MENU
Chiudi
31/08/2018

Area megalitica, via all’iter del secondo lotto

La Stampa - alessandro mano

L'area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans è un sito unico anche perché, dalla prima visita a giugno 2016 a oggi è già cambiata. Cambierà ancora, da qui ai prossimi due anni. È imminente l'avvio del cantiere per il secondo lotto del percorso museale, che completerà l'area Nord del percorso di visita, e prevede l'esposizione di tutte le stele ritrovate durante 30 anni di scavi rendendo più interattivo e comprensibile l'intero percorso.

L'attuale visita è parziale e provvisoria. L'ingresso principale e la biglietteria sono stati spostati sul lato Ovest, vicino alla chiesa di Saint-Martin. «Nei lavori per il secondo lotto è prevista la sua collocazione definitiva - dice Gaetano De Gattis, dirigente del Patrimonio archeologico all'assessorato regionale all'Istruzione e Cultura - spostandola all'angolo tra corso Saint-Martin-de-Corléans e via Italo Mus, sotto la pensilina. Un intervento che, per ragioni di budget, non abbiamo potuto fare subito». È previsto anche l'allestimento di una sala per convegni e conferenze, con circa 100 posti a sedere, «un altro elemento che in questi primi anni è mancato, perché la saletta utilizzata oggi permette la presenza di 45-50 persone per volta e in molti casi è risultata insufficiente» aggiunge De Gattis.

L'intervento sul percorso museale riguarderà principalmente tre aspetti: la nuova sala delle stele, una rampa del tempo meglio strutturata e la «sala immersiva». Il percorso di visita inizierà dall'attuale «rampa del tempo», che al posto di pannelli bidimensionali sarà allestita con elementi tridimensionali, anche in movimento, per rendere emozionante il viaggio all'indietro nel tempo. «Penso all'invenzione dell'aereo, che sarà fatta capire calando dall'alto un modello in tre dimensioni» racconta il dirigente.

Una volta arrivati al piano degli scavi, si potrà entrare nella «sala immersiva». «Sarà uno spazio circolare, con la proiezione sulle pareti delle diverse fasi di utilizzo del sito di Saint-Martin-de-Corléans nella storia». Secondo De Gattis, «consentirà ai visitatori, prima di entrare nella campata principale, di essere indirizzati e percepire visivamente cosa li aspetterà durante il percorso di visita». La sala immersiva troverà posto in uno spazio a Sud dell'attuale percorso di visita. La sala delle stele spiegherà meglio le diverse fasi storiche dei megaliti, consentendo di vedere tutte quelle rinvenute durante le diverse campagne di scavo nel sito. Il percorso prevede anche una nuova sezione dedicata alla protostoria, alla romanità e al Medioevo .

Ieri la Stazione unica appaltante dell'assessorato regionale alle Opere pubbliche ha pubblicato il bando di gara per l'affidamento della direzione dei lavori e del coordinamento della sicurezza: vale 453 mila euro e sarà aggiudicato in base all'offerta economicamente più vantaggiosa. Gli interessati hanno tempo fino alle 12 di lunedì 8 ottobre per far pervenire in assessorato le offerte. La prossima settimana la Sovrintendenza pubblicherà anche la gara d'appalto, attraverso la Centrale unica di committenza dell'Inva, per i lavori veri e propri, del valore complessivo di 5 milioni di euro; un terzo bando servirà per assegnare il collaudo in corso d'opera dei lavori.

«L'obiettivo è ridurre i tempi e arrivare a completare tutte le procedure di gara - conclude De Gattis -. L'opera è finanziata in parte con fondi europei, e lavoriamo per riuscire a portarli a casa, in parte con fondi regionali».

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore