scarica l'app
MENU
Chiudi
07/07/2020

Aule di sostegno in via Cipriani nell’ex alloggio del custode

Il Piccolo di Trieste - Emanuela Masseria

L'appalto da 85 mila euro permetterà di potenziare gli spazi dedicati ai disabili Nel piano anche il recupero di quella che fu la sede del "Circolo carabinieri" edilizia scolastica
Emanuela Masseria Lavori in vista, quest'estate, per la scuola elementare di via Cipriani dove verrà sistemato l'ex alloggio del custode, nonché ex sede del Circolo carabinieri. L'intervento servirà a potenziare l'offerta per i disabili, dato che gli spazi riabilitati serviranno per ricavare delle aule di sostegno, appena in tempo per il riavvio delle attività scolastiche. Il Comune ha appena stabilito, come si legge in una determina dell'ente, la modalità di affidamento dei lavori. Si parla di una base di appalto di 85 mila euro, (di cui 4.998,50 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, Iva esclusa). Si procederà mediante affidamento diretto, con una precedente valutazione di almeno tre preventivi proposti da operatori economici abilitati ed iscritti al portale E-appalti Fvg. Il procedimento passerà attraverso la piattaforma informatica per la gestione delle procedure d'appalto messo a disposizione dalla Regione. In questo caso si tratta di una scelta operata dall'amministrazione comunale per velocizzare i tempi, dato che le soglie economiche dell'appalto lo consentono. Secondo l'elenco annuale dei lavori pubblici dello scorso anno, nell'ex alloggio del custode è prevista la verifica strutturale della pensilina e la sistemazione interna dell'ex sede del Circolo carabinieri. Il Responsabile unico del procedimento è l'architetto Laura Puntin del Servizio realizzazione Opere pubbliche ed infrastrutture del Comune. L'incarico professionale per il servizio di progettazione della verifica strutturale della pensilina è stato invece affidato allo studio dell'ingegner Fulvio Bressan di Gorizia che si è occupato anche del progetto definitivo dell'intervento e di quello esecutivo, (quest'ultimo approvato dalla giunta comunale in aprile). A seguito dell'emergenza Covid-19 è stato necessario integrare alcuni elaborati del progetto esecutivo, in relazione all'evoluzione dei lavori e alle modifiche intervenute in materia di sicurezza. Questa fase della procedura si è conclusa negli ultimi giorni. Considerata la necessità di procedere urgentemente con i lavori, in considerazione che gli stessi possano essere avviati prima dell'inizio dell'anno scolastico, è stato quindi predisposto l'affidamento diretto tramite la piattaforma informatica regionale che permette di accedere ad elenchi di fornitori ai quali attingere per effettuare diverse tipologie di gare d'appalto (lavori, servizi o forniture). La piattaforma consente di gestire le diverse fasi della gara, mediante la predisposizione del bando di gara o della lettera-invito, con la pubblicazione di tutti gli atti necessari e la raccolta delle offerte pervenute. -© RIPRODUZIONE RISERVATA