scarica l'app
MENU
Chiudi
01/08/2020

Approvato il bilancio «Rilancerà la nostra città»

QN - Il Giorno

CINISELLO BALSAMO di Rosario Palazzolo Di mezzo c'è stata la quarantena per il Covid, il telelavoro che ha fatto funzionare a ranghi ridotti il Comune e una sentenza del tribunale che ha condannato il Comune di Cinisello a pagare 5 milioni di euro di conti per scelte vecchie di quasi 20 anni. Nonostante tutto, il Bilancio comunale di Cinisello Balsamo è stato approvato e può finalmente liberare risorse per realizzare i progetti attesi in città da moti mesi. Il via libera definitivo è arrivato con un giorno d'anticipo sui programma (ma con 7 mesi di ritardo rispetto ai tempi canonici che lo vorrebbero approvato entro l'inizio dell'anno) nel corso di una «calda» seduta di consiglio comunale. Lo scontro tra maggioranza e opposizione ha tenuto banco fino all'ultimo voto con l'opposizione che ha attaccato il sindaco Ghilardi e la sua amministrazione affermando di aver confezionato «un documento di programmazione senza idee né prospettive», e il sindaco a rispondere «questo bilancio darà il via al rilancio di Cinisello, dopo una tempesta perfetta che ha messo in luce tutte le debolezze e le tante magagne lasciate dalla vecchia amministrazione, non ultimo il debito da 5 milioni di euro che peserà su tutti i cinisellesi». Ghilardi tira un sospiro di sollievo ed è pronto a dare il via alle opere che fino ad oggi erano rimaste congelate: «Faremo partire immediatamente il bando per il rilancio del Centro Sportivo delle Rose, che può rappresentare una importante opportunità per la città - spiega il sindaco -. Poi lanceremo una gara per rifare i marciapiedi e i manti stradali in oltre 20 vie, soprattutto nei quartieri residenziali. Abbiamo un milione di euro per ridare sicurezza a chi si sposta in città. Inoltre, potremo finalmente dare il via libera all'operazione di sostituzione dei lampioni con nuove tecnologie led. Soprattutto, il Bilancio consente di dare avvio alla progettazione del nuovo Pgt. Perché non possiamo limitarci a pensare alle emergenze di oggi, ma dobbiamo guardare alla città del futuro. L'eredità che ci ha lasciato il centrosinistra sull'urbanistica è imbarazzante, quindi è nostro compito ripensare a una città più vivibile e moderna». Durante il consiglio comunale c'è stata bagarre per i capitoli di investimento legati al rilancio del commercio. Il Comune ha a disposizione 1.3 milioni di euro per attività di promozione (eredità del progetto per il raddoppio del centro commerciale ex Auchan), ma non li ha ancora spesi. A settembre arriverà il primo bando da 100mila euro, ma intanto il Pd ha ottenuto l'impegno a una programmazione triennale degli interventi. © RIPRODUZIONE RISERVATA