MENU
Chiudi
17/10/2018

Appalti, si cambia

La Prealpina

Il Governo si impegna a riscrivere completamente il codice
ROMA - «Entro novembre questo famigerato codice degli appalti sarà smontato e riscritto con chi lavora» . È la promessa fatta dal vicepremier Matteo Salvini nel suo intervento all ' assemblea dell ' Ance, l ' Associazione nazionale dei costruttori, che certo non vedono di buon occhio i vincoli posti dalla riforma introdotta in questo settore e chiedono di sveltire la burocrazia in quest ' ambito. Novità e semplificazioni in materia di appalti sono contenute anche nel dl semplificazione varato ieri dal consiglio dei ministri. Ma non è un mistero che l ' attuale governo vuole rivedere norme che ritiene troppo rigide introdotte dalla riforma del Codice appalti, varata nella scorsa legislatura. Sul tema è intervenuto ieri anche il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, anche lui presente alla convention dell ' Ance. «La mia priorità ha detto - e quella di tutto il governo a cui stiamo lavorando in questi giorni, anche rispetto alla legge di bilancio, è rilanciare gli investimenti e buone infrastrutture. Stiamo lavorando in modo serio alla grande riforma del Codice degli Appalti che consenta di sbloccare i lavori, gli investimenti e farlo in legalità», ha sottolineato il ministro, aggiungendo poi che il governo «intende rinnovare i bonus fiscali e renderli strutturali». Una revisione del Codice appalti coinvolgerà inevitabilmente anche l ' Autorità nazionale anticorruzione. Il numero uno dell ' Anac, Raffaele Cantone, ha sempre sostenuto che modifiche migliorative sono possibili.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore