scarica l'app
MENU
Chiudi
04/06/2020

Appalto revocato Il Tar boccia il Comune

Gazzetta del Sud

Illuminazione
Il Tribunale Amministrativo Regionale ha rimesso in sella la ditta Spezzano, nella gestione dell' illuminazione pubblica dell' area di Corigliano. Un appalto che aveva " conquist ato", seppur senza molta fatica poiché ful' unica partecipante, nel 2017. La decisione del Comune di Corigliano Rossanoè stata bocciata dallasentenza dello scorso 26 maggio. La vicendaè quellache avevasuscitato nonpoco scalpore, allorquando,a fine ottobre scorso, fu revocato all' impresa Spezzano Luigil' affidamento dell' appalto perl' illuminazione pubblica. Una decisione che arrivava dal settore Ambiente ed energia diretto dall' ingegnere Francesco Amica, che in una missiva inviata alla ditta con sedea San Giorgio Albanese, specificaval' avvio di " un procedimento perl' annullamentod' ufficio ed in via di autotutela". Il dirigente comunale contestava alla ditta Spezzano una variante del contratto, che avrebbe prodotto un aumento sull' importo dell' appalto di oltre 7,6 milioni di euro rispetto ai16 milioni originariamente previsti, che la ditta aveva giustificato per un ricalcolo dei punti luce risultati in numero maggiore rispettoa quelli contemplati nella garad' appalto. Ora arriva il verdetto del Tar, che ha deciso di accogliere il ricorso della ditta di San Giorgio, sottolineando come siano stati commessi errori in questa vicenda.L' amminist razione, secondo il Tar, ha agito" con eccesso di potere per sviamento, illogicitàe contraddittorietà... .. violandoi consolidati principi peri quali la legittimità di un provvedimento amministrativo, in base al principio tempus regit actum, va valutata con riferimento allo stato di fattoe di diritto esistente al momento della sua emanazione». Intanto la notizia non manca di sollecitarei commenti dell' opposizione. Per il consigliere di Civico e Popolare, Gino Promenzio questa sentenzaè una" nuova, annunciatae clamorosa sconfitta amministrativa per Stasie la sua giunta. Dopo aver impegnato 18 mila euro per un legale,i cittadini di Corigliano-Rossano sono stati condannatia rifondere oltre 2458 euro per le spese di lite".E rincara: «l' ingenuo primo cittadino aveva detto di essere più che sicuro delle procedure adottate dagli Uffici nella sospensione del servizio alla ditta Spezzano. Il Tar Calabria, accogliendo le tesi della controparte, ci spiega invece come"l' amministrazione abbia operato una confusione di piani, utilizzando due istituti giuridici distinti annullamento in autotutela del provvedimento di aggiudicazionee risoluzione del contratto con una commistione ibrida ma impropria" ». an. bal. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Appalto importanteL' impor to della gara era di 16 milioni di euro