scarica l'app
MENU
Chiudi
10/03/2020

Assegnato l’appalto per il ponte sul Po Investiti 2,5 milioni

Gazzetta di Mantova - Riccardo Negri

Sarà il Consorzio stabile modenese a sistemare la struttura Ora per limitare i rischi vige il limite dei 40 chilometri orari dosolo-guastalla
DOSOLO. La Provincia di Reggio Emilia, stazione appaltante, ha aggiudicato al Consorzio stabile modenese l'effettuazione degli interventi di emergenza per la messa in sicurezza del ponte sul Po Dosolo-Guastalla. Il primo governo Conte aveva stanziato per l'opera 3,8 milioni (nell'ambito dello stesso decreto che assegnava 6 milioni all'incerottamento del ponte di Casalmaggiore), ma il successivo progetto ha quantificato un costo complessivo di circa due milioni e mezzo. La ditta modenese, che si è presentata alla gara d'appalto in associazione temporanea con la società Stradedil, ha offerto una percentuale di ribasso pari al 23,5 per cento sul valore posto a base d'asta, di fatto aggiudicandosi i lavori per circa due milioni e 66mila euro. Alla gara aveva partecipato una ventina di ditte. L'aggiudicazione all'impresa modenese diverrà efficace dopo la verifica del possesso dei requisiti: se non insorgeranno contrattempi, nel giro di alcune settimane il contratto potrà essere stipulato e il cantiere aperto.Il ponte di Dosolo è stato costruito nel 1971. Da un paio d'anni, per salvaguardare l'infrastruttura dalle vibrazioni e sollecitazioni potenzialmente pericolose provocate dai mezzi in transito, è in vigore il limite di velocità dei 40 chilometri orari. Quello precedente dei 50 orari era stato introdotto nel 2000 in occasione della piena del Po. I lavori si concentreranno sulla riqualificazione del cemento armato, dei giunti e delle strutture di appoggio, e non richiederanno la completa chiusura al transito.Nella legge di bilancio 2019, il Governo ha inserito altri 250 milioni per i ponti sul Po. Tra gli interventi finanziati ci sono la realizzazione del nuovo ponte Casalmaggiore-Colorno e ulteriori sei milioni e mezzo per il rinnovo del Dosolo-Guastalla. Questo secondo intervento dovrà porsi in continuità con quello di imminente avvio, con l'obiettivo di risolvere una volta per tutte le problematiche strutturali e di sicurezza. Nei giorni scorsi, le province di Reggio e Mantova hanno approvato il testo di un protocollo d'impresa, al fine di definire i rispettivi impegni e obblighi. A farsi carico di progettazione e appalto sarà Reggio. --Riccardo Negri © RIPRODUZIONE RISERVATA