scarica l'app
MENU
Chiudi
31/10/2020

Assegnazione alloggi «Il bando va riaperto»

Gazzetta del Sud

Milazzo, attod' indirizzo di Midili
Locazione semplice: percorso da seguire con grande attenzione
MILA ZZO Riaprirei termini del bando di concorso perl' assegnazione in locazione semplice di alloggi di edilizia popolare disponibili.È quanto ha chiesto con un atto di indirizzo agli uffici il sindaco Midili, sottolineando come il precedente avviso, pubblicato la scorsa primavera in piena fase di lockdown, non ha ha registrato quella partecipazione attesa visto il particolare periodo.E ciò alla luce dell' emergenza che si registra in città. Il bando fa chiarezza sui criteri di assegnazione degli alloggi popolari che di voltain volta si andrannoa liberaree consentea tutti coloro che posseggonoi requisiti di inserirsi in una graduatoria che diventeràl' unica viad' accesso per ottenere la casa. Infatti- questo va chiarito- in atto non ci sono abitazioni libere, ma occorre comunque partecipare al bando-l' obiettivoè riaprirlo almeno per 15 giorni- per poter concorrere, quando si creeranno le condizioni all' assegnazione. Anche perché tutte le altre graduatorie che in passato sono state redatte non avranno più valoree quindi anche coloro che sono presenti dovranno presentare nuova istanza per essere validamente inseriti nella nuova graduatoria definitiva. Insomma, un modo per porre fine al guazzabuglio che ha determinato persino l' intervento dell' autorità giudiziaria che ha disposto negli ultimi tempi parecchi sgomberi eseguiti dalla polizia municipale. Tral' altro, dopo la Procura siè mossa anche la Prefettura che ha chiesto al Comune di mantenere costante il monitoraggio per verificare la sussistenza di anomalie sul territorioe segnalarle all' autorità giudiziariae all' Iacp ma anche al rappresentante del Govern o. Oral' iniziativa della nuova Amministrazione, che ci si augura gli uffici recepiscano subito riaprendoi termini (d' altronde si tratta di un atto di indirizzo del sindaco), puntaa dare la possibilitàa chi" dist ratto" dalla pandemia non ha partecipato al primo avviso. Al tempo stesso si avrà uno screening del territorio sia per avere contezza di quelle situazioni che ancora non sono state definite, ma anche per bloccare possibili casi di" intrusione forzata" che purtroppo comincianoa registrarsi con una certa frequenza anche dalle nostre parti. r.m. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Fiuma rella Il quartiere cittadino col maggior numero di alloggi Iacp