scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
20/04/2021

Artisti in piazza: “Non lavoriamo gratis”

Corriere dell'Umbria

Manifestazione stamattina alle 11 per ribadire "il diritto alla dignità e la necessità di misure che vadano a sostegno del comparto"
di Susanna Minelli FOLIGNO K I lavoratori dello spettacolo scendono in piazza per manifestare contro l'avviso pubblico del Comune di Foligno, che ha per oggetto la creazione della rassegna estiva a Palazzo Trinci. L'appuntamento è per questa mattina alle 11 a piazzadella Repubblica dove si raduneranno artisti, operatori del comparto, sindacati, parti politiche aderenti all'iniziativa e sostenitori. "Una rassegna quella del Comune pensata per Palazzo Trinci - si legge nel comunicato congiunto di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Adu, promotori della manifestazione - per la quale sono stati stanziate risorse pubbliche solo per la più stretta logistica, mentre saranno a carico di lavoratrici e lavoratori le restanti spese. Con questo bando, annunciato come misura a sostegno del settore dello spettacolo dal vivo, si chiede a lavoratrici e lavoratori di contribuire ad una ripartenza della vita culturale cittadina. Per questo lavoro, però, ribadiamo che non è prevista alcuna retribuzione. Si chiede, quindi, a questi professionisti di mettere a disposizione gratuitamente l'unica risorsa di cui dispongono: il proprio lavoro, quindi di lavoraresenza essere pagati. Intendiamocon questamanifestazione rivendicare con forza il diritto alla dignità del lavoro e la necessità di misure che vadano realmente a sostegno di un comparto fermo ormai da più di un anno. Chiediamo, alla luce di queste motivazioni, il ritiro del bando". L'amministrazione comunale, nel frattempo, ha cercato di correre ai ripari, annunciando l'integrazione del bando con la possibilità di far pagare l'ingresso agli spettacoli. "Premesso che per radicato e comprovato convincimento, l'amministrazione folignate non ha mai inteso penalizzare l'attività lavorativa di qualsivoglia settore la si esprima, tanto più in un contesto economico-sociale complesso come quello attuale, i contenuti della protesta dei membri e-o rappresentanti della categoria rivelano la mancata percezione delle ragioni e degli obiettivi che l'avviso intende perseguire. Nel contesto di proposta aperta, sollecitata e/o positivamente recepita da diverse realtà, non sarà certamente l'amministrazione comunale a limitare le potenzialità di un avviso generante così tanto interesse anche da parte di un più ampio e qualificato contesto artistico, che ai fini della sua partecipazione all'avviso ha invocato la possibilità di bigliettazione: il bando sarà quindi integrato prevedendo anche tale opzione" si legge nella nota del Comune.

Foto: Piazza della Repubblica L'appuntamento è per stamattina alle 11