scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
23/06/2021

Appalti slittati a settembre Preoccupazione alla raffineria

QN - La Nazione

LIVORNO «Siamo molto preoccupati perché slitteranno a settembre le gare per appaltare il lavoro svolto dalle ditte metalmeccaniche operative all'interno della raffineria Eni di Stagno. Chiediamo ad Eni le ragioni di questa decisione e rassicurazioni sulle prospettive dello stabilimento. Perciò domandiamo anche a Confindustria di fare la sua parte riattivando al più presto il tavolo di confronto aperto nell'estate 2020 con Eni». A intervenire è il Coordinamento Rsu Fiom-Cgil ditte in appalto di Eni. Dalle voci che circolano questo rinvio sarebbe la conseguenza della fermata dell'impianto di Stagno che c'è stata tra metà maggio e il 15 giugno per cui le ditte interessate agli appalti da mettere a gara non hanno potuto fare i necessari sopralluoghi per prendere visione del lavoro da fare. Ma al sindacato servono risposte ufficiali. Le gare per le ditte metalmeccaniche erano previste a metà luglio. Dalle informazioni raccolte dal sindacato Fiom «slitteranno al 15 settembre, ma a quanto si vocifera non sarebbero da escludere ulteriori rinvii al 31 dicembre. Questo significherebbe svalicare nel 2022, anno in cui si pensa che Eni punti a disattivare il reparto carburanti a Stagno. Questo cosa significherebbe?» Lo scenario insomma è preoccupante. Sottolinea il Coordinamento Rsu Fiom: «La prospettiva non è rosea con contraccolpi occupazionali che verrebbero a investire proprio il settore degli appalti dove ruotano centinaia di posti di lavoro«. Ma gli effetti negativi avrebbero riflessi anche sui dipendenti diretti della raffineria «perché il modo in cui saranno delineati gli appalti - conclude il Coordinamento Rsu Fiom - può infatti rappresentare un segnale importante per capire le prospettive dello stabilimento». Sempre la Rsu Fiom si domanda: «Perché intanto sono stati rinnovati gli appalti per i servizi, per il comparto edile, le manutenzione e la costruzione dei serbatoi, lasciando al palo gli appalti per le ditte metalmeccaniche?» M.D.