scarica l'app
MENU
Chiudi
21/11/2020

Associazioni sportive in crisi Contributi per sopravvivere

Brescia Oggi

LOGGIA. Gli aiuti straordinari del Comune ad un settore che, anche se non profit, si trova a contare i pesanti danni
L'Amministrazione ha stanziato 250mila euro erogati attraverso un bando che scade a fine mese Da un minimo di 500 a 1500 euro
Palazzo Loggia mette a disposizione 250 mila euro in forma di contributo straordinario a favore di società ed associazioni sportive dilettantistiche aventi la propria sede operativa in città e costrette a sospendere le attività nel periodo di «lockdown». «LA SOMMA - ricorda l'assessore al bilancio Fabio Capra - trova copertura nella maxi variazione al bilancio varata a fine settembre, attraverso la quale abbiamo reperito 4,5 milioni da destinare a misure di sostegno economico correlate alla pandemia». L'obiettivo del bando pubblicato ieri, con scadenza 30 novembre, è sostenere i destinatari (potenzialmente più di duecento) con criteri proporzionali. Le domande potranno essere presentate esclusivamente dal rappresentante legale della società o dell'associazione compilando un modulo reperibile sul portale dei servizi online del Comune nella sezione «Sostegni economici - Aiuti a famiglie ed imprese». Il contributo sarà determinato nella misura forfettaria minima di 500 euro e avrà un tetto massimo stabilito in 1.500 euro, definito integrando la prima voce (quota fissa) con una seconda, calcolata in relazione al numero degli atleti tesserati nella stagione sportiva 2019/20 (quota variabile). L'erogazione dei contributi sarà effettuata in un'unica soluzione e fino all'esaurimento della disponibilità. NELL'IPOTESI in cui quest'ultimo non dovesse consumarsi, si procederà alla riapertura dei termini di scadenza per ciò che concerne la presentazione di ulteriori istanze. Il contributo non è cumulabile con altre forme analoghe di sostegno già fruite nel 2020, e ne risultano dunque escluse (oltre alle realtà operanti con fini di lucro) le attività che hanno già beneficiato del contributo messo a disposizione da Regione Lombardia e da Fondazione Cariplo o usufruito di altri contributi regionali analoghi. Tre, secondo l'assessore Fabio Capra, gli aspetti «virtuosi» del bando che «chiude il cerchio degli aiuti del Comune ai diversi comparti». «E' generoso perché impegna una cifra tre volte superiore alla spesa corrente annuale solitamente riservata al settore, semplice in termini di adesione e veloce dal momento che il 4 dicembre la ragioneria chiuderà l'esercizio 2020». «L'operazione - sottolinea il sindaco di Brescia Del Bono - è coerente con la nostra politica, caratterizzata da massicci investimenti in infrastrutture sportive, impianti fondamentali per garantire alla vasta platea di associazioni dilettantistiche sportive del capoluogo la loro duplice attività, una più legata all'agonismo, l'altra correlata alla crescita educativa e formativa e all'inclusione sociale della fasce di popolazione più disagiate». © RIPRODUZIONE RISERVATA