scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/06/2021

Assistenza profughi, assegnato l’appalto

Corriere dell'Umbria

L'importo previsto sfiora il milione e mezzo in due anni e riguarda anche i minori non accompagnati
di Simona Maggi TERNI K Il Comune ha assegnato l'appalto per l'accoglienza dei migranti. Ancora in prima linea Arci, San Martino impresa sociale e laboratorio Idea per i servizi di accoglienza integrata a favore di richiedenti e titolari di protezione internazionale e dei loro familiari, oltre ai minori stranieri non accompagnati. Al momento ci sono una sessantina di profughi accolti nel Ternano. Per l'appalto biennale (dal primo luglio a dicembre 2022), indetto dal Comune, dal valore stimato di un milione e 468 mila è arrivata soltanto un'offerta: quella, appunto, dell'Associazione temporanea di scopo (Ats) guidata dall'Arci. Si tratta dei posti per la rete Siproimi (ex Sprar). Il primo lotto, quello più corposo riguarda 50 posti per gli "ordinari" con un valore base di 973mila euro e l'unica offerta è dell'Ats con mandante Arci solidarietà Terni (al momento sono in proroga, e dunque la gestione non cambierà). Il secondo lotto riguarda la gestione di 14 posti per i minori non accompagnati (Msna) con autorizzazione del ministero dell'Interno. L'appalto è da 494 mila euro. Presto sarà completatalaprocedura burocratica di affidamento dell'appalto. "Il bando spiega Francesco Camuffo, presidente di Arci Terni rientra nell'ordinarietà delle procedure ad evidenzia pubblica per l'affidamento dei progetti di accoglienza di cui è titolare il Comune. I numeri degli accolti sono in media sui 50, con un lieve decremento negli ultimi anni e con presenze effettive di circa 15 persone. Alla gara non ci sono stati altri partecipanti anche questa volta. Siamo in attesa della conclusione del procedimento. Di certo possiamo dire che tutti quelli che hanno sempre parlato di business non si capisce su quali basi hanno fatto la loro propaganda, dal momento che alle gare possono partecipare tutti quelli che ne hanno titolo. Inoltre si è dato pochissimo risalto al fatto che le indagini che hanno avuto origine con gli esposti di alcuni politici sui progetti Sprar di Narni e Terni nei confronti dei dirigenti si sono conclusi da qualche mese in modo estremamente positivo con la formula dell'assoluzione in quanto il fatto non sussiste. Una prova ulteriore, anzi una certificazione di qualità ulteriore. Ci piacerebbea questo punto - dice - invitare i protagonisti di questa amara stagione a un dibattito pubblico sui temi dell'accoglienza". Gli fa eco il presidente dell'associazione San Martino impresa sociale e laboratorio Idea, Francesco Venturini. "E' un progetto che - afferma - gestiamo dal 2007 con un'intesa di collaborazioni tra un'associazione laica e l'altra ecclesiale con ottimi risultati. Noi come San Martino ci occupiamo dell'accoglienza e assistenza sanitaria mentre l'Arci del resto, come ad esempio orientamentoed accompagnamento all'inserimento lavorativo, sociale e all'accesso ai servizi del territorio, formazione e qualificazione professionale".

Foto: Arci e San Martino


Foto: Continueranno a gestire il servizio di accoglienza


Foto: Aiuti ai migranti Il bando del Comune riguarda l'accoglienza in città e si rivolge anche ai minori non accompagnati