scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/09/2020

Appalto rifiuti, lo scontro De Vizia -Teknoservice arriva pure a Ventimiglia dopo il braccio di ferro a Imperia

Il Secolo XIX - P. M.

VentimigliaProsegue anche a Ventimiglia il braccio di ferro tra la ditta De Vizia (vincitrice dell'appalto a Imperia) e la Teknoservice promotrice insieme a Docks Lanterna di un ricorso nel capoluogo. La commissione, incaricata di esaminare la documentazione per l'ammissibilità delle 4 tra ditte e associazioni d'impresa che hanno partecipato alla gara comprensoriale per la gestione della nettezza urbana nell'area intemelia, dovrà infatti esaminare anche una memoria depositata da parte della De Vizia per l'esclusione della ditta Teknoservice per inaffidabilità professionale. Il seggio si riunisce di nuovo lunedì e martedì. Anche un eventuale e futuro ricorso non inficerebbe la gara che proseguirebbe normalmente, salvo prendere atto successivamente di un'eventuale decisione avversa del Tribunale amministrativo regionale. A Ventimiglia, intanto, sono arrivate le prime cartelle di pagamento per la tassa rifiuti urbani e il Comune di Ventimiglia è stato preso d'assalto dai cittadini. «È più che comprensibile - spiega il sindaco Scullino - gli uffici sono a disposizione dei cittadini per chiarire ma evitiamo in questo periodo di Covid-19 assembramenti. Esiste sulla pagine del sito del Comune uno spazio che spiega come è stata suddivisa la possibilità di pagare. Le 4 rate sono tutte relative alla Tari 2020, quindi la tassa è riferita all'anno in corso 2020 e viene richiesta adesso a seguito dei rinvii per la normativa Covid-19». La prima rata, in particolare, per obbligo di legge, corrisponde al 25% della tassa pagata nel 2019, ma vale per l'anno in corso. Nel dettaglio ecco le scadenze: prima rata 1 ottobre 2020, pari al 25% della tassa dovuta per l'anno 2019; seconda rata entro il 1 dicembre 2020, pari al 33% della tassa 2020 detratto l'importo della prima rata. E così via dicendo, terza rata 1 febbraio 2021, quarta rata entro il 1 aprile 2021, sempre pari al 33% della tassa 2020 detratto l'importo della prima rata. Si può eseguire il pagamento in unica soluzione della tassa 2020 (quindi seconda - terza - quarta rata) entro il 1 dicembre 2020. --P. M.