavorare. Ed è questo il senso di questo bando; dare nuova linfa, dare fiducia, dare il segnale che in questa cittànessuno è lasciato da solo a combattere la propria battaglia. Come assessore al Bilancio ritengo che sia proprio questo il senso e la missione della nostra linea politica; riuscire a reperire fondi da mettere a disposizione della città, spendere in maniera attenta ed oculata al fine di poter avere poi le risorse da rimettere in circolo nel tessuto commerciale tuderte creando così lavoro e ricchezza. Sono da sempre convinta che le misure assistenziali fini a se stesse non servano a nulla e non producano nulla; sono, invece, fortemente convinta, che sia necessario investire su Todi e su chi a Todi ha investito la propria vita e la propria attività commerciale". L'assessore ha rivolto un ringraziamento anche alla Confcommercio di Todi ed inparticolare alla presidente Nunzia Frustagatti, con la quale "abbiamo collaborato e condiviso gli obiettivi e le finalità di questa misura di sostegno e rilancio. In questa prima fase erogheremo contributi per 150.000 euro ma la graduatoriaresterà attiva, inquanto siamo fortemente convinti di riuscire a trovare, entro la fine dell'anno, le risorse necessarie per finanziare tutte le richieste". Le domande per accedere albandopotranno essere presentate entro le 13 del 23 luglio.Puntuale è giunta la replica del Pd tuderte cheaccusa l'assessore al bilancio e l'intera giunta di utilizzare soldi che vengono dal governo per faremera propaganda.

Foto: Contro la crisi L'assessore al Bilancio Elena Baglioni annuncia contributi a fondo perduto per aziende in difficoltà