scarica l'app
MENU
Chiudi
03/06/2020

Aprono i cantieri, interventi idraulici e nuove asfaltature

Il Gazzettino

FIUME VENETO
Opere pubbliche al via: nella lista degli interventi figurano l'asfaltatura di strade, sistemazioni idrauliche e dell pubblica illuminazione. Nell'ultimo consiglio comunale, adottando le diverse misure in tema di sicurezza, è infatti stata deliberata anche una variazione di bilancio per finanziare una serie di interventi importanti. «Scorrendo la lista degli importi - esordisce il vicesindaco Roberto Corai - potrebbero apparire meno importanti come interventi perché le somme sono più contenute rispetto a quanto previsto ad esempio per l'adeguamento sismico e l'efficientamento energetico della scuola primaria di Cimpello o per la demolizione e ricostruzione del plesso della media di Fiume Veneto, entrambe anticipate di un anno rispetto al cronoprogramma originario. Ma si tratta comunque di opere attese che miglioreranno la vivibilità del paese». Corai entra quindi nel dettaglio: «È arrivato il via libera dal consiglio per la riasfaltatura di via Vespucci e relative laterali, per un importo di 80mila euro, finanziata parzialmente per 50mila da fondi di Livenza Tagliamento acque». Negli ultimi due anni il quartiere è stato interessato dall'ampliamento della rete del gas metano e per la realizzazione della fognatura: nelle prossime settimane quindi si completerà l'asfaltatura di tutte le vie interessate. Grazie a un contributo statale di 90mila sarà poi possibile provvedere alla sistemazione idraulica di un tratto di via Tavella, altro intervento atteso, poichè con il maltempo crea allagamenti e disagi ai residenti. «Sono anche stati stanziati 16mila euro - prosegue Roberto Corai - per il rifacimento dell'illuminazione del sottopasso autostradale di via Leopardi a Cimpello; 50mila euro per realizzare un nuovo percorso per mountain bike». E 30mila euro per interventi lungo le strade comunali e 100mila euro per varie manutenzioni agli edifici e al patrimonio comunale. «Per cercare di anticipare i tempi, a causa delle lungaggini burocratiche dovute al codice degli appalti, introdotto nel 2016 e che l'attuale Governo è riuscito addirittura a peggiorare - critica il vicesindaco - sono state finanziate e anticipate al 2020 diverse progettazioni di opere previste nel 2021 e 2022, come la sistemazione di via Ghetti, il secondo stralcio degli ampliamenti dei cimiteri di Fiume e Praturlone, gli interventi sulle scuole. Intendiamo procedere velocemente con gli affidamenti degli interventi eseguibili - aggiunge -: è un modo per sostenere la ripresa di cui anche le imprese locali beneficeranno, in questo periodo complicato a causa del virus».
Emanuele Minca
© RIPRODUZIONE RISERVATA