scarica l'app
MENU
Chiudi
06/11/2020

Appalto biblioteche, si riapre la gara

QN - Il Resto del Carlino

LA SENTENZA
Dopo la sentenza del Consiglio di Stato, che ha riformato la decisione del Tar sul ricorso presentato da 'Le Macchine celibi' contro l'esclusione dall'appalto delle Biblioteche comunali e del Polo bibliotecario provinciale, si riapre la gara per l'assegnazione dei servizi bibliotecari. «Una decisione 'interlocutoria' - commenta l'assessore alla Cultura Andrea Bortolamasi - che riapre la gara pur riconoscendo la validità di alcune delle motivazioni che avevano portato all'esclusione di 'Macchine celibi' dall'appalto». Il Consiglio di stato stabilisce la validità del ricorso al Tar sul punto riguardante i diritti dei lavoratori, ritenendo in particolare legittimo l'azzeramento dell'anzianità di servizio degli operatori riassunti dall'appaltatore subentrante, ma riconosce la fondatezza delle altre ragioni che hanno portato all'esclusione delle 'Macchine celibi' dall'appalto: non assegna pertanto l'appalto alla cooperativa bolognese, ma la 'riammette' in gara e chiede al Comune di riformulare il suo giudizio di anomalia. L'Amministrazione, continuando a ritenere che l'azzeramento dell'anzianità di servizio, pur se considerato legittimo, non rappresenta certo un elemento positivo, prende atto della decisione e procederà sulla base delle indicazioni esplicitate nella sentenza. «Il Consiglio di Stato, che ha compensato le spese e non ha riconosciuto alcun risarcimento a Macchine Celibi - commenta Bortolamasi - ha comunque ravvisato elementi di ragionevole fondatezza nella decisione del Comune e nelle altre anomalie indicate, che ora approfondiremo nuovamente». Ora con la sentenza del Consiglio di Stato si riapre la gara. v. r.