scarica l'app
MENU
Chiudi
29/08/2020

Appalti semplificati tutto il 2021

ItaliaOggi

La disciplina speciale non scadrà a a fine luglio ma sarà efficace fino al 31 dicembre dell'anno prossimo
La disciplina speciale per gli appalti, che va dagli affidamenti diretti alla procedura negoziale senza bando, non scadrà a fine luglio 2021 ma resterà efficace fino al 31 dicembre del prossimo anno. Via libera, poi, all'abbassamento a 75 mila euro della soglia per gli affidamenti diretti dei servizi di ingegneria e architettura. Lo prevedono due emendamenti approvati in commissione al Senato al decreto legge sulle Semplificazioni, che approderà in aula l'1 settembre prossimo. a pag. 25 Norme sblocca appalti tutto l'anno prossimo: la disciplina speciale, che va dagli affidamenti diretti alla procedura negoziale senza bando, che sarebbe scaduta a fi ne luglio, sarà invece effi cace fi no al 31 dicembre del 2021. Via libera poi all'abbassamento a 75 mila euro della soglia per gli affi damenti diretti dei servizi di ingegneria e architettura: la modifica punta a garantire ai professionisti maggiori opportunità di mercato. Lo prevedono due emendamenti approvati ieri dalle commissioni Affari costituzionali e Lavori pubblici del Senato al decreto Semplifi cazioni (76/2020), il cui testo dovrà approdare in aula il 1° settembre prossimo. Ecco altri emendamenti approvati. Raggruppamenti temporanei Alle novità previste dal dl Semplifi cazioni in materia di appalti potranno aderire anche i raggruppamenti temporanei di imprese. Un emendamento approvato a prima fi rma Leonardo Grimani (Iv) prevede che i raggruppamenti temporanei di imprese possono partecipare alle procedure di affidamento degli articoli 1 (procedure per l'incentivazione degli investimenti pubblici durante il periodo emergenziale in relazione all'aggiudicazione dei contratti pubblici sotto soglia) e 2 (procedure per l'incentivazione degli investimenti pubblici in relazione all'aggiudicazione dei contratti pubblici sopra soglia). Offerta economicamente più vantaggiosa Salvaguardato il criterio dell'aggiudicazione sulla base del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, relativamente ai contratti di servizi sociali e di ristorazione ospedaliera, assistenziale e scolastica, di servizi di ingegneria e architettura e degli altri servizi di natura tecnica e intellettuale di importo pari o superiore a 40mila euro, e le forniture di importo pari o superiore a 40 mila euro caratterizzati da notevole contenuto tecnologico o che hanno un carattere innovativo. Affidamenti sotto 40 mila euro La pubblicazione dei risultati della procedura di affi damento diretto, per i contratti sotto i 40 mila euro, non sarà obbligatoria. Così come l'avviso sui risultati per la procedura negoziata senza bando. Le stazioni appaltanti dovranno dare «evidenza» dell'avvio delle procedure negoziate senza bando tramite pubblicazione di informazione sui rispettivi profi li istituzionali. Protocolli di legalità I protocolli di legalità previsti dal dl Semplificazioni potranno essere sottoscritti non solo dalle c a t e g o r i e produttive, economiche o imprenditoriali, ma anche dalle organizzazioni sindacali. Deroghe stazioni appaltanti Le deroghe previste per le stazioni appaltanti, per l'incentivazione degli investimenti pubblici in relazione all'aggiudicazione dei contratti pubblici sopra soglia si applicheranno anche all'edilizia giudiziaria e per la realizzazione di infrastrutture per attività di ricerca scientifica. Documentazione antimafia Sessanta giorni di tempo (invece che 30) per il rilascio della documentazione antimafia definitiva dopo il rilascio della informativa liberatoria provvisoria, immediatamente conseguente alla consultazione della Banca dati nazionale unica della documentazione antimafi a. Aeroporto di Firenze «Grazie alle sollecitazioni del senatore del Movimento 5 Stelle, Gianluca Ferrara, l'articolo 50 del dl semplifi cazione è stato modifi cato: per realizzare grandi opere impattanti per il territorio non sarà suffi ciente una Via, ma si dovrà passare attraverso la Vas». Nulla da fare dunque, tra gli effetti, per la procedura semplifi cata per il via libera all'ampliamento dell'aeroporto di Firenze. Lo afferma Irene Galletti, candidata alla presidenza della Toscana per il M5s. © Riproduzione riservata