MENU
Chiudi
15/07/2018

Appalto rifiuti: si piazza primo il consorzio Formula Ambiente

Il Messaggero

` La commissione giudicatrice ha deciso di proseguire nonostante il ricorso al Tar
LA GARA
La gara non è ancora conclusa ma la graduatoria che si è formata vede primo posto il Consorzio Formula Ambiente di Cesena che, sulla carta, una volta compiuti gli ulteriori adempimenti, potrebbe diventare il nuovo gestore del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani. Nuovo fino ad un certo punto perchè Formula gestisce da alcuni anni il servizio in associazione temporanea di imprese con il Consorzio Nazionale Servizi di Bologna ma è pur vero che le due società, quando si è trattato di concorrere per il nuovo appalto, hanno deciso di farlo ognuna per conto proprio.
Lo scorso 6 luglio la commissione giudicatrice formata dagli ingegneri Giovanni Caruso e Sandro Fantini, e dall'architetto Ferdinando Rainone, ha deciso di andare avanti nonostante il ricorso al Tar che rischiava di tenere nelle sabbie mobili la gara, e si è riunita per esaminare le offerte economiche: e alla fine ha attribuito i punteggi complessivi che mettono insieme l'offerta tecnica e quella economica ed ha attribuito 9,01 a Formula Ambiente, 93,35 al raggruppamento temporaneo di imprese Diodoro Ecologica srl - Angelo De Cesaris srl, 88,80 punti sono andati al raggruppamento formato dalle società Senesi-Ecoburgus-Ecolife- Adigest e 83,08 al Consorzio Nazionale Servizi. Parità chiusa? Non del tutto perchè la commissione ha comunque verbalizzato che l'offerta di Formula Ambiente appare anormalmente bassa: ciò comporta, come prevede la legge, che l'operatore economico dovrà fornire alla stazione appaltante in base al decreto legislativo 50/2016 spiegazioni sul prezzo o sui costi proposti nelle offerte, aprendosi così una fase ulteriore che potrà allungare ulteriormente i tempi di aggiudicazione definitiva anche se il servizio di raccolta dei rifiuti è comunque garantito fino al 31 dicembre grazie alla proroga già concessa nei mesi scorsi. Un appalto da circa 70 milioni di euro che dura sette anni più uno, un appalto innovativo, lo aveva definito l'assessore comunale Alessandro Bevilacqua quando a ottobre dell'anno scorso, lo illustrò unitamente al dirigente comunale di settore, l'ing. Paolo Intorbida.
Una delle novità è che oltre a ritirare i rifiuti, in base al capitolato il nuovo gestore del servizio di raccolta di rifiuti dovrà liberare le strade in caso di neve, dovrà gestire dieci aree verdi e curare la manutenzione delle fontane ornamentali. Inoltre è prevista la realizzazione di isole ecologiche a scomparsa, l'utilizzo di una fitta rete di videocamere e di droni per combattere il fenomeno delle discariche abusive, la realizzazione di un centro di riuso: Formula Ambiente ha messo nero su bianco un'offerta 7 milioni e 175mila euro l'anno. Oggi, vigente la proroga, la quarta che viene concessa da quando l'appalto originario è scaduto, raccogliere e trasportare i rifiuti solidi urbani costa ai cittadini di Chieti più di 21mila euro al giorno. L'aspettativa generale è che la città sia davvero più pulita e che vengano rimossi con maggior frequenza quei rifiuti che sempre più spesso generano una situazione di sporcizia diffusa.
Alfredo D'Alessandro
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore