scarica l'app
MENU
Chiudi
11/08/2020

Appalto entro ottobre per il ponte sul Ticino

La Provincia Pavese - S. Bov.

il progetto-bis
VIGEVANONuovo ponte sul Ticino: ad ottobre si andrà in appalto. «Giovedì ho incontrato il progettista - dice Vittorio Poma, presidente della Provincia, stazione appaltante dell'infrastruttura - che mi ha sottoposto il "nuovo" progetto esecutivo. Non servono ulteriori studi o perizie sull'esistente, adesso un soggetto terzo validerà questo progetto, dopo di che si andrà alla gara d'appalto. Indicativamente penso che sarà per ottobre: inviteremo delle aziende, valuteremo le proposte e consegneremo il cantiere». Il progettista lavora per la società Integra di Roma, realtà che si era aggiudicata la commessa per un importo di circa 84mila euro. Il cosiddetto nuovo progetto si riferisce a quella ventina di metri ancora mancanti. Dal 2009 a oggi sono passate diverse imprese: dalla Guerrino Pivato di Treviso, che di fatto si occupò dei soli rilievi e poi fallì, alla Cesi Intercantieri di Imola, che fece partire i lavori nel novembre del 2011 per poi finire con la messa in liquidazione coatta amministrativa. Alla Cesi subentrò la Polese spa, ma l'impresa chiese alla Provincia circa 7 milioni in più rispetto all'appalto da 51 milioni e la Provincia decise di "licenziarla". I lavori sono fermi dall'anno scorso. Ora si arriverà ad un nuovo appalto. «Il Ticino ha due periodi di magra - prosegue Poma - uno a giugno e l'altro a gennaio. Dovremo aspettare gennaio per l'inizio dei lavori quindi, facendo gli scongiuri, viste tutte le peripezie che hanno caratterizzato la storia di questo ponte, diciamo che il tutto dovrebbe essere realizzato per la fine del 2021». Poi ci sarà da pensare alla creazione della viabilità di accesso: la Provincia ed Anas hanno sì raggiunto l'accordo sulla viabilità, ma anche in questo caso a mancare è la gara d'appalto. --S. Bov.