scarica l'app
MENU
Chiudi
03/10/2019

Area ex «Baraccamenti» aggiudicati i tre appalti

La Gazzetta Del Mezzogiorno

I primi lotti assegnati ad un'impresa laziale, il terzo a una tarantina
FABIO VENERE l Aggiudicate le gare di appalto per la riqualificazione degli ex Baraccamenti Cattolica. E così, se nelle settimane scorse, era stata assegnata la gara per la demolizione della palazzina di via Di Palma n. 162 (preliminare agli interventi complessivi), ora la commissione ha acceso il «semaforo verde» per i tre lotti in cui era stato precedentemente diviso il progetto. Un'inca impresa si è aggiudicata due appalti su tre. In particolare, per il lotto n. 1 relativo alla realizzazione del cosiddetto Teatro della musica, foyer , piccola sala concerti, bar e camerini sono pervenute 83 offerte. E, al termine delle valutazioni da parte della commissione stessa, il bando è stato vinto dalla società Gral Costruzioni srl di Bracciano in provincia di Roma per l'importo contrattuale di 2 milioni 41mila euro in seguito al ribasso proposto del 31,83 per cento sull'importo definito a base di gara di 2 milioni 951mila euro. Il secondo lotto, invece, si riferisce alla realizzazione di laboratori d'arte e musica, «Museo dei bambini e delle bambine» e alla costruzione di un polo sociale con spazi per la Terza età e per i giovani. Anche in questo caso, il numero delle offerte ammesse al bando è stato di 83 e anche in questa circostanza la gara è stata aggiudicata alla società laziale «Gral Costruzioni srl» per un importo di 1 milione 708mila euro in seguito al ribasso proposto (ovvero, allo... sconto) del 31,52 per cento sull'importo fissato a base della gara stessa pari a 2 milioni 455mila euro. Il terzo lotto, infine, è quello che prevede la realizzazione di aree esterne, piazza, verde e percorsi pedonali. In questo caso, in realtà, le offerte ammesse a partecipare sono state 91 e la gara è stata aggiudicata ad un'impresa di Taranto. Si tratta della «Co. De. Ca. Strade srl» per l'importo contrattuale di 1 milione 261mila euro in virtù del ribasso offerto del 32,28 per cento rispetto a quanto stabilito dal bando di gara ovvero 1 milione 837mila euro. Ora, così come prescrive il Codice degli appalti, queste tre aggiudicazioni di gare pubbliche diventeranno definitive tra scorsi i primi 35 giorni per consentire eventualmente ad altri operatori di richiedere l'accesso agli atti e, nel caso, di inoltrare ricorsi alla magistratura amministrativa. Consumato questo periodo, poi può trascorrere ancora un periodo massimo di 60 giorni (due mesi) entro il quale poi l'aggiudicazione diventerà definitiva con la relativa e conseguenza sottoscrizione del contratto con l'Ammi nistrazione comunale per l'apertura del cantiere. Ragionevolmente, dunque, salvo imprevisti, gli interventi dovrebbero iniziare a cavallo (o subito dopo) le festività natalizie. Intanto, entro una decina di giorni circa, dovrebbero iniziare i lavori di demolizione della palazzina di via Di Palma n. 162 che insiste adiacente l'ingresso del parcheggio, peraltro, ubicato all'interno dell'area degli ex Baraccamenti Cattolica. Che, a sua volta, si trova in prossimità dell'angolo con via Crispi nel Borgo umbertino di Taranto. Le opere di abbattimento dello stabile dovrebbero durare un paio di mesi e comunque, per un periodo provvisorio ancora non ben definito, imporranno all'Amministrazione di chiudere il parcheggio e di interdire quel tratto di via Di Palma. Per (evidenti) motivi di sicurezza per pedoni e automobilisti.

ITARANTO PRIMO PIANO

LA RIQUALIFICAZIONE

IL PROGETTO Verranno così realizzati: un «Museo dei bambini»; un «Teatro della musica»; aree pedonali; spazi per giovani e anziani

TRA VIA DI PALMA E VIA CRISPI