scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
27/07/2021

Avanti verso il nuovo stadio

La Gazzetta Del Mezzogiorno

LO «IACOVONE» A BREVE IL BANDO DI GARA PER LA PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE, CONCESSIONE E GESTIONE DELL ' IMPIANTO
Via libera dal dirigente alla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale
l «Nuovo» stadio comunale, avanti tutta. Dieci giorni fa, il dirigente del settrore Urbanistica e Grandi progetti, Cosimo Netti , ha dato il via libera alla pubblicazione del bando di gara per la progettazione, realizzazione dei lavori, concessione e gestione dello «Iacovone» sulla Gazzetta ufficiale, sulla Gazzettà europea e su alcuni quotidiani. È il primo passo che apre la strada alla ricezione da parte dell ' Amministrazio ne comunale di Taranto delle offerte presentate da operatori privati che, probabilmente presentandosi in raggruppamenti di imprese, si vogliano candidare alla gestione dell ' impianto sportivo del quartiere Salinella. Contattato dalla Gazzetta , l ' assessore all ' Urbanistica, Ubaldo Occhinegro , conferma questa notizia e la commenta così: «Stiamo portando avanti una procedura innovativa dal punto di vista amministrativo che si regge sul dialogo competitivo. Che, pur essendo previsto dal Codice degli Appalti, non è particolarmente preso in considerazione dagli enti locali. Invece - prosegue Occhinegro in queesto modo, attraverso un confronto con la comunità tarantina, coinvolgeremo al città e sceglieremo la proposta migliore». Ma come sarà il nuovo «Iacovone»? «Di certo - assicura l ' esponente della giunta Melucci - sarà uno stadio, nettamente diverso da quello che abbiamo visto negli ultimi decenni. Sarà, alla fine dei lavori, un impianto multifunzionale, moderno, che faccia aumentare la vivibilità del quartiere Salinella e che sia un po ' il simbolo dei Giochi del Mediterraneo in programma a Taranto nel mese di giugno del 2026». Sin qui l ' assessore. Tornan do al bando, cosa significa concretamente la formula dialogo competitivo? Prima di tutto, va evidenziato che si divide in tre momenti diversi. Nella prima fase, l ' Ammini strazione riceverà le domande di partecipazione da parte degli operatori economici. Nella seconda, invece, il Comune di Taranto avvierà un dialogo con i candidati ammessi per definire, in maniera precisa, i contenuti complessi della proposta, le fonti di finanziamento, le modalità tecnico - operative per l ' attuazione della proposta e le eventuali particolari condizioni di favore garantite all ' operatore economico. Definiti i contenuti della seconda fase, verificata la fattibilità complessiva della proposta, infine, l ' Amministra zione comunale avvierà la terza fase di gara vera e propria, nella quale i soggetti, che saranno stati ammessi, saranno invitati a presentare la loro migliore offerta tecnico - economica. Anche in presenza di una sola istanza di partecipazione nella prima fase o di una sola proposta nella seconda, la procedura sarà ritenuta valida e si procederà per la definizione del contenuto della proposta, senza procedere alla successiva terza fase. Nell ' ipotesi che nessuna pro posta sia ritenuta soddisfacente dall ' Amministrazione, non ci sarà alcun obbligo nei confronti degli operatori che hanno presentato istanza di partecipazione e hanno avanzato proposte e dell ' Ammi nistrazione che ha avviato il dialogo. Per la cronaca, infine, sempre dall ' avviso emerge che lo stadio «Iacovone» del futuro dovrà avere una capienza minima pari a 20mila posti a sedere. Fabio Venere

Foto: 25


Foto: MILIONI DI EURO È la dotazione finanziaria di cui dispone il Comune di Taranto a cui si uniranno fondi privati


Foto: 20mila


Foto: CAPIENZA MINIMA La struttura in cui gioca il Taranto Fc verrà trasformata n un centro multifunzionale