scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/03/2021

Appalto rifiuti, i sindacati a Palazzo Ducale

La Nuova Sardegna

Incontri separati con il sindaco. La Cgil: «Pronti a nuovi scioperi». Cisl, Uil e Fiadel: «Passi avanti»
SASSARIDoppio incontro a Palazzo Ducale tra il sindaco Campus e i rappresentanti sindacali su Gretas, il bando per la raccolta rifiuti che sta registrando enormi problemi di "messa a punto" e grandi tensioni tra azienda e lavoratori, già sfociata in uno sciopero. Uno sciopero però doppio, che confermare la rottura del fronte sindacale. Da una parte la Fp Cgil di Paolo Dettori, protagonista dell'astensione dal lavoro e pronta a incrociare le braccia per altri due giorni se non si saranno risposte convincenti da parte dell'Rti che gestisce il maxi appalto da 130 milioni. Dall'altra la Fit Cisl di Alessandro Russu, la Uiltrasporti di Antonio Sias e la Fiadel di Roberto Torreni, che con la Rti che gestisce Gretas hanno già firmato un accordo quadro (peraltro bocciato in un contestato referendum organizzato dalla Cgil). Entrambi trattano con l'azienda e la Cgil afferma che grazie allo sciopero e al referendum ha ottenuto importanti modifiche al protocollo che non aveva formato: «Durante l'incontro abbiamo rappresentato al sindaco una situazione difficile non solo per i lavoratori ma anche per i servizi ai cittadini - attacca Paolo Dettori, a Palazzo Ducale mercoledì -. Per via della organizzazione, o meglio disorganizzazione del lavoro, con parte del personale che viene cambiato da un giorno all'altro in modo sistematico. Ad esempio risulta presente nelle zone di spazzamento o nelle zone di raccolta anche se è assente dal servizio, o deve fare più zone contemporaneamente. Il sindaco ci ha ascoltato con attenzione pur chiarendo che gli aspetti di tutela dei lavoratori attengono solo ai sindacati, e ha fatto capire che da parte della stazione appaltante ci sarà una verifica. Abbiamo accolto con favore l'apertura dell'amministrazione, che non ci aveva mai ricevuto, e auspichiamo di poter proseguire in questo senso».«Abbiamo premesso - sottolineano Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel, ricevuti ieri da sindaco, assessora all'Ambiente, presidente del consiglio comunale e staff dirigenziale del Comune - che stiamo procedendo in maniera proficua alla sottoscrizione di accordi aziendali regolatori dell'organizzazione del lavoro e abbiamo chiesto un impegno politico esigibile sugli investimenti già previsti nell'appalto (mezzi di lavoro, impianti e attrezzature), sulle future assunzioni da concordare quando l'avvio del servizio di gestione rifiuti sarà a regime. Il sindaco ha garantito il massimo supporto ai lavoratori del cantiere in merito alla ottimale organizzazione del lavoro e ad una normalizzazione della gestione del cantiere, auspicando la rapida soluzione delle problematiche evidenziate anche apportando correttivi alle previsioni gestionali del servizio. Abbiamo avviato un proficuo ed ulteriore piano di lavoro collaborativo che getta le basi per migliorare le condizioni di lavoro e garantire un servizio di raccolta rifiuti ottimale per la cittadinanza».(g.bua)